''Brandtaucher'' fuga dal sottomarino - Report - NAUTICA REPORT
Report / ''Brandtaucher'' fuga dal sottomarino
''Brandtaucher'' fuga dal sottomarino

''Brandtaucher'' fuga dal sottomarino

di Fabrizio Fattori

La storia di questo, a lungo inaffidabile, mezzo di esplorazione ed attacco militare è costellata da incidenti più o meno gravi. Ancora oggi  è ricordato il primo incidente con accenti di commovente entusiasmo.

 

Il tedesco Wilhelm Bauer, tra i tanti che posero mano, in quegli anni, a questa idea della navigazione subacquea, realizzò il “Brandtaucher” nel 1849 ispirandosi alla forma dei delfini. Ne venne fuori un goffo involucro di metallo lungo oltre sette metri, largo circa due ed alto quasi tre.

 

Spinto da una grossa elica a quattro pale azionata da due membri dell’equipaggio con l’aiuto di complessi ingranaggi. Un’ampia finestratura consentiva il controllo circostante. L’immersione era effettuata con il riempimento e lo svuotamento di serbatoi di zavorra. La manovra era, inoltre, facilitata dallo spostamento di un grosso peso che avanzava verso prua grazie a delle rotaie. Poteva raggiungere i tre nodi di velocità ed immergersi a circa dieci metri.

 

  

By Wilhelm Bauer - Scan aus dem Buch: Schleswig-Holstein meerumschlungen in Wort und Bild von Hippolyt Haas, Hermann Krumm u. Fritz Stoltenberg aus dem Jahr 1896, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=7947854

 

Erano gli anni del conflitto tra Germania e Danimarca (prima guerra dello Schleswig) ed il sottomarino di Bauer era in navigazione nella baia di Kiel con il compito di forzare il blocco portuale posto dai danesi. Predispostosi per l’immersione venne precipitato, dalla zavorra semovente, in un non previsto pozzo di diciotto metri, sul fondo del quale si arrestò scricchiolante. Il peso dell’acqua mise a dura prova le strutture del mezzo che in poco tempo iniziarono a cedere consentendo all’acqua di infiltrarsi tra le sue saldature.

 

Si trattava di salvarsi la vita con il solo mezzo possibile : equiparare la pressione esterna a quella interna allagando il sommergibile. Progetto, questo, che le scarse conoscenze dell’epoca rendevano quanto mai incerto e ricco di pericoli. Sulla superficie imbarcazioni amiche tentavano, a loro volta, il recupero con l’ausilio di pesanti rostri che contribuivano alla precarietà della situazione portando il livello di panico ai massimi livelli sopportabili.

 

Ma Bauer riuscì, argomentando per parecchie ore, a convincere i restii compagni di viaggio a mettere in pratica l’unico sistema che avrebbe potuto salvar loro la vita. Equiparata la pressione il portello venne aperto ed uno ad uno i tre marinai salirono verso l’alto immersi in bolle d’aria accolti in superficie da entusiastiche acclamazioni. Il “Brandtaucher” venne recuperato parecchi anni dopo e messo in bella vista al museo storico militare di Dresda essendo, ancora oggi il più antico sottomarino sopravvissuto.

 

Fabrizio Fattori

 

In copertina foto da Jan Rehschuh, CC BY-SA 3.0 , via Wikimedia Commons

 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Reginald Aubrey Fessenden, la determinazione delle proprie idee

di Fabrizio Fattori

La storia è piena di geni incompresi, capaci di avere idee t...

Norbert Casteret dalle vette alle grotte

di Fabrizio Fattori

Perlustrare cavità sotterrane, spesso allagate, è for...

La guerra delle perle

di Fabrizio Fattori

Il fascino delle perle è stato subito per millenni da tutto ...

I bastimenti dell'emigrazione italiana

Milioni d'italiani alla ricerca di fortuna

Furono molti i bastimenti che trasportarono nei loro viaggi transoc...

Istanbul e il suo porto

Una città carica di storia e brulicante di vita

"L'enormità di quelle tre città scaglionate,...
Turismo e ormeggi
Arzachena e Cannigione (OT)
Arzachena è un comune situato nella parte nord - orientale della Sardegna, nella nella regione storica della Gallura.   Forse pochi diportisti e amanti del mare conoscono il Comune di Arzachena, eppure oltre ad essere un paese
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 26/09/2021 07:15

© Copyright 2011-2021 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI