Zuccon International Project reinterpreta in modo innovativo il tradizionale concetto di barca - Yacht - NAUTICA REPORT
Yacht / Zuccon International Project reinterpreta in modo innovativo il t...
Zuccon International Project reinterpreta in modo innovativo il tradizionale concetto di barca

Zuccon International Project reinterpreta in modo innovativo il tradizionale concetto di barca

Bernardo e Martina Zuccon firmano il nuovo BGX70, imbarcazione nata da un’idea di Luca Santella, fondatore di Bluegame, e presentata al Cannes Yachting Festival 2019.

 

La nuova imbarcazione, lunga 21 metri, stupisce per alcune caratteristiche inedite e al tempo stesso inaugura una nuova era di Bluegame. Un progetto, quello dello studio Zuccon International Project, che dà seguito al costante lavoro di ricerca e sperimentazione di nuovi scenari tipologici che reinterpretano in modo innovativo il tradizionale concetto di barca.
 


 

Bernardo Zuccon 

 

Lo studio Zuccon International Project ha curato linee esterne e interni, partendo da un concept di Luca Santella, con la precisa volontà di indagare la possibilità di offrire nuovi scenari tipologici.

 

L’architetto romano racconta così la genesi di questo entusiasmante lavoro: “BGX70 è un progetto affascinante e stimolante, nato dalla creatività di Luca Santella, un uomo che ama da sempre e in modo profondo il mare e che da ex atleta olimpico, vive l’ambiente marino in maniera appassionata, andando oltre l’esperienza di imprenditore.

 

BGX70 è stata realizzata con scafo invetroresina, mentre internamente sono stati scelti materiali che enfatizzassero il legame con il mare: si è dunque optato per la massima naturalità di tessuti, pelli ed essenze, mentre colori e tonalità sono stati scelti per favorire una sensazione di equilibrio e armonia, priva di contrasti forti e all’insegna di un’atmosfera di comfort e relax. Il colore del legno e del bianco sono stati scelti e pensati per enfatizzare la marinità di tutto il progetto.

 

Il risultato è una barca ambiziosa, trasversale e profondamente marina, in cui si ha l’impressione che sia il mare stesso ad arredarne gli interni.

 

BGX70 rappresenta la conferma del lavoro di grande ricerca intrapreso dallo studio e da Bluegame negli ultimi tempi: entrambi stiamo indagando su scenari tipologici e stili di vita a bordo differenti da quelli tradizionali”.
 


 

Bluegame BGX70

 

Questa barca rappresenta anche una nuova pagina di storia del marchio Bluegame, un brand storico che realizza barche da vivere quasi esclusivamente all’esterno e che sta affiancando ai suoi progetti tradizionali una linea di imbarcazioni destinata a una nuova fetta di mercato, che possa sintetizzare e unire all’interno di uno steso progetto, funzioni che appartengono a tipologie diverse. È una barca pensata per essere vissuta in maniera di volta in volta differente e per affrontare crociere lunghe e di grande comodità.

 

Bernardo Zuccon ha illustrato così i punti salienti della barca: “BGX70 riassume in sé tutti i principali trend del mercato, come ad esempio la poppa aperta con il tender a vista.

 

Fondamentale nell’ideazione di questo modello è stata poi la possibilità di sviluppare tutta la zona giorno su due livelli differenti collegati da una scala interna: in questo modo siamo riusciti a creare due diverse zone living.

 

Altre due caratteristiche importanti sono, da un lato il profondo legame tra spazi interni ed esterni, che comunicano tra loro attraverso un sistema di porte scorrevoli e, dall’altro, la grande flessibilità, vale a dire possibilità di fruire dei vari spazi dell’imbarcazione in modo differente, come se il prodotto ne contenesse tanti altri. La separazione tra i vari spazi di fatto può essere cambiata a seconda delle diverse esigenze dell’armatore, una caratteristica che permette alla linea di intersecare più aree di mercato.

 

Questo progetto non solo rappresenta dunque un passo avanti di Bluegame verso una direzione inedita ma la speranza è che sia in grado di scrivere una nuova pagina nella storia della nautica italiana grazie a un differente concetto di flessibilità”.

 

La più grande sfida per l’architetto romano e il suo team è stata riuscire a trovare un equilibrio tra l’anima sperimentale del progetto e l’armonia delle linee esterne. Anche la luce, come in tutti i progetti firmati dallo studio Zuccon International Project, gioca un ruolo fondamentale, in particolare nelle zone living, dove la percentuale di superfici vetrate è così grande da dare l’impressione che esterno e interno siano parte di uno stesso ambiente.

 

PRESS OFFICE
Sculati & Partners
 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Navetta 64 - The Absolute Pathfinder

Eslorare nuove frontiere senza mai sentirsi lontani da casa

Non il semplice ampliamento di una gamma già completa, ma l&...

Benetti Luminosity, il giga yacht ibrido di 107 metri

Il Main Deck è avvolto da 800 metri quadrati di vetrate, com...

Cannes Yachting Festival 2020: Evo Yachts presenta il nuovo Evo R6 Open

In vista del prossimo salone di Cannes 2020, Evo Yachts si prepara al lancio ufficiale ...

Baglietto: varato MY Panam firmato Francesco Paszkowski Design

La Spezia, 06 Agosto 2020 - Il MY Panam è l’ultimo in ordine cronologico d...

MY K584: her elegant beauty is now crossing the seas

Project K584 was delivered by CPN & Yachting Expertise in Ancona last July 31st&nbs...
Turismo e ormeggi
Marina degli Aregai, Imperia, 'Paradiso dei velisti'
Adagiato nella Riviera dei Fiori, nel grazioso borgo marino di Santo Stefano al Mare, il Marina degli Aregai è un vero paradiso per i diportisti e i velisti che qui ritrovano e riscoprono  i ritmi tipici di un'alta qualit
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 08/08/2020 07:10

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI