Lo schooner America, 1851 - Barche e Navi d'Epoca - NAUTICA REPORT
Barche e Navi d'Epoca / Lo schooner America, 1851
Lo schooner America, 1851

Lo schooner America, 1851

Diede il nome alla celebre competizione

America era il nome dello schooner che vinse il 22 agosto 1851 per la prima volta la coppa delle 100 ghinee messa in palio dalla regina Vittoria di Inghilterra.

 

La nave venne ribattezzata America nel 1862, poi come bottino di guerra Memphis nel 1860 dagli Stati Confederati d'America, e alla fine delle vicende belliche della guerra civile americana fu autoaffondata a Jacksonville nel 1862.
 


 

Ripescata e riattata, venne immessa in servizio con la US Navy riprendendo il nome di America armata con 3 cannoni Dahlgren di bronzo e partecipò al blocco dei porti sudisti.


Rimase in servizio fino al 1873, quando venne radiata e venduta ad un ex generale e uomo politico, Benjamin Franklin Butler, che la tenne in condizioni di esercizio e la fece partecipare a diverse gare.
 

  
 

Dopo la sua morte passò diverse mani fino a che venne restaurata nel 1921 dallo America Restoration Fund, che la donò all'Accademia navale di Annapolis, dove non venne manutenuta.

 

Il 29 marzo 1942 la struttura dove era ricoverata crollò sotto il peso di una nevicata finendo di danneggiarla e i rottami della struttura e della America vennero bruciati nel 1945.
 

  
 

Isola di Wight 1851 - La rotta della competizione

 

Il Royal Yacht Squadron britannico, che schierava per l'occasione 14 imbarcazioni sfidò il New York Yacht Club, che decise di partecipare con lo schooner 'America', in un percorso attorno all'Isola di Wight. America vinse con 8 minuti di distacco sulla seconda barcala britannica Aurora, aggiudicandosi la coppa che era stata messa in palio per celebrare la prima esposizione universale di Londra.

 

Interessante è un aneddoto ove la regina Vittoria, saputo della vittoria di America, avrebbe chiesto quale barca fosse giunta seconda, sentendosi rispondere "There is no second, your Majesty" per il grande distacco acquisito sulla seconda. Da qui nascerebbe il motto dell'America's Cup "there is no second", non c'è secondo. La coppa in palio si chiamava "Coppa delle cento ghinee" (tanto infatti era costata) o anche "Queen's Cup", ma da allora quella sfida fu chiamata America's Cup e la coppa cambiò nome in "coppa America".
 

  
 

La replica dello shooner America

 

Nel 1967 venne costruita una replica moderna della nave America, che partecipa a crociere competitive e vigilanza alle balene nei dintorni del Maritime Museum of San Diego, San Diego, California.

 

Leggi in allegato l'articolo di Stéphan Jules Buchet
 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

XVI raduno Vele Storiche Viareggio, la Versilia diventa capitale delle vele díepoca

Dal 14 al 17 ottobre 2021

Fervono i preparativi per il XVI Raduno Vele Storiche Viareggio, le...

Rijoro, 1947

SLOOP AURICO

Rijoro è un Wianno Senior, daysailer da regata con deriva mo...

Royono, 1936

YAWL MARCONI O BERMUDIANO

Il nome di questa imbarcazione, nata con il nome di Mandoo II, prog...

Lulworth, 1920: il restauro del secolo

CUTTER AURICO

"Consumato dal tempo e dall'abbandono".   ...

M/Y Madiz, 1902

ROYAL PATROL YACHT

Madiz è un grande yacht in acciaio costruito nel 1902 nei Ca...
Turismo e ormeggi
Punta Palascža o Capo d'Otranto (LE)
Il punto piý orientale d'Italia
« I pescatori del tratto di mare tra la Torre del Serpe e la Palascìa raccontano che in certe giornate, quando le nuvole in cielo sono gonfie di pioggia e il sole le illumina come fossero vele, sulla superficie dell'acqua si pu&og
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 24/09/2021 07:35

© Copyright 2011-2021 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI