Trasportounito: Porti, pianificare con precisione la tempistica delle opere oggi in ritardo - Porti, Shipping e Logistica - NAUTICA REPORT
Porti, Shipping e Logistica / Trasportounito: Porti, pianificare con precisione la tempistica ...
Trasportounito:  Porti, pianificare con precisione la tempistica delle opere oggi in ritardo

Trasportounito: Porti, pianificare con precisione la tempistica delle opere oggi in ritardo

Trasportounito lancia, a margine dell'iniziativa di Padova dove si è svolto, organizzato dall'Associazione locale, un incontro con gli imprenditori dell’autotrasporto, una sfida su due fronti: da un lato, una campagna nazionale per l’abbattimento delle procedure burocratiche che condizionano la vita delle imprese; dall’altro, un invito pressante ai nuovi presidenti delle Autorità portuali di sistema a colmare rapidamente il vuoto nella governance dei principali porti.

 

“L’autotrasporto, nonostante continui a rappresentare l’asse portante nella movimentazione delle merci in Italia, con una quota parte superiore all’80% sembra avere definitivamente perso - afferma Maurizio Longo, segretario generale di Trasportounito - la dignità di “categoria” per essere condannato a un ruolo di service provider in scenari di prospettiva composti spesso da soggetti di dubbia competenza”.

 

“Oggi si continua a parlare di ferrovie cargo - prosegue Longo - ben sapendo che l’interesse del paese per il ferro ha avuto un andamento a dir poco altalenante e che anche nella migliore delle ipotesi le ferrovie potranno al limite conservare la quota attuale, difficilmente crescere in modo significativo nel settore delle merci”.

 

"Per le autostrade del mare, nonostante lo sbandierato avvio di procedure atte ad incentivare l'uso delle navi, sembra tutto bloccato e segregato". 

 

“L’autotrasporto rivendica quindi un ruolo attivo nella messa a punto di un reale e non fatto di slogan piano della logistica e dei porti”.

 

E a proposito di porti, Trasportounito sottolinea come i ritardi nella realizzazione di infrastrutture di importanza vitale, anche per l’interfaccia mare-terra, allunghino ombre nere sull’efficienza dei principali scali del paese. Nel caso di Genova, nel formulargli i migliori auguri di buon lavoro, Trasportounito invita il neo presidente Paolo Signorini a mettere subito mano al dossier lavori e infrastrutture.

 

Se è vero quanto denunciato da Assiterminal, ovvero 345 milioni di investimenti privati bloccati nel solo porto di Genova, è urgente e prioritario conoscere quanti investimenti pubblici siano in stallo e formulare un planning puntuale e non immaginario dell’esecuzione di opere in ritardo di oltre 8 anni.

 

Trasportounito

Barbara Gazzale

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Porti Campani: nel 2019 registrato incremento dal 15% al 27%

Registrata nel 2019 una crescita che supera il 27% di passeggeri nel settore delle croc...

A Vado Gateway due nuove linee marittime di Maersk

A partire da febbraio 2020 il nuovo terminal container sarà collegato con il Nor...

L'identitÓ dei porti

di Felice Magarelli

Negli ultimi tempi si discute molto dell’eventualità c...

Funzioni pubbliche, shipping e marittimitÓ: incontro del Cluster marittimo italiano militare e civile

Roma, 1 marzo 2019

Si è tenuto ieri nella sede del Comando Generale del Corpo d...

TRANSPOGOOD: la piattaforma online al servizio del trasporto multimodale

Venezia, 19 febbraio 2019

Per presentare in anteprima la piattaforma TRANSPOGOOD, il CFLI sce...
Turismo e ormeggi
Sorrento panorama
Sorrento (NA)
Sorrento è un comune della provincia di Napoli in Campania.   Il nome "Surrentum" sembra collegato al Mito delle Sirene, creature marine metà donne e metà pesci, che ammaliavano i naviganti con il loro c
Fonte: cultura-italiana.it-schools.com e Nautica Report
Titolo del: 22/01/2020 07:05

© COPYRIGHT 2011-2020 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - EDITORE CARLO ALESSANDRELLI



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI