William Dampier, il pirata ''Naturalista'' - Report - NAUTICA REPORT
Report / William Dampier, il pirata ''Naturalista''
William Dampier, il pirata ''Naturalista''

William Dampier, il pirata ''Naturalista''

Pirata, esploratore ed osservatore scientifico inglese

William Dampier è stato un pirata, esploratore ed osservatore scientifico inglese nato a East Coker, 5 settembre 1651 e scomparso nel marzo 1715.

 

Nel 1673 combatté nella Guerra d'Olanda per conto di Sir Edward Sprague, nel 1674 si occupò di una piantagione in Giamaica e tra il 1675 ed il 1678 lavorò in Honduras come boscaiolo.
 


 

Giamaica - Port Royal 

 

Intorno al 1678 si aggregò ad un gruppo di bucanieri dediti al saccheggio di navi nella zona costiera caraibica di possessione spagnola. Il gruppo si spinse poi sino all'istmo di Darién e, dopo aver trascorso il 1680 a saccheggiare gli stabilimenti spagnoli lungo la costa peruviana, fece ritorno alle Isole Juan Fernández.

 

Nel 1683 Dampier si recò in Virginia dove venne ingaggiato dal corsaro John Cook. Salparono nell'agosto di quell'anno e, lungo la via verso Capo Horn, fecero razzia delle coste peruviane e cilene. Dopo aver fatto una tappa alle isole Galapagos, arrivarono nel Messico dove il Capitan Cook morì e il comando venne così conferito ad Edward Davis.
 

  
 

Una illustrazione di piante dai manoscritti di Dampier

 

Dopo questo evento Dampier decise di imbarcarsi sulla nave Cygnet del corsaro Charles Swan ed il 31 marzo 1686 l'equipaggio lasciò terra per dirigersi verso le Indie orientali. Attraversato tutto il Pacifico, attraccarono in un primo tempo a Guam e poi a Mindanao.

 

Men in a small ship in a storm

A causa di dispute interne e dopo aver minacciato di praticare cannibalismo (le razioni erano insufficienti), l'equipaggio si ammutinò ed il capitano e altri uomini vennero abbandonati sull'isola. Dampier ed i restanti membri proseguirono il viaggio verso Manila, Poulo Condore, Cina, le Isole delle Spezie e Nuova Olanda.

 

Agli inizi del 1688 la nave arrivò nella costa nordoccidentale dell'Australia (nelle vicinanze di King Sound), e Dampier iniziò ad annotare le prime osservazioni sulla flora e la fauna locale. Verso la fine dell'anno, Dampier ed altri due compagni vennero lasciati su loro richiesta alle Isole Nicobare.

 

Qui costruirono una piccola nave e si diressero ad Aceh, Sumatra. Dopo varie avventure, nel 1691 Dampier fece ritorno in Inghilterra passando per il Capo di Buona Speranza e portando con sé i propri manoscritti.

 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Clipper Stad Amsterdam, 1997: una scuola di vita

Fedele ricostruzione storica di un clipper del XIX secolo

Costruito nel 1997 su commissione del Gruppo Randstad e la citt&agr...

Un pasticciere in India

di Fabrizio Fattori

Ricordare Federico Peliti (1844 - 1914 ) per questa sua attivit&agr...

Il ''Cristallo Magico'' degli antichi marinai nordici

di Fabrizio Fattori

Stabilire la rotta, fare il punto nave, arrivare così a dest...

Il Tevere e i suoi ponti

Al Tevere ed ai suoi ponti i Romani attribuivano carattere sacro

I ponti del Tevere, i monumenti che ne fiancheggiano il corso, sono...

Immergersi tra laghi e fiumi nascosti nelle montagne. L'affascinante storia degli speleo-sub, i geografi del buio.

Percorrono luoghi affascinanti ma ostili, strisciano nelle cavità più rem...
Turismo e ormeggi
Isola di Ischia - I. Flegree (NA)
Ischia è un'isola appartenente all'arcipelago delle isole Flegree, in Campania.   L’onda lunga della storia ha tracciato di sé anche questa piccola porzione di terra in mezzo al mare. Un passato a tinte for
Fonte: isoladischia.net e Nautica Report
Titolo del: 21/02/2020 07:10

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI