Croazia: le cascate del Parco Nazionale del Krka - Report - NAUTICA REPORT
Report / Croazia: le cascate del Parco Nazionale del Krka
Croazia: le cascate del Parco Nazionale del Krka

Croazia: le cascate del Parco Nazionale del Krka

Arrivarci in barca... Che spettacolo!

Il Parco nazionale della Cherca (Krka in croato) è il settimo parco naturale della Croazia, istituito nel 1985.

 

Si trova nella regione di Sebenico e di Tenin, in Dalmazia. Il parco confina anche con la cittadina di Scardona, che del parco rappresenta anche l'ingresso principale.
 


 

Le cascate
 

La sorgente del fiume Cherca si trova pochi km fuori dall'omonimo Parco, sotto una cascata di un suo affluente (il fiume Krčić); quando d'estate il fiume Krčić è in secca, la sorgente è visibile.
 

Il parco è noto per le sue cascate, formate da letti di tufo:
 

  
 

La cascata Bilušića buk

 

La Bilušića buk (22.4 m di salto) è la prima cascata, posta a 16 km dalla sorgente, e anche l'unica a non essere stata toccata dallo sfruttamento energetico (sulla Cherca furono costruite alcune tra le prime centrali idroelettriche in Europa);

 

la Ćorića buk (15.5 m) si trova 3 km a valle, sotto il lago Ćorić (superficie di circa 50000 m2). Nelle vicinanze fu costruito l'accampamento romano di Burnum. Una diga ferma le acque della Cherca e sfrutta il salto per una centrale idroelettrica;
 

  
 

Parco Nazionale del Krkala

 

Manojlovaĉki slapovi (una serie di cascate alta in tutto quasi 60 m) si trova poche centinaia di metri a valle ed è anch'essa utilizzata dalla centrale Miljacka:

 

la Roŝniak slap (8.4 m); la Miljacka slap (23.8 m) non è visitabile in quanto sede dell'omonima centrale idroelettrica: riceve le sue acque dal fiume Zermagna;
 

  
 

Cascate di Krka - Skrabinski Bukil

 

Roŝki slap (15.5 m) si trova poco a monte del lago Visovac. È formata da un'innumerevole serie di cascatelle, inframmezzate da isolotti di tufo, per una larghezza di ben 450 m e una lunghezza di 650 m.

 

Le cascate sono visibili da una strada statale. Il complesso dei mulini di Roški slap sono tra i munumenti etnografici di particolare interesse e valore della Dalmazia e della Croazia. I mulini sono ancora funzionanti e azionano una serie di telai per la tessitura e di mulini per macinare il grano. Sul lato destro delle cascate è presente un'altra centrale idroelettrica;
 

  
 

La cascata di Roški slap

 

la grande cascata di Scardona, lo Skradinski buk (complesso di cascate alto circa 45 m), è una delle bellezze naturalistiche più note della Croazia: le acque della Cherca e della Cicola (Čikola) si uniscono e raggiungono il mare.

 

Anche presso le Cascate di Scardona è presente una raccolta etnografica con vecchi mulini ad acqua dove i cereali vengono macinati con macine di pietra mosse dall'acqua o i cesti e i mortai, meccanismi antichi per lavare tappeti, coperte, indumenti e stoffe.
 

  
 

Parco Nazionale del Krka - Mappa

 

Il fiume Cherca presenta fenomeni di carsismo.

 

Specie animali 

 

Il Parco Nazionale presenta una ricca fauna e una grande biodiversità: 18 specie di pesci, 222 specie di uccelli, 18 specie differenti di pipistrello, rettili e anfibi per un totale di circa 860 specie.
 

  
 

Parco Nazionale del Krka

 

Il monastero di Cherca

 

Il monastero di Cherca è un centro spirituale della diocesi ortodossa dalmata con sede a Sebenico. Fu citato per la prima volta in documenti scritti nel 1402.

 

Il monastero fu costruito e ampliato fino al XVIII secolo. La chiesa è stata costruita in stile bizantino, mentre il campanile è stato ultimato nel 1790 in stile rinascimentale. Il monastero e la chiesa conservano oggetti di valore culturale e storico che vanno dal XIV secolo a oggi.
 

  
 

Il Monastero di Cherca

 

Il lago di Visovac

 

Il lago Visovac si trova tra le cascate Roŝki slap e quelle di Scardona. In mezzo al lago è presente un isolotto, sul quale sorge un convento di frati francescani, una chiesa e un museo.

 

Le fortezze

 

Sul territorio del Parco Nazionale della Cherca sono presenti numerose fortezze, per lo più in rovina, costruite per difendersi dai Turchi.
 

  
 

La fortezza di Nečven

 

Tra esse si citano: Nečven, costruita nel XV secolo e caduta in mano ai Turchi nel 1522. Riconquistata nel 1688, il complesso fu abbandonato un secolo dopo;

 

Čučevo, costruita nel Medioevo, cadde anch'essa in mano ai Turchi, che la usarono come carcere. Fu distrutta nel 1648;

 

Bogočin, posta sulla sinistra del fiume Cherca a monte della cascata Roŝki slap, si trova vicina a un insediamento che si presume risalente all'età del ferro;

 

Ključica si trova sul fiume Cicola e fu costruita nel 1330. I Turchi occuparono Ključ nel 1546, da dove furono cacciati nel 1648. Da allora la fortezza è stata abbandonata;
 

  
 

Resti della fortezza di Bogočin

 

Burnum era un accampamento romano. Qui veniva controllato il passaggio attraverso il fiume Cherca da dove passavano le unità militari romane. Burnum fu distrutto nel 639 durante le invasioni avaro-slave.

 

Raggiungere il Parco Nazionale di Krka in barca

 

La presenza dell’omonimo fiume rende le cose molto più agevoli, specie se si arriva in barca!
 


 

La cittadina di Skradin è raggiungibile in barca a vela, partendo da Sibenik, dato che l’unico ponte sul fiume è talmente alto che non solo ci si passa comodamente con un albero da 15 e più metri, ma i più spericolati lo usano addirittura per il bungee jumping!

 

Circa 10 miglia di navigazione sul fiume, circondati dalle coste piuttosto vicine e scoscese. La larghezza del fiume è sufficiente, anche nei punti più stretti, per qualunque tipo di incrocio. E’ sempre bene comunque mantenere la destra. Inoltre la navigazione deve essere effettuata rigorosamente a motore!
 

  


Il ponte sul Krka

 

Una volta arrivati a Skradin si può ormeggiare (il paese è dotato di un porticciolo con qualche decina di posti attrezzati), ed approfittare dell’ottimo ristorante ai margini del paese, gestito da un ex militare che è un po’ un simbolo! Durante l’ormeggio a Skradin quasi sicuramente vedrete un ragazzino armato di macchina fotografica che dal pontile vi immortala, mentre fate la manovra. non prendetevela: non è qualcuno che vìola la vostra privacy!

 

Appena ormeggiati vedrete la foto deo vostro equipaggio, con la possibilità di farvela stampare. Un souvenir personalizzato non certo a buon mercato (5 euro!) ma di sicuro carino!
 


 

In funzione del vostro orario di arrivo, potete andare al parco nel pomeriggio, appena arrivati, oppure dormire a Skradin dopo una lauta cena e visitare il parco la mattina seguente.

 

In ogni caso per raggiungere il suo centro (e le famose e bellissime cascate) dovete prendere un battello, il cui biglietto si compra insieme a quello per l’ingresso al parco presso un apposito botteghino a Skradin, in prossimità del fiume.
 

Titolo del:

Tags

Parco nazionale della Cherca, Sebenico, Tenin, Dalmazia, Scardona, fiume Cherca
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

10 cose da fare e vedere a Genova

Itinerari in occasione del 60° Salone Nautico

“Distesa in fondo al suo golfo con la noncurante maestà...

Salone Nautico di Genova. La Piazza del Vento

Un'opera temporanea diventata permanente

Il progetto della “Piazza del Vento” nasce ne...

Medicane, l'uragano di casa nostra

Ciclone tropicale mediterraneo

In meteorologia per Medicane (ciclone di tipo tropicale) o Cicloni ...

Philip Rhodes

Prolifico e versatile architetto navale dell'Ohio

Philip Leonard Rhodes (1895-1974) è stato un architetto nava...

La Lanterna: la Superba dei Mari

La prima torre risale al 1128

La Lanterna di Genova è il faro portuale del capoluogo ...
Turismo e ormeggi
Isola delle Correnti - Portopalo di Capo Passero (SR)
L'Isola delle Correnti è una piccola isola tondeggiante della Sicilia, sulla costa ionica, situata nel territorio del comune di Portopalo di Capo Passero, estesa per circa 10.000 m² con un'altezza massima di 4 m sul livello del
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 23/09/2020 07:20

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI