Cala Goloritzé - Baunei (OG) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Cala Goloritzé - Baunei (OG)
Cala Goloritzé - Baunei (OG)

Cala Goloritzé - Baunei (OG)

Cala Goloritzé è una spiaggia che si trova nel territorio comunale di Baunei nella parte sud del Golfo di Orosei in provincia dell'Ogliastra.

 

La spiaggia, una delle più suggestive della Sardegna, nata da una frana nel 1962 è famosa per il pinnacolo alto 143 metri che sovrasta la cala, noto anche ai climbers per le sue vie d'arrampicata sportiva; la più famosa è la Sinfonia dei Mulini a vento, aperta da Manolo e Alessandro Gogna alla fine degli anni settanta.
 


 

Falesie di arrampicata a Baunei - Da www.icinquemori.it

 

Altro elemento caratteristico della spiaggia è l'arco naturale che si apre sul lato destro della baia. In un anfratto tra le rocce all'interno della spiaggia è inoltre presente una sorgente d'acqua dolce che dal sottosuolo sfocia in mare. L'arenile è composto di piccoli ciottoli bianchi e sabbia.

 

Turismo

 

Goloritzé è raggiungibile con un sentiero che dall'altopiano del Golgo giunge alla cala, con un dislivello di 470 metri e circa un'ora e mezzo di cammino. Attualmente (dall'estate del 2007) la costa in prossimità della spiaggia (200 m dalla riva) è completamente chiusa al traffico di tutte le imbarcazioni per preservare la spiaggia dall'inquinamento e dall'assalto dei turisti.



 

Il pinnacolo di Cala Coloritzè

 

Cala Goloritzè è interdetta alle barche. Ma è uno spettacolo ammirare, anche alla distanza, l'incredibile pinnacolo di pietra che si eleva verso il cielo. Una scultura naturale amata dai climbers di tutto il mondo che arrivano qui per scalarla.

 

Vietato l'approdo via mare, ma da Santa Maria Navarrese è possibile prenotare le escursioni verso questo paradiso naturale. Servizi offerti anche per le altre spiagge della costa se si desidera raggiungerle con emozionanti trekking che dalle montagne di Baunei portano al mare.
 


 

L'arco naturale di cala Coloritzè

 

Baunei

 

Il territorio di Baunei, punteggiato quasi ovunque da rocce calcaree, si distende nel tratto centro-orientale della Sardegna, nella provincia dell'Ogliastra, un'area di cui rappresenta storicamente e geograficamente il confine a nord, a ridosso di Codula Elune, un'area intatta che sfocia nell'omonima cala, più nota ai turisti come Cala Luna.

 

L'agglomerato più importante di Baunei si allunga su un costone calcareo esposto a Sud-Ovest, suddiviso dalla S.S. 125 (la cosiddetta "Orientale Sarda") che lo connette al quartiere di Monte Colcau. A una distanza di 8 km si affaccia sul Golfo di Arbatax la frazione di Santa Maria Navarrese, confinante con il borgo di Tancau sul Mare, frazione di Lotzorai.
 


 

Baunei - panorama

 

Anche se Baunei si apre sempre di più a valorizzare turisticamente le sue coste, rimane il netto profilo montano del borgo principale, segnato dall'essere stato per secoli un paese di pastori e caprai.

 

Nel particolare e ripido centro storico spicca la chiesa parrocchiale dedicata a San Nicola di Bari, il cui impianto seicentesco è stato rimaneggiato nel corso del XX secolo. La chiesa è caratterizzata da una copertura a cupola e da un portale ornato, separato dal corpo centrale con funzioni di finta facciata.
 


 

Baunei - Chiesa di San Nicola di Bari

 

Una scoscesa strada asfaltata lunga 4 km si distacca dalla SS 125 e raggiunge Pedra Longa, un pinnacolo aguzzo di roccia calcarea di 128 m che si erge come una guglia direttamente dal mare. Dietro di esso spiccano le cime dei monti Argennas (711 m), Giradili (757 m), Ginnirco (811 m), che si affacciano ripidissimamente sul Mar Tirreno.

 

Grazie all'esposizione e all'altitudine di 480 m, Baunei si sporge sull'Ogliastra contemplando un anfiteatro di colline e montagne (fra le quali la punta S'Abbadorgiu) su cui si stagliano le vette più alte del Gennargentu.
 


 

Baunei - Pedra Longa

 

Quasi tutto l'esteso territorio comunale, 216 km², si sviluppa oltre i 400 m di altitudine, ed è solcato da valli profonde e strette, le codule, tracce di torrenti che sfociano sul Mar Tirreno punteggiando estese e ripidissime pareti calcaree, tra falesie, calette, rupi, doline, canyon e valli carsiche.

 

Nell'altopiano di Golgo si apre "Su Sterru", la voragine carsica più profonda d'Europa, nei cui pressi si trovano le antiche pozze denominate "As Piscinas" e la chiesa campestre dedicata a San Pietro.
 


 

Baunei - il golgo Su Sterru

 

In rapporto a questo territorio non particolarmente fertile, Baunei ha sempre bilanciato la sua economia fra terreni di proprietà comunale e terreni di proprietà privata, mantenendo pressoché incontaminati quasi 40 km di costa e un entroterra originale: tra zone dipinte di blu e di verde, è uno dei tratti più belli, aspri e selvaggi del litorale italiano, con qualità naturalistiche uniche nel Mar Mediterraneo.

 

Il patrimonio faunistico e naturalistico è al centro di sentieri per il trekking, spesso non tracciati con segnavia, che richiedono un cauto approccio, dovuto alla conformazione e l'estensione del territorio stesso; la cosa ha fatto sì che oggi possiamo godere di paesaggi intatti, antichi e immutati. Fortunatamente le guide specializzate accompagnano ogni anno migliaia di esploratori attratti dai paesaggi aspri e dalla presenza di 120 insediamenti risalenti alla civiltà nuragica, 20 tombe dei giganti, 5 templi d'adorazione, e altre opere megalitiche antichissime.
 


 

Baunei - Cala Elune (Cala Luna)

 

Le poche spiagge si raggiungono via terra attraverso mulattiere oppure via mare lungo tratti di costa incantevoli. Le più note sono Cala Elune (o Cala Luna), Cala Sisine, Cala Biriala, Cala Mariolu (in sardo viene chiamata "Ispuligedenie o Ispuligiadenie", cioè Spulciata di neve) e Cala Goloritzé.

 

Storia

 

 
La corona d'Aragona

Le più antiche testimonianze della presenza dell'uomo in questo territorio risalgono all'epoca neolitica e sono state rintracciate nella grotta "de su marinaiu", a Cala Elune (Cala Luna).

 

La prima volta che appare il nome Baunei in modo documentato risale al 1313 nell'elenco delle ville della curatoria d'Ogliastra, Quirra, Sarrabus e Colostri. L'archivio della corona d'Aragona, dentro il registro delle imposte esatte da Pisa, scrive di "Baunei de Montibus Judicatus Ullastre".

 

Baunei riappare nel ripartimento de Cerdeña del 1358, dove si elencano le imposte aragonesi spettanti ai locali feudatari. Tale documento registra un'economia debole in una realtà demograficamente modesta.

 

Il paese crebbe con l'incorporamento dei territori dei villaggi di Osono ed Eltili, poi spopolatisi del tutto. La contea passò a essere marchesato nel 1603 (famiglia Centelles e poi Osorio).



 

Costumi femminili di Baunei, fotografati da Ugo Pellis - Da www.gentedisardegna.it

 

Nel 1806 Baunei fu inglobato nella provincia di Tortolì, poi soppressa nel 1857, quando si creò il Circondario di Lanusei fino al 1927.

 

In quell'anno fu costituita la provincia di Nuoro. Baunei ne fece parte sino all'istituzione della provincia dell'Ogliastra, operativa a partire dal 2005.

 

Cucina

 

Nella provincia dell'Ogliastra I piatti tipici quali i culurgiones, o il porcetto, o ancora i piatti a base dell'ottimo pesce fresco della zona, sono all'ordine del giorno.

 

Da gustare soprattutto le nostrane e rinomate cozze, allevate nella Peschiera S.Giovanni, o la bottarga di Tortolì.
 


 

I culurgiones - Pasta fresca ripiena di pecorino sardo o altro

 

Ma durante la stagione estiva si sa spesso si preferisce mangiare uno snack veloce per godersi appieno le giornate di mare. Nelle immediate vicinanze delle spiagge o delle località marine sono presenti diversi bar o locali sulla spiaggia, dove è possibile gustare piatti freddi o addirittura i culurgiones-snack.

 

In barca

 

Porto Turistico Marina di Baunei e Santa Maria Navarrese

 

Il moderno Porto Turistico di Baunei e Santa Maria Navarrese inaugurato nel 1998, è un rifugio sicuro ed accogliente nella Costa orientale della Sardegna che può ospitare fino a 375 imbarcazioni con una lunghezza massima fino a 40 metri. Dal giugno 2005 inoltre il Porto è stato dotato del “Pequod”, un sollevatore che consente l’accesso a bordo delle imbarcazioni alle persone diversamente abili, diventando così il “primo porto accessibile” della Sardegna.
 


 

Porto Turistico Marina di Baunei e Santa Maria Navarrese

 

Dal 2005 il Porto Turistico ottiene il prestigioso riconoscimento internazionale Bandiera Blu degli approdi turistici, che si assegna per qualità dell’approdo, servizi e misure di sicurezza, educazione ambientale ed informazioni ambientali sulle aree naturali sensibili circostanti, sia marine che terrestri. Il porto ogni anno incrementa le sue presenze grazie sia alla qualità dei servizi che offre sia al magico scenario, una piccola cala con vista sulla torre Saracena di Santa Maria Navarrese e la sua spiaggia, in cui è ricavato.
 


 

COORDINATE
MARINA DI BAUNEI - SANTA MARIA NAVARRESE
39°59',70 N 09°41',77 E

PER CONTATTARE IL PORTO
VHF canale 16/74
E-mail: 
info@portosantamaria-baunei.it 
Telefono: 0782-614020

www.portosantamaria-baunei.it
 

Titolo del:

Tags

Ogliastra, siaggia, sardegna, Manolo, Alessandro Gogna, arrampicata, Sinfonia dei Mulini a vento, Arbatax, Santa Maria Navarrese
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Isola di Cretaccio - I. Tremiti (FG)

Il Cretaccio è un'isola dell'arcipelago delle Isole Tremiti (o Diomedee)...

Isola di San Nicola - I. Tremiti (FG)

L'isola di San Nicola è un'isola appartenente all'arcipelago delle i...

Porto di Calasetta: un paradiso di approdo nell'isola di Sant'Antioco

Un 'isola nell'isola, un paradiso nel paradiso. Si chiama Sant'Antioco...

Isola di Gavi - I. Pontine (LT)

L'isola di Gavi è una piccola isola compresa nell'arcipelago Pontino (o ...

Porto Cesareo (LE) - Un porto naturale nella costa salentina

Porto Cesareo grazie al suo "porto naturale" che si affaccia sull'Isola G...
Turismo e ormeggi
Isola di Cretaccio - I. Tremiti (FG)
Il Cretaccio è un'isola dell'arcipelago delle Isole Tremiti (o Diomedee) nel mar Adriatico.   È per superficie la più piccola isola dell'arcipelago tremitese. Per la sua modesta estensione non di rado
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 18/09/2019 06:30

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI