No direction home: Slovenia Caves - Chapter I - Vita subacquea - NAUTICA REPORT
Vita subacquea / No direction home: Slovenia Caves - Chapter I
No direction home: Slovenia Caves - Chapter I

No direction home: Slovenia Caves - Chapter I

di Andrea Murdock Alpini

Voglia di libertà e distacco è stato lo spirito con cui agli inizi dello scorso mese di giugno sono partito alla volta di un viaggio in solitaria tra grotte, laghi alpini e miniere abbandonate.

 

Il #lockdown era finito da poche settimane, la scottatura del forzato distanziamento sociale si percepiva ancora molto forte. In tasca avevo un paio di lettere editoriali fornitami da Carlo Alessandrelli di Nautica Report, il passaporto.  

 

 

Il WreckVan per l’occasione era stato riconvertito a CaveVan ricolmo di bombole, miscele trimix, compressore a scoppio a 300bar, booster, bi-bombola di vari tagli, zaini, scarponi da montagna, pinne, tenda e fornelletto, mute stagne e nuovi prodotti di intimo termico di PHY DIVING EQUIPMENT che dovevo testare prima di metterli in produzione.

 

Quando ho varcato il confine con la Slovenia mi sono emozionato. 


In poche ore sono passato dal non poter andare oltre i 200m dalla mia abitazione a potermi muovere liberamente nella natura. Lo stacco mentale fu enorme. Ho fatto una sola telefonata dall’estero, la sera di arrivo, dopo funambolici colloqui in russo al termine del primo violento temporale che mi avrebbe accompagnato sotto forma di pioggia battente per altre tre lunghe, interminabili settimane.

 

  

 

Il mio viaggio avrebbe dovuto articolarsi tra Slovenia, Lago di Garda, Sud Tirolo, Austria, Alpi Apuane, l’Altopiano di Campo Imperatore sotto il massiccio del Gran Sasso e infine la Majaella.

 

Le piogge hanno stravolto la mia pianificazione rendendo pericolose e inagibili molte grotte e miniere che avevo preventivato. Così dopo oltre venti giorni trascorsi a montare smontare la tenda, dormendo al freddo e con poche ore di sonno sono rientrato distrutto e claudicante verso casa.

 

  

 

Andrea Murdock Alpini

 

Ho filmato tutto il viaggio con il solo dispositivo che tutti portiamo sempre in tasca: il telefono cellulare, null’altro. 

 

Avrei voluto raccontare la mia esperienza subacquea dal punto di vista del viaggio terrestre in cui l’acqua altro non è una parte del contesto. Tre capitoli compongono questa mini serie sulla Slovenia, oggi pubblico il primo episodio.

 

Andrea Murdock Alpini

 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Le origini dell'arte del Palombaro

Le tappe fondamentali che da questi esordi portarono all'invenzione dell'appare...

Folco Quilici - Il suo mare

Omaggio al grande giornalista regista

Folco Quilici è stato un regista, fotografo e...

Oceanus Onlus: al via in Sardegna il progetto per rigenerare il mare

Nelle prossime settimane la messa in opera nelle acque sarde del progetto “M...

Jacques-Yves Cousteau

Con la Calypso esplorò le acque più remote del pianeta

Da giovane venne ammesso all'École navale (Accademi...

Assonautica Italiana: 14° Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea Abissi

Il 14° Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea Abissi Città di Venez...
Turismo e ormeggi
Isola del Tino - Porto Venere (SP)
L’isola del Tino si trova nel Mar Ligure, all’estremità occidentale del Golfo della Spezia; il suo territorio fa parte del comune di Porto Venere. Dista 0,27 mn dall'Isola Palmaria e 1,3 mn dalla terraferma.   D
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 18/01/2022 07:45

© Copyright 2011-2022 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI