Robin Knox-Johnston, un mito dalle 81 primavere - Report - NAUTICA REPORT
Report / Robin Knox-Johnston, un mito dalle 81 primavere
Robin Knox-Johnston, un mito dalle 81 primavere

Robin Knox-Johnston, un mito dalle 81 primavere

Il primo uomo a cinrcumnavigare il globo in solitario non-stop

Sir William Robert Patrick "Robin" Knox-Johnston, (nato 17 marzo, 1939) è uno skipper inglese. Nel 1969 è diventato il primo uomo a compiere la circumnavigazione del globo in solitario non-stop ed è stato il secondo vincitore del Jules Verne Trophy insieme a Sir Peter Blake.

 

Per questo è stato premiato con Peter Blake con l’ISAF Yachtsman of the Year. Nel 2006 è diventato a 67 anni il velista più anziano a completare il giro del mondo in solitario nella VELUX 5 Oceans Race.
 


 

Robin Knox-Johnston sulla sua barca Suhaili - Foto da www.classicboat.co.uk

 

E' nato a Putney a Londra, ed è stato educato alla Berkhamsted Boys School. Dal 1957 al 1965 ha servito nella Marina Mercantile e nella Royal Naval Reserve. Nel 1965 si imbarcò sul suo ketch Suhaili, disegnato da  William Atkins, da Bombay in Inghilterra.

 

A causa della mancanza di denaro dovette interrompere il suo viaggio per lavorare in Sud Africa, fino a completare l’impresa due anni dopo.

 

Nel 1968 è stato uno dei 9 skipper che tentarono di raggiungere il primo posto della circumnavigazione del mondo non-stop nella Sunday Times Golden Globe. Fu l’unico a completare la gara, vincendola in 313 giorni .
 

  
 

Robin Knox-Johnston vincitore ne 1969 alla Sunday Times Golden Globe Race

 

Nel 1962 sposò Suzanne (Sue), che aveva conosciuto da bambina ed ebbero una figlia, Sara, nata a Bombay mentre Robin era in mare. Lei lo lasciò quando lui propose alla moglie di tornare con la bambina in Inghilterra con la sua nuova barca Suhaili, divorziarono nel 1967. Suzanne morì ne 2003.

 

Il percorso della Golden Globe

 

Il 14 giugno 1968 Robin Knox-Johnston lasciò Falmouth con il suo 32 piedi Suhaili (9,8 metri), una delle barche più piccole a partecipare alla Sunday Times Golden Globe. Nonostante avesse perso la direzione di marcia al largo dell'Australia, passò Capo Horn il 17 gennaio 1969, 20 giorni prima del suo concorrente più prossimo Bernard Moitessier.
 

  
 

Il percorso della Golden Globe Race

 

Moitessier era salpato da Plymouth più di due mesi dopo Knox-Johnson, ma successivamente aveva abbandonato la gara navigando verso Tahiti. Gli altri sette concorrenti uscirono dalla gara in diverse fasi, lasciando Knox-Johnston vincitore il 22 aprile del 1969, il giorno in cui tornò a Falmouth, unico  uomo a circumnavigare il globo non-stop.

 

Knox-Johnston donò il suo premio in denaro alla famiglia di Donald Crowhurst, suicidatosi dopo aver tentato di dare false informazioni, riguardo alla sua posizione, nella gara.

 

In riconoscimento del suo successo fu nominato Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico.
 

  
 

Robin Knox-Johnston - Foto da www.express.co.uk

 

Nel 1970 con Leslie Williams e nel 1974 con Gerry Boxall, Robin Knox-Johnston vinse le due tappe della Round Britain Race. Robin Knox-Johnston, Les Williams e il loro equipaggio, di cui anche Peter Blake fece parte, vinsero nel 1971 la Cape Town to Rio Race. Les Williams e Robin Knox-Johnston skipper congiuntamente a Peter Blake, membro dell'equipaggio, parteciparono poi nel 1977, con il maxi yacht Heath's Condor, alla Whitbread Round the World Race dove presero le line honours nella seconda e quarta tappa, quelle in cui, citazione necessaria, Robin Knox-Johnston era skipper.

 

Robin Knox-Johnston skipper e Peter Blake co-skipper vinsero il Jules Verne Trophy del 1994 per la circumnavigazione più veloce. Il loro tempo fu di 74 giorni 22 ore 18 minuti e 22 secondi. Era il loro secondo tentativo di vincere questo premio dopo il primo, nel 1992, che fu interrotto quando il loro catamarano Enza colpì un oggetto che causò una falla nello scafo di dritta.

 

Dal 1992 al 2001 è stato Presidente della Sail Training Association. Durante il suo mandato il denaro è stato raccolto per sostituire le navi della STA Sir Winston Churchill e Malcolm Miller con i nuovi più grandi brigantini Prince WilliamStavros S. Niarchos.. E 'stato amministratore del National Maritime Museum a Greenwich nel 1992-2002 ed è tuttora amministratore del National Maritime Museum - Cornwall at Falmouth, dove Suhaili è attraccata. Lo yacht è stato rimontato e ha preso parte al Round the Island Race nel giugno 2005.
 

  
 

Sir Robin Knox-Johnston on his Open 60 Yacht Grey Power - Route du Rhum - Foto da www.sail-world.com
 

E 'stato nominato knight bachelor  nel 1995.

 

Nel 1996 Robin ha istituito il primo Clipper Round the World Race Yacht e da allora ha lavorato con la società Clipper Ventures in qualità di presidente, per promuovere la gara a livelli più alti coinvolgendo tante persone nella Clipper Ventures.

 

Il 4 maggio 2007 ha completato la sua seconda circumnavigazione del mondo con lo yacht SAGA Insurance classificandosi al 4° posto nella gara VELUX 5 Oceans. A 68 anni era il più vecchio concorrente in gara. 

 

Alla fine del 2008 / inizio 2009 ha preso parte ad un nuovo programma della BBC chiamato Top Dogs: Adventures in War, Sea and Ice. Il programma lo vede protagonista con altri leggende britanniche, Sir Ranulph Fiennes, l'avventuriero, e John Simpson, BBC World Affairs Editor.
 


 

Il team ha fatto tre viaggi, ciascuno vivendo diversi campi di avventura. Il primo episodio, andato in onda il 27 marzo 2009, ha visto Robin, Fiennes e Simpson in un viaggio molto pericoloso in Afghanistan per un reportage dal leggendario Khyber Pass e dal famigerato complesso montuoso Tora Bora. I tre hanno anche intrapreso un viaggio intorno a Capo Horn e una spedizione in slitta sui ghiacci di Frobisher Bay nell'estremo nord del Canada.

 

Dopo aver servito due anni come presidente della Cruising Association Sir Robin è ora patrono dell'associazione. Knox-Johnston è anche presidente del Little Ship Club.

 

Nel novembre 2014 il fondatore della Clipper Race Sir Robin Knox-Johnston, all'età di 75 anni, ha concluso la gara transatlantica in solitario Route du Rhum classificandosi al terzo posto nella classe Rhum. Ha tagliato il traguardo sul suo Open 60 Grey Power a Pointe à Pitre dopo 20 giorni, 7 ore, 52 minuti e 22 secondi di permanenza in mare.

 

Robin Knox-Johnston è da sempre il patron della Golden Globe Race "L'Everest del Mare".

 

Leggi anche: Golden Globe Race - La Leggenda continua...

 

Foto di copertina dall'intervista a Robin Knox-Johnston dell'Huffington Post
 

Titolo del:

Tags

ISAF Yachtsman of the Year, VELUX 5 Oceans Race, Sunday Times Golden Globe,
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Il Museo delle Navi Romane di Nemi: la Casa di Caligola

Fa parte del Sistema Museale Museum Grandtour

Il Museo rappresenta un centro fondamentale per il consolidamento d...

La Gomera, ''El conocimiento de los Reinos del Mundo''

La prima mappa è nell'Atlante di Creques del 1375

Situata nella parte occidentale dell'arcipelago canario, l'...

Porto di Aquileia - Emporio Cosmopolita dell'Impero Romano

Il commercio di roma nel nord Adriatico

A partire dal periodo immediatamente successivo alla fondazione del...

Il colore nelle marine di William Turner

di Fabrizio Fattori

L’opera di William Turner viene giustamente considerata come ...

Ferragosto degli anni '60, come oggi: ''Tutti ar mare!''

La scelta mai cambiata di preferire il mare alla montagna

Era l’abitudine degli italiani, quelli che preferivano il mar...
Turismo e ormeggi
Portosole, l'approdo marino di Sanremo
Un mare di servizi, un mare accogliente per super-yacht  fino a 90 metri, un mare circondato dalla natura. Il Marina di PortoSole dal 1977, anno della sua inaugurazione, è un'eccellenza italiana e internazionale tutta da conoscere.
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 09/08/2020 07:25

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI