Il nuovo 43M MY Sunrise con interior design Hot Lab consegnato al suo armatore - Yacht - NAUTICA REPORT
Yacht / Il nuovo 43M MY Sunrise con interior design Hot Lab consegnato al...
Il nuovo 43M MY Sunrise con interior design Hot Lab consegnato al suo armatore

Il nuovo 43M MY Sunrise con interior design Hot Lab consegnato al suo armatore

Dopo un breve ritardo causato dal lockdown in Turchia, il cantiere Yildiz Shipyard di Istanbul ha consegnato il 43 metri M/Y Sunrise, con linee esterne di Ginton Naval Architects e interni custom firmati Hot Lab.

 

Lo studio Milanese – che ha recentemente celebrato il suo 15esimo anniversario – in questi anni ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali e, anche in questo nuovo progetto, non ha abbassato l’asticella puntando al miglior risultato possibile.
 


 

 

Ho avuto il piacere di incontrare questo appassionato armatore e sua moglie a Istanbul nell’estate del 2017 e in meno di un’ora avevamo trovato l’accordo sul design e sui principi contrattuali”, racconta Antonio Romano, co-fondatore di Hot Lab. “Era già stato armatore di tre yacht e stava cercando un motoryacht per uso personale; grazie alla sua precedente esperienza è stato in grado di fornirci un brief dettagliato. Questo è stato di grande aiuto sia per noi sia per il cantiere”.

 

L'armatore ha iniziato a navigare lungo le coste turche su tradizionali caicchi e motoryacht, prima di decidere di affittare un cantiere a Istanbul per costruire due yacht di 23 e 26 metri disegnati da Aldo Cichero. Il suo terzo yacht, col quale ha navigato per 13 anni, è stato invece un 34 metri.
 


 

 

“Navigare è stata la mia passione per 30 anni”, spiega l’armatore.“Ho scelto Yildiz per costruire il mio quarto yacht per l’alta qualità del loro lavoro e ho così incontrato Hot Lab. “Sono abituato a confrontarmi con designer italiani e trovo molto facile lavorare con un team giovane, amichevole e attento ai bisogni del cliente. Hanno fatto un grande lavoro insieme a me e mia moglie”.  

 

“Sunrise è un bellissimo yacht per una splendida famiglia”, spiega Enrico Lumini, head designer di Hot Lab. “Lo stile degli interni riflette la cultura, I gusti e il carattere dei suoi raffinati armatori. Lo stile richiesto è sobriamente classico con dettagli contemporanei che riflettono le linee esterne e soddisfano i membri di tre generazioni”.

 

Pannellature in venatura a scacchiera, ebano macassar e miele azfelia sono stati perfettamente combinati con dettagli cromatici, in madreperla e pelle intrecciata. I mobili autoportanti sono un mix di progetti fatti su misura da Hot Lab, come il tavolo da pranzo e i tavolini da caffè, e pezzi forniti da marchi italiani top come Giorgetti e Minotti. Gli accessori del bagno sono di Dornbracht e I mobile del ponte di Glyn Peter Machin.
 

 

Il layout è inusuale, poiché oltre alle quattro suite ospiti sul ponte inferiore (due gemelle e due doppie), la suite armatoriale si affaccia sulla sezione poppiera del ponte superiore.

 

A prua del main deck si trovano la grande cucina e la pantry a babordo, oltre alla cabina del comandante a dritta subito dietro alla timoneria. Lo yacht accoglie in tutto 12 ospiti e 9 persone di equipaggio.

 

 

Anche l’ascensore che serve i tre ponti è una scelta inusuale su uno yacht di queste dimensioni. Sul ponte superiore, sia internamente sia esternamente, c’è tutto il necessario per il pranzo, così come sotto l’hardtop del sundeck, e una spaziosa area relax di fronte alla timoneria. I tender e i water toys sono stivati, come avviene solitamente su un explorer, sul ponte di prua, lasciando così libero lo spazio per un beach club a poppa. Inutile sottolineare che i percorsi a bordo per ospiti ed equipaggio sono separati.

 

“Il livello di attenzione che l’armatore ha dedicato al progetto è stato davvero incredibile,”, spiega Burak Akgül, Chief Executive Officer di Yildiz Shipyard. “dedicando, come sempre, una particolare attenzione agli interni e Hot Lab è stata perfettamente capace di rendere reale la sua visione e della sua famiglia, e quindi di realizzarla fin nel minimo dettaglio mantenendo sempre un’attitudine positiva. Dal nostro punto di vista di cantiere, il loro supporto tecnico e la coordinazione sono stati di assoluto livello. Il risultato finale è un armatore felice!”.

 

SPECIFICHE TECNICHE

 

Lunghezza fuoritutto:

 

Baglio:

 

Pescaggio max:

 

Gross Tonage:

 

Scafo: 

 

Sovrastruttura:

 

Numero di ospiti:

 

Numero equipaggio:

 

Classe: 

 

Serbatoio carburante:

 

Serbatoio acqua: 

 

Velocità di crociera:

 

Velocità massima: 

 

Motori: 

43.06m

 

9.1m

 

2.6m

 

419

 

acciaio

 

alluminio

 

12

 

9

 

RINA

 

40.000L

 

6.600L

 

13.5 kn

 

15.5 kn

 

2xMTU 8V 2000 M72

 

Press Office Sand People Communication

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Navetta 64 - The Absolute Pathfinder

Eslorare nuove frontiere senza mai sentirsi lontani da casa

Non il semplice ampliamento di una gamma già completa, ma l&...

Benetti Luminosity, il giga yacht ibrido di 107 metri

Il Main Deck è avvolto da 800 metri quadrati di vetrate, com...

Cannes Yachting Festival 2020: Evo Yachts presenta il nuovo Evo R6 Open

In vista del prossimo salone di Cannes 2020, Evo Yachts si prepara al lancio ufficiale ...

Baglietto: varato MY Panam firmato Francesco Paszkowski Design

La Spezia, 06 Agosto 2020 - Il MY Panam è l’ultimo in ordine cronologico d...

MY K584: her elegant beauty is now crossing the seas

Project K584 was delivered by CPN & Yachting Expertise in Ancona last July 31st&nbs...
Turismo e ormeggi
Portosole, l'approdo marino di Sanremo
Un mare di servizi, un mare accogliente per super-yacht  fino a 90 metri, un mare circondato dalla natura. Il Marina di PortoSole dal 1977, anno della sua inaugurazione, è un'eccellenza italiana e internazionale tutta da conoscere.
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 09/08/2020 07:25

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI