Isola del Toro - Sulcis (CI) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Isola del Toro - Sulcis (CI)
Isola del Toro - Sulcis (CI)

Isola del Toro - Sulcis (CI)

L'isola il Toro, o isola del Toro è un isolotto di origine vulcanica, disabitato, fa parte dell'arcipelago del Sulcis, in Sardegna.

 

L'isolotto, arido, impervio e scosceso, è il più remoto della Sardegna. Ha una forma conica e presenta una vegetazione arborea pressoché assente (limitata a una specie introdotta dall'uomo: Nicotiana glauca) ed una vegetazione erbacea poco variata, ma n buona parte composta da endemismi.
 


 

Nicotiana glauca - Foto da www.actaplantarum.org

 

Sono presenti numerose specie di insetti e di altri invertebrati. Quale endemismo si trova sull'isola una particolare sottospecie di lucertola tirrenica, che appunto vive solo qui, detta Podarcis tiliguerta toro (detta così dal nome dell'isola); presente anche il piccolo geco Phyllodactylus europaeus.

 

L'isolotto è un importante sito di nidificazione per diverse specie di uccelli marini, quali la Calonectris diomedea e soprattutto per il falco della Regina che, in analogia con le altre isole del Sulcis, in questo luogo nidifica annualmente, vi permane dalla primavera a tutta l'estate, migrando in autunno in Madagascar, dove sverna. Sono numerosi i conigli, introdotti dall'uomo. È una delle poche isole italiane che non sono state raggiunte dai ratti.
 

  
 

Falco della Regina - Foto da www.juzaphoto.com

 

Rappresenta il punto geografico più a Sud del territorio sardo, è situata a sud dell’Isola di Sant'Antioco, dalla quale dista 7 mn.

 

La sua geologia è caratterizzata da rocce vulcaniche del terziario (trachite alcalina olocristallina), la superficie rocciosa è aspra e scoscesa, abbondantemente erosa e modellata dalle forze del mare e dal vento con quasi totale assenza di terriccio utile alla vegetazione.
 

  
 

L'isola del Toro vista da Sud-Ovest - Foto da gruppoornitologicosardo.blogspot.com

 

La forma è quasi circolare (diametro 350-400 metri), misura circa 11 ettari di superficie, e si innalza con forma tronco conica alquanto ripida sino alla quota massima di 112 m s.l.m. in corrispondenza del vecchio fanale di avvistamento per segnalazione ai naviganti, da diversi anni alimentato a pannelli solari, che è raggiungibile mediante una scalinata di pietra scolpita nella roccia.

 

L'isola non possiede approdi protetti, non possiede riserve di acqua o risorse diverse di alcun tipo.

 

COORDINATE

ISOLA DEL TORO

38°51′40″N 

8°24′36″E
 
In Barca: Sant'Antioco
 

Titolo del:

Tags

sardegna, arcipelago del sulcis, Isola di Sant'Antioco
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Capo Palinuro e le sue grotte (SA)

Le suggestive grotte del Capo Palinuro, che oggi si specchiano in un mare cristallino, ...

Isola di Barbana - Laguna di Grado (GO)

Barbana è un'isola posta all'estremità orientale della laguna di ...

Nisida - I. Flegree (NA) - L'isola della speranza

Nisida è una piccola isola appartenente all'arcipelago delle isole Flegree, ...

Barletta (BT) CittÓ d'Arte

Barletta è un comune, capoluogo insieme ad Andria e Trani, della provincia di Ba...

Castagneto Carducci e Bolgheri (LI)

Castagneto Carducci è un comune della provincia di Livorno, Bolgh...
Turismo e ormeggi
Capo Palinuro e le sue grotte (SA)
Le suggestive grotte del Capo Palinuro, che oggi si specchiano in un mare cristallino, circa 130.000 anni fa (fase glaciale Riss), erano circondate da un paesaggio completamente diverso.   Il mare arretrando per centinaia di metri da
Fonte: capopalinuro.it e Nautica Report
Titolo del: 26/11/2020 07:15

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI