Royal Cork Yacht Club, il più antico yacht club del mondo - Yacht Club Storici - NAUTICA REPORT
Yacht Club Storici / Royal Cork Yacht Club, il più antico yacht club del mondo
Royal Cork Yacht Club, il più antico yacht club del mondo

Royal Cork Yacht Club, il più antico yacht club del mondo

E' in Irlanda che nacque il Water Club of the Harbour of Cork

Agli inizi del 1600, l'idea di navigare per il piacere privato iniziò a prendere piede nei Paesi Bassi.

 

Più tardi in quel secolo, durante gli anni di Cromwell, mentre il re Carlo II d'Inghilterra era in esilio nei Paesi Bassi ci si rese conto di questo nuovo ed eccitante passatempo.
 


 

Carlo II d'Inghilterra 1670

 

Nel 1660 dopo la restaurazione alla corona inglese e il ritorno dall'esilio, Carlo II si presentò, su di uno yacht chiamato Mary dagli olandesi, navigando con entusiasmo sul Tamigi. Presto molti dei suoi cortigiani seguirono il suo esempio, di questi uno era Murrough O'Brien, sesto Lord Inchiquin (Murrough of the Burnings).

 

Sappiamo che non solo avesse frequentato la corte del re Carlo dal1660 al 1662, ma che era stato nominato anche il primo Conte di Inchiquin dal re nel 1664.
 


 

The cove and harbour, County Cork Ireland | Poster

 

La navigazione privata iniziò a diventare popolare nel porto di Cork poco dopo il ritorno di O'Brien, molto probabilmente grazie al suo diretto incoraggiamento.

 

Nel 1720, l'interesse per questo sport progredì così tanto che il suo pronipote, il 26enne William O'Brien, nono Lord Inchiquin e cinque dei suoi amici si riunirono per formalizzare le loro attività fondando così il "Water Club of the Harbour of Cork“, conosciuto oggi come il Royal Cork Yacht Club il più antico yacht club del mondo.
 


 

Il guidone del Club

 

Le vecchie regole

 

I fondatori facevano base sulla Hawlbowline Island presso la dimora di Lord Inchiquin.

 

Da quel castello dettavano i regolamenti decidevano delle adesioni le adesioni secondo una serie di regole a noi note oggi come "Le vecchie regole".
 


 

Hawlbowline Island - Irlanda del Nord

 

Poco prima 1806 il Club si trasferì nella vicina città di Cove come decise l'Ammiragliato britannico avendo necessità dell'isola di Hawlbowline.

 

La Rivoluzione americana e poi la Rivoluzione francese furono fattori importanti nella decisione della Royal Navy per organizzare la loro presenza nel porto sicuro e strategico di CorkKinsale era stato il principale centro navale della costa fino al momento in cui il porto aveva iniziato ad insabbiarsi causando problemi per le navi da guerra divenute più grandi e pesanti.

 

Cork Harbour Water Club

 

Nel 1806 il Water Club of the Harbour of Cork aveva cominciato a riferirsi a se stesso come il Cork Harbour Water Club. Durante il 1820, seguendo la moda dei pochi altri club che erano comparsi da allora, cambiò il nome per includere la parola "Yacht"  lasciando cadere la parola "Water" e divenne noto come il Cork Harbour Yacht Club.

 

Più tardi in quel decennio cadde anche "Harbour" e divenne Cork Yacht Club. Nel 1831 il re Guglielmo IV concesse al club il privilegio di usare il prefisso " Royal" e divenne noto come Royal Cork Yacht Club.
 


 

Il porto di Cork - Irlanda del Nord

 

Il Club usò come circolo diversi locali a Cove ma alla fine, nel 1854, si trasferì in un magnifico nuovo edificio costruito dall'ammiraglio JH Smith Barry. L'idea di questa costruzione, che sorge tutt'oggi direttamente sul lungomare, era quella che il Club diventasse non solo un importante centro nautico, ma anche un luogo di incontro per la società di Cork.

 

Il Club era molto esclusivo tant'è che molti pretendenti rimasero delusi dall'esclusione. Un candidato che ebbe la fortuna di essere ammesso fu il principe Ferdinando Massimiliano d'Austria, futuro imperatore del Messico. Il principe era un fratello dell'imperatore Francesco Giuseppe e fu il fondatore della Marina Imperiale austriaca. Una riunione straordinaria del comitato generale fu convocato il 30 Novembre 1858 per prendere in considerazione la possibilità di concedere a Ferdinando il permesso di partecipare al ballottaggio per l'adesione.
 


 

Ferdinando Massimiliano d'Austria

 

Molti membri ritenevano che "l'ammissione di stranieri" nel Club potesse causare ai Signori dell'Ammiragliato la perdita di alcuni privilegi. Dopo che la questione fu discussa, per un certo periodo di tempo fu permesso a Ferdinando di andare avanti e di essere eletto e riconosciuto.

 

Uno dei primissimi eroi sportivi ad essere ammesso al Club, nel 1900, fu Sir Thomas Lipton che sfidò la Coppa America con la sua famosa serie di yacht di nome Shamrock.

 

Il resto è storia dei nostri giorni su www.royalcork.com

 

Titolo del:

Tags

Cromwell, Carlo II d'Inghilterra, Tamigi, Yacht Club Inglesi, Murrough O'Brien, Lord Inchiquin, porto di Cork, Water Club of the Harbour of Cork
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Associação Naval de Lisboa, 1856

Il più antico yacht club della Penisola Iberica

Il Club fu costituito con il nome di Real Associaç&atil...

Royal Norwegian Yacht Club

Johan Anker, campione di vela e yacht designer presiedette il Club dal 1916-19 e dal 1921-25

Il Royal Norwegian Yacht Club: (Kongelig Norsk Seilforening, K...

Newport Harbor Yacht Club, 1916

I suoi primi 100 anni di storia

La storia del Newport Harbor Yacht Club, fondato nel 1916, è...

Yacht Club de Monaco, l'arte di vivere il mare

I grandi eventi sportivi degli ultimi 30 anni...

Sotto la guida dei suoi Princes, il Principato di Monaco&...

Royal Yacht Squadron, 204 anni ma non li dimostra

Il Royal Yacht Squadron fu fondato nel 1815 con il nome di The Yacht Clu...
Turismo e ormeggi
Paola (CS) Città di San Francesco
Paola è un comune in provincia di Cosenza in Calabria.    È principalmente conosciuta per aver dato i natali a San Francesco di Paola ed ospita il Santuario del Santo, centro dell'ordine dei frati minimi.
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 25/08/2019 07:10

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI