Maratea (PZ) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Maratea (PZ)
Maratea (PZ)

Maratea (PZ)

Maratea è l'unico sbocco della Basilicata sul Mar Tirreno. Le sue origini risalgono all'età del Bronzo

 

La città è situata alle pendici del Monte San Biagio, dominante il golfo di Policastro, dove si affacciano bellissime spiagge.
 


 

Maratea - Panorama del Cristo Redentore e del porto - Da www.grandhotelpianetamaratea.it

 

Il versante sulla costa è occupato da un Belvedere con la Statua del Redentore, opera dello scultore Bruno Innocenti. All'interno del paese si possono visitare le famose 44 chiese

 

Lungo la costa si possono ammirare numerose torri di avvistamento realizzate nel XVI sec. Maratea ha un'economia concentrata quasi tutta sul turismo estivo.

 


 

Maratea - Villaggio Camping Maratea - Spiaggia Camping

 

Le bellissime strutture ricettive accolgono ogni anno non solo turisti Italiani ma anche stranieri.


Molti sono gli eventi estivi, come Marajazz, Marateatro, Maratea Musica Festival e da non perdere il "Premio Caseus". In località Marina è possibile visitare le suggestive grotte di Maratea. Da vedere il borgo antico, in posizione più elevata, e la piazzetta.


Maratea è una delle principali mete turistiche della regione, tanto da venire spesso soprannominata la perla del Tirreno per le peculiarità artistiche e storiche e per i suoi pittoreschi paesaggi costieri e montani.
 


 

Maratea - La costa - Da www.villacheta.it

 

Immaginate decine e decine di chilometri di scogliera frastagliata di grotte, faraglioni, strapiombi e morbide spiagge davanti a un mare ora spalancato e aperto, ora chiuso in rade piccole come darsene.

La separa da una catena dolomitica, tutta rocce color carnicino, punteggiata di villaggi semiabbandonati e antiche torri saracene, un declivio boscoso rotto da fiumiciattoli e torrenti e sepolto sotto le fronde dei lecci e dei castagni.
 


 

Maratea - La costa frastagliata


Unico comune della provincia ad affacciarsi sul mare, si estende per circa 32 km sul Mar Tirreno. La sua costa, incastonata in una singolare posizione geografica ed ambientale, è variegata di insenature e grotte, scogli e secche. Numerose e caratteristiche le spiagge costiere, di fronte ad una delle quali emerge l'isola di Santo Janni.

Degni di attenzione sono i fondali e le 131 grotte marine e terrestri, delle quali alcune hanno restituito fossili e reperti preistorici. Su tutte spicca la Grotta di Marina con stalattiti e stalagmiti.

 


 

Maratea - La Grotta Marina - Foto di Luigi Campagna

 

Inoltre, le montagne dell'entroterra, arrivando con i loro costoni direttamente sul mare, creano un forte contrasto visivo di mare e monti, che dà vita a pittoreschi panorami e scorci visivi.

 

Nel 1990 il presidente della Repubblica Francesco Cossiga ha insignito il comune di Maratea con il titolo onorifico di "Città", titolo che la cittadina già vantava dal 1531 per decreto di Carlo V d'Asburgo.


Il paesaggio costiero di Maratea è tipicamente mediterraneo: un magnifico alternarsi di ripide falesie, promontori a picco sul mare e minuscoli lembi di sabbia lambiti da un mare cristallino.
 


 

Maratea - Insenatura e spiaggia


L'entroterra è costituito da poderosi rilievi, che appaiono ora aspri e brulli, ora ricoperti da rigogliosi lecceti e pinete.

La sua storia ha lasciato numerose testimonianze artistiche ed architettoniche, talora concentrate nello spazio di poche decine di metri, con fondali marini profondi incontaminati e particolarmente apprezzati dai subacquei.

Fitte praterie sono popolate da una ricca fauna marina, e talvolta celano straordinari tesori archeologici.
 


 

Maratea - Fondali
 

Turismo

 

Le bellezze artistiche e naturali e l'ampia varietà delle proposte culturali, le infrastrutture alberghiere, spesso con animazione, di cui è dotata, rendono Maratea una meta turistica attraente ed apprezzata.

 

Se i primi tentativi di lanciare la città nel campo turistico risalgono ai primi del secolo, solo a partire dalla fine degli anni cinquanta del XX secolo, grazie all'opera di Stefano Rivetti di Val Cervo, Maratea è diventata una delle principali mete turistiche della Basilicata, sviluppando una grande considerazione nel panorama nazionale.
 


 

Maratea - Centro storico
 

In campo internazionale, il Sunday Times nel 2003 la indicò come una delle «dieci perle nascoste d'Europa»; mentre nel 2006 il Financial Times la definì più semplicemente «una gemma».

 

L'attrattiva si concentra principalmente sulla balneazione, ma negli ultimi anni Maratea è stata capace di attrarre turisti anche grazie ai suoi luoghi di interesse artistico.
 


 

Maratea - Le barche dei pescatori

 

Praticamente inesistente però è il turismo legato ai beni storici, di cui il territorio è molto ricco.

 

Cucina

 

L'originalità della cucina di Maratea sta nella capacità di trarre sapori dalle cose più semplici, di miscelare gli ingredienti, tutti provenienti dalle campagne e dal mare di Maratea, esaltando anche i piatti più poveri. ma con sapori forti e a volta delicati, con una forte prevalenza di tutto ciò che è legato al maiale, che per la  Lucania ( vedi la Lucanica ) rappresenta un vero è proprio "humus" culturale.
 


 

Bucatini alla Marateota - Da www.vivereinbasilicata.it

 

Le verdure spesso vengono gustate come primo piatto, da sole o accompagnate da legumi o pasta: i legumi, i cereali, gli ortaggi e le erbe aromatiche sono la base di piatti dal gusto deciso e nel contempo armonico.

 

La pasta, lavorata a mano con sola farina di grano duro, sale ed acqua, è costituita da fusilli, lagane, maccaroni, strangolapreti, tutti accompagnati da ottimi ragù di carne o con i suddetti legumi o verdure. Un piatto da non perdere i bucatini alla Marateota

 

Il porto di Maratea

 

Il porto di Maratea è situato al centro del territorio comunale del comune omonimo allo sbocco della valle, nella parte orientale del golfo di Policastro; protetto da due moli frangiflutti , quello Nord, angolare  e lungo 275 m e il molo Sud di 260 m posizionato per ovest / nord - ovest. 
 


 

Maratea - Il porto

 

Per l’accesso da mare la regola è di tenere una distanza non inferiore a 50 metri rispetto ai  due fanali collocati sulla testata dei 2 moli frangiflutti. Si suggerisce l'imbocco nel porto da Nord Ovest e preferibilmente con mare piatto , di giorno.  Se si proviene da est  potrebbe risultare difficoltoso scorgere l'ingresso per l'illusione ottica di una parete ininterrotta del molo.
 
COORDINATE

MARATEA
39°59',16 N 15°42',59 E

PER CONTATTARE IL PORTO
VHF canale 6
E-mail: maratea@guardiacostiera.it
Telefono: 0973-877120
 

Titolo del:

Tags

Basilicata, Mar Tirreno, Monte San Biagio, golfo di Policastro, Marajazz, Marateatro, Maratea Musica Festival
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Otranto (LE) - ''Messaggero di Pace''

Otranto è un comune della provincia di Lecce in Puglia, situato sulla costa adri...

Porto Badisco (LE) - L'approdo di Enea

Porto Badisco è una nota località balneare situata nel territorio del com...

Vieste (FG)

Vieste è un comune della provincia di Foggia, in Puglia. Stazione balneare garga...

Isola di Ventotene - I. Pontine (LT)

Ventotene e la vicina isola minore di Santo Stefano, entrambe appartengono all'arci...

Castelsardo (SS)

Castelsardo è un comune della provincia di Sassari in Sardegna. Si affaccia...
Turismo e ormeggi
Otranto (LE) - ''Messaggero di Pace''
Otranto è un comune della provincia di Lecce in Puglia, situato sulla costa adriatica della penisola salentina.   Il capo omonimo, chiamato anche Punta Palascìa, a sud del centro abitato, è il punto geografico pi
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 14/11/2019 07:30

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI