San Giuseppe Due, 1967. La prima spedizione italiana in Antartide - Barche e Navi d'Epoca - NAUTICA REPORT
Barche e Navi d'Epoca / San Giuseppe Due, 1967. La prima spedizione italiana in Antartide
San Giuseppe Due, 1967. La prima spedizione italiana in Antartide

San Giuseppe Due, 1967. La prima spedizione italiana in Antartide

MOTOVELIERO ARMATO A FELUCA

Il San Giuseppe Due è un motoveliero lungo fuori tutto 22 metri e largo 4, ha un dislocamento dI 36 tonnellate ed una superficie velica di 120 metri.

 

Dispone di cinque cabine doppie, di serbatoi per 2.000 litri per acqua di lavanda e contenitori damille litri per acqua minerale. Ha un motore da 160 Hp ed è armato con vele latine.
 


 

Lo scafo, costruito a Torre del Greco, è in legno ed è particolarmente robusto: quercia nell’opera viva, fino al trincarino in iroko, e coperta in teak. Gli alberi in pitch-pine e le antenne in douglas. Notevoli le caratteristiche nautiche. Per la traversata dello stretto di Drake fu montato un bompresso polare,più corto.

 

Nel 1969 all'epoca della prima spedizione, non esistevano sistemi altamente tecnologici oggi comunemente utilizzati, soprattutto quelli inerenti alle comunicazioni come i telefonini satellitari e gli strumenti di rilevamento della posizione GPS.
 


 

Il San Giuseppe Due in Antartide

 

Sul “San Giuseppe Due” la navigazione veniva compiuta con le tecniche della “vecchia” marineria velica, non essendo stato montato nemmeno il radar.”

 

Leggi l'articolo su Altomare Blu: San Giuseppe Due: Spedizione italiana in Antartide
 

Leggi anche:

 

Cantieri navali Palomba Torre del Greco: M/v San Giuseppe Due – Una barca in Antartide
 

Giovanni Ajmone Cat: Passione e Avventura

 

Caratteristiche
 

CANTIERE:

LOCALITÀ:

ANNO COSTRUZIONE: 

LUNGHEZZA F.T.: 

LUNGHEZZA AL GALLEGGIAMENTO:

LARGHEZZA AL BAGLIO: 

IMMERSIONE MEDIA:

IMMERSIONE max: 

STAZZA LORDA

DISLOCAMENTO: 

ALTEZZA ALBERI:

BOMPRESSO ORIENTABILE:

ARMAMENTO VELICO: 

SUPERFICIE VELICA: 

APPARATO MOTORE:

 

CAPACITA’ GASOLIO:

ACQUA POTABILE:

A. Palomba & Eredi

Torre del Greco (NA)

1967/1968

22,00 mt

16.80 mt

4.70 mt

2.80 mt

3.10 mt

25.35 tsl

35.90 t

7 e 6 mt

2.00 a 1.00 mt

a feluca

120 mt max

N° 1 diesel Volvo-Penta – 6 cilidri 

N° 1 diesel Volvo Penta 2 cilindri Kw 6.3

3.430 – max 3.780 lt

514 – max 864 lt 

 

sangiuseppedue.it
 

Titolo del:

Tags

Torre del Greco, Cantieri navali Palomba, A. Palomba & Eredi
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Royono, 1936

YAWL MARCONI O BERMUDIANO

Il nome di questa imbarcazione, nata con il nome di Mandoo II, prog...

HMS Caroline al Titanic Belfast

Ultima nave superstite della battaglia dello Jutland

Il restauro di questa splendida nave è stato pensato per ess...

Bona, 1934

SLOOP MARCONI O BERMUDIANO

Una targa in pozzetto ricorda: “Bona, 8 Metri Stazza Internaz...

Lulworth, 1920

CUTTER AURICO

"Consumato dal tempo e dall'abbandono".   ...

The Lady Anne, 1912

CUTTER AURICO

The Lady Anne, uno dei rari 15 Metri Stazza Internazionale ancora n...
Turismo e ormeggi
Area Marina Protetta Secche della Meloria (LI)
L'Area Marina Protetta Secche della Meloria, si trova nel bacino nord occidentale del Mediterraneo ed è situata a 3 miglia dalla costa livornese.
 
  La Torre della Meloria, da sempre meta delle gite d
Fonte: parks.it e Nautica Report
Titolo del: 15/11/2019 07:00

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI