Isola di Montecristo - Arcipelago Toscano (LI) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Isola di Montecristo - Arcipelago Toscano (LI)
Isola di Montecristo - Arcipelago Toscano (LI)

Isola di Montecristo - Arcipelago Toscano (LI)

Foto di Attilio Scataglinię

Montecristo si trova a sud dell'Isola d'Elba, a ovest dell'Isola del Giglio e del Monte Argentario, a sud-est dell'Isola di Pianosa e a est dell'affiorante Scoglio d'Affrica, noto anche come Formica di Montecristo.

 

E' l'isola più solitaria e selvaggia delle isole toscane.
 


Cala Maestra - Foto di Attilio Scataglini©

 

L'isola è montuosa con diverse sporgenze rocciose a picco sul mare ed è costituita quasi esclusivamente da granito rosa. I pochi fabbricati abitati si trovano nella Cala Maestra e la loro costruzione risale in parte alla metà del XIX a cura di un inglese, G. Watson Taylor, e in parte all'epoca in cui costituiva una colonia agricola penale, succursale di quella di Pianosa. Il più importante è la villa denominata in seguito "reale" per essere stata anche di proprietà di Vittorio Emanuele III.
 

La riserva naturale statale Isola di Montecristo è una riserva biogenetica di 1.039 ettari istituita nel 1971 con decreto ministeriale per tutelare la natura peculiare dell'isola.

 

Oggi ricade nel Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano. È stata insignita anche del Diploma europeo delle aree protette nel 1988  e riconosciuta come sito di interesse comunitario.



 

Cala Maestra - Foto di Attilio Scataglini©

 

L'isola è la più solitaria e selvaggia delle isole toscane. I tentativi di popolamento risalgono agli Etruschi. La storia di Montecristo comincia con la fondazione del monastero di San Mamiliano e di un eremo elevato sopra una grotta marina da parte dei seguaci di san Mamiliano, il quale vi soggiornò da eremita nel V secolo.

 

Non è possibile pernottare e sono vietate la pesca, la balneazione e la navigazione entro mille metri dalla costa. Entro tre miglia è possibile transitare, ma non pescare.

 

Eventuali accessi via mare possono avvenire solo a Cala Maestra, con fondale sabbioso, arrivando perpendicolarmente alla costa; esiste tuttavia un piccolo eliporto per le emergenze. Non si può utilizzare l'ancora ma è possibile l'attracco al gavitello o al molo. Nei pressi della Cala sorge l'ottocentesca Villa Reale, con un interessante orto botanico e un piccolo museo di storia naturale.
 


 

Cala Maestra - Foto di Attilio Scataglini©

 

Per arrivare sull'isola è necessario chiedere un permesso al Corpo Forestale di Follonica; il permesso può essere relativo all'accesso o alla visita.

 

Nel primo caso si deve rimanere a Cala Maestra, e sarà possibile visitare solo la villa Reale, l'orto botanico e il museo. Il tempo di attesa per ottenere l'accesso è nell'ordine dei mesi.

 

Per quanto riguarda la visita sono ammessi solo 1000 visitatori l'anno ed il tempo medio di attesa per l'autorizzazione è di tre anni (viene data precedenza a spedizioni scientifiche, associazioni, scolaresche). 

 


 

Montecristo - Foto di Attilio Scataglini©

 

Le visite guidate si svolgono solo entro i tre sentieri esistenti, tutti molto impegnativi.

 

Alla sommità dell'isola, sulla vetta del Monte della Fortezza (645 m s.l.m.), sorgono i ruderi della cinquecentesca Fortezza di Montecristo.

 

Vi sono anche i ruderi dell'antico Monastero di San Mamiliano e dell'Eremo di San Mamiliano con la sottostante Grotta di San Mamiliano.

 


 

Montecristo - Foto di Attilio Scataglini©

 

Come fare per visitare l'Isola. Informazioni utili per il turista

 

L'Isola di Montecristo sarà accessibile a 1000 persone l'anno, controllate dal Corpo Forestale dello Stato e dal Ministero delle Politiche Agricole. Sono ammesse solo visite guidate per un massimo di 50 persone alla volta. Per visitare l'isola basta presentare una domanda e attendere il proprio turno. Gli studenti e gli scenziati hanno precedenza su tutti. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare tramite telefono o email l'amministrazione foreste demaniali di Follonica.
 

Ricordiamo al turista che è serveramente vietato fare il bagno sull'isola, è consentito solo a 300 metri dalla costa.

 

Corpo Forestale di Follonica

 

Telefono: 0566 400 19

Fax: 0566 406 11

Email: utb.follonica@corpoforestale.it

 

COORDINATE

CALA MAESTRA - I. DI MONTECRISTO
42°20',30 N 10°17',52 E

PER CONTATTARE IL PORTO

Telefono: 0564-898890      

 

Leggi anche: Montecristo un paradiso ritrovato

 

In copertina Foto di Attilio Scataglini© - Guarda tutte le foto sul suo album
 

Titolo del:

Tags

arcipelago toscano, isola d'Elba, Monte Argentario, Pianosa, scoglio d'Africa, riserva naturale statale Isola di Montecristo
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Rodi Garganico (FG)

Rodi Garganico è un comune della provincia di Foggia in Puglia. Fa parte del Par...

Livorno: ''Porta'' della Toscana dal mare

Livorno è un comune capoluogo dell'omonima provincia in Toscana.   ...

Isola del Giglio - Arcipelago Toscano (GR)

Isola del Giglio è un comune della provincia di Grosseto in ...

Il lago Maggiore

Il lago Maggiore (o Verbano) è di origine glaciale. Le sponde a Est sono in...

Cervia - Milano Marittima (RA) - Un secolo di vacanze

Il Comune di Cervia, è situato in Emilia Romagna, in una parte meravigliosa...
Turismo e ormeggi
Rodi Garganico (FG)
Rodi Garganico è un comune della provincia di Foggia in Puglia. Fa parte del Parco Nazionale del Gargano. Dal 2010 può fregiarsi del titolo di città.   È un noto centro per la produzione degli agrumi d
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 29/10/2020 07:25

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI