Il contributo dei porti - Porti, Shipping e Logistica - NAUTICA REPORT
Porti, Shipping e Logistica / Il contributo dei porti
Il contributo dei porti

Il contributo dei porti

di Felice Magarelli

Secondo Luigi Merlo, Presidente di Federlogistica-Conftrasporto, l’articolo inserito nel decreto “Milleproroghe”, volto ad incentivare la pratica dell’elettrificazione delle banchine portuali, è un provvedimento che offre un notevole contributo alla riduzione delle emissioni nocive generate dall’elevate concentrazioni di zolfo e anidride carbonica nell’atmosfera.

 

Per il manager spezzino, si tratta di un segnale importante anche in termini di miglioramento della coesistenza tra porti e città, come d’altra parte lo è il percorso di sostenibilità ambientale che alcune compagnie di navigazione stanno meritoriamente perseguendo mediante l’impiego di ingenti somme di denaro.

 

Sono infatti molte le navi da crociera già predisposte a ricevere l’energia da terra a fronte però di pochissimi scali attrezzati per il “Cold Ironing”.

 

L’auspicio è che il Governo riesca, in tempi celeri, ad ottenere da Bruxelles, l’autorizzazione per l’attuazione della norma, creando allo stesso tempo i presupposti per mettere le Autorità Portuali nelle condizioni di assicurare la realizzazione degli impianti, attraverso una necessaria e forte accelerazione delle relative procedure burocratiche.

 

Le ipotesi che alcuni scienziati avanzano, circa la possibile correlazione tra epidemie virali e inquinamento, rilevano ancora una volta, l’assoluta centralità che assume il tema della prevenzione, unica vera strategia in grado di fronteggiare al meglio le emergenze e le sfide che ci vengono poste.

 

Sotto questo profilo anche il settore marittimo portuale, insieme alle altre categorie produttive del Paese, è inevitabilmente chiamato a fare la propria parte.

 

Felice Magarelli

 

In copertina foto di VladoZg da Pixabay 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Porto di Venezia dall’UE oltre mezzo milione di euro per progetti green

572.000 euro co-finanziati al 100% dal progetto europeo di cooperazione transfrontalier...

Trieste rivendica la sua autonomia per diventare la porta sud d’Europa

Torna al centro del dibattito l’adesione alla Belt & Road Initiative del...

Esercitazione Anti-Pirateria nel Golfo di Guinea

Ieri 3 aprile 2020, nelle acque del Golfo di Guinea, si è svolta un’eserci...

Porti Campani: nel 2019 registrato incremento dal 15% al 27%

Registrata nel 2019 una crescita che supera il 27% di passeggeri nel settore delle croc...

A Vado Gateway due nuove linee marittime di Maersk

A partire da febbraio 2020 il nuovo terminal container sarà collegato con il Nor...
Turismo e ormeggi
Costa degli Infreschi e della Masseta (SA)
Viaggio in uno degli ultimi paradisi d'Italia
Siamo sulla costa che va dalla Torre dello Zancale (Marina di Camerota) a Scario nel Golfo di Policastro.   Macchia mediterranea, oliveti, vigneti, il tutto lambito da un mare che, secondo gli orari, assume gradazioni di verde diverse
Fonte: hermes.campania.it e Nautica Report
Titolo del: 30/05/2020 07:05

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI