Royal Yacht Squadron, 200 anni ma non li dimostra - Report - NAUTICA REPORT
Report / Royal Yacht Squadron, 200 anni ma non li dimostra
Royal Yacht Squadron, 200 anni ma non li dimostra

Royal Yacht Squadron, 200 anni ma non li dimostra

Il Royal Yacht Squadron fu fondato nel 1815 con il nome di The Yacht Club ed ha sede a Cowes sull'isola di Wight. Nel 1820 prese il nome di Royal Yacht Club mentre solo nel 1833 adottò la denominazione attuale.

 

I panfili dei suoi membri adottano il suffisso RYS e sono autorizzati ad esporre la White Ensign della Royal Navy invece della Red Ensign utilizzata per le altre navi registrate nel Regno Unito.
 


 

Il guidone del Club

 

Il Royal Yacht Squadron è il più prestigioso yacht club nel Regno Unito e forse del mondo. La sua club house si trova nel Castello di Cowes. La direttrice del club è la regina Elisabetta II e il commodoro è il principe Filippo.

 

Fu fondato come The Yacht Club il 1 Giugno 1815 alla Thatched House Tavern di St James a Londra da 42 signori amanti dello yachting. I membri fondatori decisero di incontrarsi a Londra e a Cowes due volte l'anno a cena per discutere di yachting. L'adesione fu limitata a coloro che possedevano una barca non inferiore a 10 tonnellate mentre oggi viene subordinata all’accettazione di “persona attivamente interessata allo Yachting".
 


 

Le iniziali del Royal Yacht Squadron

 

Il conte di Yarborough, primo Commodoro dello Yacht Club, accolse il Principe Reggente come membro nel 1817. Nel 1820, quando il principe reggente divenne Giorgio IV il club fu rinominato Royal Yacht Club.

 

Il Club iniziò l'organizzazione di regate come una caratteristica principale del’evento annuale che oggi è conosciuto come Cowes Week. Nel 1833 Guglielmo IV ribattezzò il club, Royal Yacht Squadron.
 


 

La regina Elisabetta II in visita al Royal Yacht Squadron

 

La sua collaborazione con la Royal Navy cominciò presto e l'ammiraglio Sir Thomas Hardy, capitano di Nelson a Trafalgar, guidò la lista dei membri del club. Lo spirito di progetto, la velocità di costruzione e la bellezza degli yacht furono di utilità per la Royal Navy.

 

Nel 1829 l'Ammiragliato concesse il permesso di indossare la White Ensign sul guidone che identifica il Club differenziato con Croce, corona e San Giorgio sullo sfondo bianco.

 

Oggi, il Royal Yacht Squadron rimane uno dei più prestigiosi yacht club del mondo, dopo quasi 200 anni.

 

Dal 2013 il Club ha votato finalmente per l'ammissione alle donne.
 

 

www.rys.org.uk
 

 

 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Santa Lucia, il tragico destino del ''Tram di Ponza''

Affondato il 24 luglio 1943 da un aereo inglese

Costruita nel 1912 dai cantieri del Tirreno di Ancona per la Compag...

La mania dei tulipani

Dal 1636 i bulbi vennero scambiati in borsa

La storia del tulipano affonda le radici non in Olanda, bensì...

Kodachrome Kastelorizo

di Francesca Carignani - Foto di Giovanni Rinaldi

Arrivare a Kastelorizo a distanza di 24 anni dalla prima volta &egr...

Il naufragio del Meduse, 1816

di Fabrizio Fattori

La fregata “Meduse” prese il largo, insieme ad alt...

Barletta: cronaca di una citt invisibile ma disastrata

di Nicola Palmitessa

Tifo per l’Italia, oggi più di prima, perché um...
Turismo e ormeggi
Area marina protetta di Capo Caccia - Isola Piana (SS)
Siamo nella costa ovest, vicino ad Alghero, nell’ampia insenatura di Porto Conte, che va dalla rocciosa penisola di Capo Caccia, sino a Capo Galera, di fronte ci sono le isole Piana e Foradada.    I fondali sono ricchi di c
Fonte: Nur on-line e Nautica Report
Titolo del: 21/06/2021 06:30

© Copyright 2011-2021 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI