Naval Tecno Sud: la sosta in secco ''CE''... Il ''Made in Italy'' a prova d’invaso ! - Tecnica e manutenzione - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Isola di Ustica (PA) Tra le più belle e incontaminate isole del Mediterraneo
Ustica è un comune della provincia di Palermo in Sicilia che coincide con l'isola omonima.   Tra le più belle e incontaminate isole del bacino del Mediterraneo. Pittoresca e coloratissima, anche nei murales che decor
Fonte: sicilia.it e Nautica Report
Titolo del: 15/01/2019 07:00
Tecnica e manutenzione / Naval Tecno Sud: la sosta in secco ''CE''... Il ''Made in Italy''...
Naval Tecno Sud: la sosta in secco ''CE''... Il ''Made in Italy'' a prova d’invaso !

Naval Tecno Sud: la sosta in secco ''CE''... Il ''Made in Italy'' a prova d’invaso !

di Sacha Giannini

Non dimentichiamo che la barca non è un “pesce” che vive sott’acqua o una “paperella” nata per galleggiare !

 

Il suo elemento naturale non è ( solo ) il mare. L’ingegno umano che l’ha creata ne giustifica il proprio “adattamento” in acqua in una tentata e più naturale possibile convivenza e resistenza.

 

La barca si identifica, si completa e viene quindi ospitata, lì dove resine, acciai, allumini e un pò meno i legni, sono indeboliti e attaccati di continuo sopra e sotto il galleggiamento.

 

Le barche, un po’ come alcuni mammiferi marini, si adattano alla vita acquatica, ne assumono le caratteristiche e il trasformismo fisiologico, ma hanno polmoni e pelli “terrestri” che necessitano anche di ossigeno e di aria per respirare, riposare e proteggersi.

 

Non sottovalutiamo dunque l’importanza di un giusto equilibrio “acqua/aria” per mantenere in salute le nostre amate barche … per rinnovare “protezioni cutanee” e per scongiurare future sorprese.

 

Mettiamole dunque anche in secco, in meritato riposo, controlliamole e prendiamocene cura, sostenendole però correttamente, senza stress, imitando per punti una più uniforme reazione di galleggiamento.

 

... Non facciamole soffrire, assecondiamole e col giusto riguardo osserviamole nude, nell’armonia delle proprie forme, vestite d’intimo e di soli “tacchi” a spillo !

 

In fondo le barche sono un po’ come le donne… soffrono ma quando si levano i “tacchi” sorridono nuovamente!

 

 

Questa è la filosofia che da diversi anni contraddistingue la Naval Tecno Sud, un’azienda barese specializzata nella progettazione e nella realizzazione di prodotti ad hoc per la cantieristica navale che produce una vasta gamma di cavalletti, puntelli, invasi, tacchi, selle, carrelli, bilancini e attrezzature per il trasporto di grandi yachts su nave.
 


 

Barbara e Roberto Spadavecchia titolari della Naval Tecno Sud 

 

Sono tutti prodotti certificati CE in un processo interamente “Made in Italy”, dalla progettazione, costruzione, montaggio, imballaggio, spedizione e assistenza post vendita.

 

Tutti i prodotti della Naval Tecno Sud garantiscono alti requisiti di qualità e affidabilità ma soprattutto il punto di forza dell’azienda barese è la certezza e la coerenza di essere nati appositamente per il settore cantieristico navale, per un più agevole, pratico e sicuro posizionamento a terra delle barche ottimizzandone i tempi e il lavoro, l’incolumità degli operatori coinvolti e la pulizia del cantiere.

 

La flessibilità, la modularità, la semplicità di utilizzo, la praticità, la personalizzazione e la standardizzazione del processo sono i punti chiave del loro successo.

 

Vediamo brevemente quali sono i basilari da tenere sempre a mente nella corretta operazione di alaggio e di posizionamento a terra per “adagiare” la nostra barca.

 

Invasi , puntelli, tacchi, cavalletti nei punti cruciali, la barca perfettamente in piano e poggiata scaricando buona parte del proprio peso in chiglia, distribuito anche in “selle” per madieri o in “culle” da bagli personalizzate.

 

La giusta distribuzione dei carichi, un perfetto equilibrio statico, una corretta pressione a tutti i punti stabiliti d’appoggio ed evitando ogni possibile sollecitazione rischiosa alle appendici e accessori sono alla base di un “alloggiamento a regola d’arte”.

 

Le tacche laterali o puntelli devono sopportare soltanto la spinta necessaria a mantenere in equilibrio e in posizione la barca, senza dunque sostenerne il peso assorbendone una minima spinta. Questa è la regola generale a patto che il laminato o la struttura non sia fatta di cartapesta !!

 

Non sottovalutiamo poi l’importanza del terreno, le caratteristiche e la solidità del piano di calpestio ( piazzale ) e del suo carico ammissibile per metro quadro, stabilendo così il giusto passo dei sostegni.

 

Eventuali assestamenti possono provocare deformazioni o avvallamenti nel profilo del fasciame con rischi di danni strutturali, delaminazioni e scollamenti del ragno e/o controstampi e provocare la classica “bozza” ...non solo antiestetica !

 

Sono pochi gli invasi fatti veramente bene, nati e pensati per tale scopo. Spesso bidoni d’olio, blocchi di cemento, pali di legno caricati a compressione e altri appoggi instabili di fortuna affollano piazzali e cantieri in… improbabili acrobazie di in-stabilità e di sicurezza.
 



 

Invasare una barca non è da tutti ! Ci vuole conoscenza e professionalità senza nessuno sconto e l’uso di attrezzature di sostegno a … prova di equilibrio.

 

La Naval Tecno Sud, affermatasi con successo anche in ambito internazionale, utilizza grandi e piccoli accorgimenti per rendere la taccata il più possibile pratica, veloce e sicura:

  • Comodi agganci per collegare i vari cavalletti creando un solido invaso in sicurezza.

  • Solidi, pratici e funzionali spinotti per favorire in sicurezza l’inclinazione regolabile e l’estensione del telescopio.

  • Snodo a sfera che consente un’oscillazione graduale a 360°, senza mai “mettersi a taglio” per non danneggiare le carene, agevolando la manutenzione e lubrificazione.

  • Comoda presa per agire sulla vite di regolazione, per l’ultima fase della taccata.

  • Comoda maniglia per estendere il telescopio.

 


 

Tutti i materiali utilizzati sono di primaria scelta e muniti di certificato di ferriera attestante la qualità di prodotto, e le caratteristiche meccaniche. La Società è inoltre specializzata nella produzione di rastrelliere e scaffali porta barche a più piani per “porti a secco” e altri articoli per la cantieristica navale e per la sicurezza nelle aree tecniche.

 

La praticità della taccata, l’ottimizzazione degli spazi nei cantieri ed il potenziamento di prodotti già presenti sul mercato attraverso la certificazione e zincatura a caldo sono i molteplici vantaggi offerti dalla Naval Tecno Sud.

 

Ogni prodotto viene consegnato e fornito con una serie di documenti d’accompagnamento:

  • Manuale per l’uso e la manutenzione

  • Attestazione delle verifiche di calcolo

  • Certificazione ce

  • Disegni di assieme della parte metallica

  • Garanzia 24 mesi

Il “CV50” (cavalletto verticale con telescopio e vite di regolazione ) o il “TAF100” (tacco fisso con singola portata di 100 tonnellate studiato per puntellare la chiglia di mega yacht a motore con dislocamento anche fino a migliaia di tonnellate ), il “TAR2T100”, il “SET“ o il “modulo per barche a vela”, i “moduli per trasporto su navi” e tanti altri prodotti specifici per la cantieristica navale sono solo alcuni esempi della Naval Tecno Sud per posizionare a terra un’imbarcazione a regola d'arte ! specie se costruita in vetroresina e specie se si prevede di lasciarla a terra per un lungo periodo (alcuni mesi).

 

Non esistono vere e proprie normative per le operazioni di alaggio, varo e movimentazioni a terra, con la esclusione delle invasature carrello rimorchiabile (norme del codice della strada), a parte quella della buona tecnica ingegneristica, del buon senso e dell'esperienza nel campo. Alcune ordinanze emanate dai compartimenti marittimi zonali regolamentano tali operazioni, eventuali preventive formalità da espletare e norme speciali da adottare da parte dei cantieri navali.

 

Una importante prescrizione tecnica, secondo me condizione necessaria, è quella di nominare sempre un “Direttore tecnico” , munito dei titoli previsti dal REGOLAMENTO DI ESECUZIONE AL CODICE DELLA NAVIGAZIONE - TITOLO IV - CAPO VI - “ Delle Abilitazioni Professionali del Personale Tecnico addetto alle costruzioni navali ”.

 

Il direttore tecnico è ritenuto personalmente responsabile della corretta esecuzione delle manovre e dell'adozione delle cautele, impartite all'occorrenza dall'Autorità Marittima o suggerite dalla esperienza marinaresca.

 

Condizione fondamentale al momento dell’insellamento delle unità sulle apposite invasature è quella di accertarsi che dette unità abbiano un dislocamento pari o inferiore alla capacità dell’invaso.

 

Ideale sarebbe disporre di un supporto (invaso) realizzato “su misura” e che permetta solo un minimo di regolazione ( senza spinte laterali ) sui punti di appoggio e avendo cura di sceglierli in corrispondenza di strutture di rinforzo (paratie, madieri, longheroni, ecc.). Così facendo si eviterà di sottoporre tutta la struttura a sollecitazioni anomale che in casi estremi possono portare anche a danni strutturali permanenti e delaminazioni.
 


 

Culla su misura per My Song, la maxi barca a vela varata dal cantiere finlandese Baltic Yacths.

 

Gli articoli prodotti dalla Naval Tecno Sud sono molti e le soluzioni proposte spaziano dagli invasi, cavalletti, puntelli, tacchi, selle fisse e trasportabili con carrelloni motorizzati, bilancini, carrelli trainati e stive e/o scaffali per natanti, scale, trabattelli e pannelli per verniciature.

 

Vediamo solo alcuni prodotti di successo dell’azienda barese utilizzati da molti importanti cantieri nazionali ed internazionali:

 

Tacco fisso per chiglia: con portate da 5 a 100 tonnellate cadauno può essere utilizzato come invaso laterale per grandi barche a motore e per puntellare la prua e la poppa di barche a vela.
 


 

Tacco regolabile doppio telescopio: cavalletto per la chiglia dotato di telescopi e viti di regolazione, realizzato in varie altezze ed ideale per tutte le tipologie di barche a motore.
 


 

Puntello verticale: Ideale per essere posizionato sui pattini di poppa di piccole, medie e grandi barche a motore e nelle misure più alte può essere usato per puntellare prua e poppa di barche a vela.
 


 

Cavalletti inclinazione fissa vela e motore: per barche a vela e grandi barche a motore. Collegandoli con barre di accoppiamento e catene con tenditori, creano un invaso in estrema sicurezza. Nelle grandi barche a motore, viene posizionato al traverso e verso la prora per meglio “abbracciare” la carena. Dotato di telescopio e vite di regolazione.
 


 

Modulo per barche a vela: È un modulo composto da due cavalletti con inclinazione regolabile ed un puntello centrale, con altezze variabili, tutti collegati tra loro con barre di accoppiamento scorrevoli, catene e tenditori.

 

Ideale per taccare in massima sicurezza qualsiasi tipo di barche a vela, soprattutto quelle con carena delicata, in quanto il peso della barca viene distribuito sul bulbo e in parte sui puntelli centrali e sui cavalletti laterali che grazie alla regolazione dell’inclinazione raggiungono i punti più solidi della carena.
 


 

Sella per barche a vela: Invaso trasportabile con carrelli motorizzati dotati di forche e traversine che consentono di sollevare barca e sella in contemporanea. Viene realizzato in varie misure di larghezza, in relazione all’interno ruote del carrello e in varie lunghezze.
 


 

La Naval Tecno Sud, sempre attiva alla ricerca di nuovi prodotti o ad ottimizzare attrezzature già esistenti per i Cantieri Navali, è da anni presente nei più importanti saloni nazionali e internazionali per far conoscere la qualità, l’originalità e lo stile italiano nel mondo.

 

Naval Tecno Sud pensa dunque al mondo dei cantieri e così anche gli invasi hanno ora... anima e stile!
 


 

Sella invaso per barca a vela da 50 tonnellate per il cantiere navale Cogeman di Fiumicino ( Roma )

 

Arch. Sacha Giannini

+39 338 44 02 633

 

Fonte: Nautica Report
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

In barca con il motore efficiente ed i ricambi giusti

di Giulio Galassi

Spiagge seducenti, coste frastagliate, isole da sogno. Questa &egra...

La termografia infrarossa CND nella nautica

di Emidio Collevecchio

L’utilizzo della Termografia Infrarossa CND può contri...

Naval Tecno Sud presenta il nuovo carrello di movimentazione per barche e gommoni

La Naval Tecno Sud propone sul mercato il nuovo carrello di movimentazione su piazzali ...

Futura SpA: piattaforme e pontili che sfidano il tempo

Futura è una azienda nata nel 1991 all’interno del System Group, gruppo le...

Rototec SpA presenta la Colonnina Point, design innovativo e 100% Made in Italy

Rototec S.p.A., azienda certificata ISO 9001:2008, è nata nel 2000 e due an...

© COPYRIGHT 2011-2018 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI