Lo Scoglio d'Africa (LI) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Lo Scoglio d'Africa (LI)
Lo Scoglio d'Africa (LI)

Lo Scoglio d'Africa (LI)

Lo Scoglio d'Africa detto anche Scoglio d'Affrica, Africhella o Formica di Montecristo, è un piccolo isolotto dell'Arcipelago Toscano situato in mare aperto nelle acque tra il Tirreno e il Canale di Corsica.

 

La sua ubicazione è a ovest dell'Isola di Montecristo, a sud dell'Isola di Pianosa e a est della Corsica. Amministrativamente appartiene al comune di Campo nell'Elba

 

La sua denominazione, facente riferimento al continente africano, sta ad indicare la posizione estremamente meridionale rispetto alle altre isole dell'Arcipelago Toscano
 


 

Scoglio d'Africa

 

Per le sue dimensioni e la sua conformazione, può essere considerato a tutti gli effetti uno scoglio affiorante in un tratto di mare dai fondali più bassi, geologicamente appartenente ad una dorsale marina che, verso nord, ha originato nei suoi affioramenti superficiali anche l'Isola di Pianosa e l'Isola di Capraia

 

Sulla sua piattaforma è edificato il Faro dello Scoglio d'Africa, non più in uso, che recentemente è stato affiancato da un faro più moderno.

 

Sono soprattutto i bassifondi circostanti questo scoglio a rivestire grande importanza naturalistica; la porzione emersa non possiede elementi di flora vascolare, né specie animali terrestri, a parte pochissimi invertebrati e occasionalmente uccelli in sosta migratoria. 

 

Il 16 marzo 2017 si è manifestata un'emissione di metano sotto forma di colonne d'acqua alte fino a qualche metro sul livello del mare, le indagini svolte dall'INGV hanno indicato come causa l'attività di un vulcano di fango.

 

  
 

Scoglio di Montecristo - Il faro

 

Il faro dello Scoglio d'Africa Ad alimentazione fotovoltaica e ad ottica focale, la luce è prodotta da una lampada LABI da 100 W, con un lampo bianco ogni 5 secondi dalla portata di 12 miglia nautiche. 

 

Il faro, risalente al 1867, venne attivato dalla Marina Militare (all'epoca Regia Marina) per l'illuminazione dell'isolotto. L'infrastruttura è costituita da una torre in pietra bianca a sezione circolare, con basamento conico a scarpa cordonato.

 

All'interno della struttura turriforme si articola una galleria, mentre sulla terrazza sommitale si trova il tiburio della lanterna metallica grigia affiancata dal pannello fotovoltaico che ne consente l'alimentazione.

 

COORDINATE

SCOGLIO D'AFRICA

42° 21,4` N

10° 3,9` E

 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Realmonte (AG) La Scala dei Turchi

di Giulio Galassi

La Scala dei Turchi si trova a Realmonte, in provincia di Agri...

Area Naturale Protetta Baratti-Populonia (LI)

Unica cittÓ etrusca sul mare

Si estende tra le pendici del promontorio di Piombino ed il Golfo d...

Isola la Gaiola - Arcipelago Campano (NA)

L'isola della Gaiola è una delle isole minori di Napoli; è sita dirim...

Capo Miseno - Bacoli (NA)

Miseno (l'antica Misenum in latino, Μισήνον in gre...

Imperia, cittÓ dai due volti

Imperia è un comune della Liguria, capoluogo dell'omonima provincia &nbs...
Turismo e ormeggi
Realmonte (AG) La Scala dei Turchi
di Giulio Galassi
La Scala dei Turchi si trova a Realmonte, in provincia di Agrigento, vicino a Porto Empedocle.
  E’ un tratto di costa veramente da sogno! Si tratta di una immensa scalinata naturale scavata dalla pioggia e dal vento, s
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 20/04/2021 06:45

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI