I fondali di Mazara Del Vallo - Vita subacquea - NAUTICA REPORT
Vita subacquea / I fondali di Mazara Del Vallo
I fondali di Mazara Del Vallo

I fondali di Mazara Del Vallo

Il ritrovamento nel 1997-98 della statua di bronzo del “Satiro danzante”

Data la sua posizione geografica, che la poneva sin dall’antichità al centro delle rotte marittime del Mediterraneo, i fondali dei mari della Sicilia sono estremamente ricchi dal punto di vista del patrimonio archeologico, ancora in gran parte sconosciuto.
 


 

Scavi archeologici (foto sciaccaonline.com)
 

Ad oggi nei mari siciliani sono stati censiti ben 700 punti di interesse storico, culturale e archeologico, ma purtroppo si riscontra che una gran parte del patrimonio archeologico è stato già trafugato nei decenni passati.
 


Antiche anfore

Quache importante passo in avanti nella tutela del patrimonio archeologico subacqueo in Sicilia è stato compiuto negli ultimi anni: in Sicilia infatti, con un apposito articolo in una legge finanziaria regionale, è stata istituita la prima Soprintendenza del Mare d’Italia, un esempio da imitare anche a livello nazionale.
 

Compito della Soprintendenza è svolgere attività di ricerca, censimento, tutela, vigilanza, valorizzazione e fruizione del patrimonio storico-archeologico, naturalistico e demo-antropologico dei mari siciliani. Modello per l’istituzione di tale soprintendenza è stata la Grecia che, unico paese in Europa, possiede una struttura analoga, ma di livello nazionale.

 

Per le attività di tutela la Soprintendenza opera in collaborazione con le forze dell’ordine: Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Capitanerie di Porto e Guardia Costiera. In Sicilia è partito inoltre, di recente, un progetto per la videosorveglianza dei siti archeologici subacquei: il Progetto STARS (Sistema Integrato per la Tutela dell'Archeologia Subacquea), che è in grado di avvertire eventuali intrusioni nell’area, grazie a telecamere con sistema Motion Detection, sensori ad ultrasuoni e sistemi di misurazione ambientale.



 

Una delle aree più delicate della Sicilia sembra essere quella di Mazara Del Vallo

 

Lo dimostra il ritrovamento “fortuito” - avvenuto a più riprese tra il 1997 ed il 1998, da parte del peschereccio "Capitan Ciccio" comandato dal capitano Francesco Adragna, di un’antica statua di bronzo soprannominata “Satiro danzante”.



 

Il Satiro danzante ritrovato ed esposto ai Musei capitolini di Roma

 

Il ritrovamento fece tanto scalpore che la statua, dopo il restauro, fu esposta a Roma presso la Camera dei Deputati e nel 2005 rappresentò l’Italia all'Expo Universale di Aichi in Giappone.

 

Secondo il Soprintendente del Mare della Sicilia, Sebastiano Tusa, potrebbe provenire dal relitto di una nave ellenica che fece naufragio nel Canale di Sicilia, tra Pantelleria e Capo Bon in Tunisia, tra il III e il II secolo a.C.



 

Particolare del Satiro danzante

 

Questo ritrovamento dimostra la straordinaria importanza, dal punto di vista del patrimonio archeologico subacqueo, di tutto il Canale di Sicilia e, in particolare, dell’area di Mazara del Vallo.

 

www.legambiente.it
 

Titolo del:

Tags

Sicilia, rotte marittime del Mediterraneo, fondali dei mari della Sicilia, patrimonio archeologico
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Il filo rosso della storia

di Fabrizio Fattori

La vita dell’uomo è un susseguirsi di eventi storicame...

Andrea “Murdock” Alpini e Marco Mori presentano: Storie di navi e relitti

Sabato 30 novembre 2019 | ore 18.00 | Genova

Andrea “Murdock” Alpini e Marco Mori presentano ST...

Museo Barca Lariana: conferenza ''Il Piroscafo Plinio'' Sabato 5 ottobre 2019

Sabato 5 ottobre 2019 dalle ore 17.00 alle ore 19.00 presso la Sala Polifunzionale del ...

Euditek - Il relitto dell’U455: silenzio alla memoria - Rapallo 12 ottobre 2019

Il 1944 è l’anno di affondamento dell’U455, nei pressi del Promontorio di Portofino

Dal Salone Europeo delle attività subacquee Eudi Show, &egra...

Jacques-Yves Cousteau

Con la sua nave Calypso esplorò le acque più remote del pianeta

Da giovane venne ammesso all'École navale (Accademi...
Turismo e ormeggi
Otranto (LE) - ''Messaggero di Pace''
Otranto è un comune della provincia di Lecce in Puglia, situato sulla costa adriatica della penisola salentina.   Il capo omonimo, chiamato anche Punta Palascìa, a sud del centro abitato, è il punto geografico pi
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 14/11/2019 07:30

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI