Eecuperata un’ancora di epoca ellenistico-romana nei fondali di San Vito Lo Capo - Vita subacquea - NAUTICA REPORT
Vita subacquea / Eecuperata un’ancora di epoca ellenistico-romana nei fondali di S...
Eecuperata un’ancora di epoca ellenistico-romana nei fondali di San Vito Lo Capo

Eecuperata un’ancora di epoca ellenistico-romana nei fondali di San Vito Lo Capo

Nei fondali di San Vito Lo Capo, nel Trapanese, la Soprintendenza del Mare, in collaborazione con la Guardia di Finanza e l’Associazione BCsicilia, ha effettuato un operazione di recupero di un’ancora di epoca ellenistico-romana che ha la particolarità di presentare una decorazione a rilievo di delfino su uno dei due bracci. L’animale è considerato tra i simboli marini legati ad Afrodite Euploia, uno dei più benauguranti per la navigazione.

 

L’operazione prende avvio dalla comunicazione di Marcello Basile, gestore di un diving a San Vito Lo Capo, che aveva segnalato la necessità di mettere in sicurezza un’ancora per evitare che il reperto venisse trafugato. 
 

 

L’operazione è stata effettuata con il ten. Sebastiani della GDF Sezione operativa navale di Trapani stazione di Palermo, al comando dell’Unita navale B.S.1301.
 

La Soprintendenza del Mare era rappresentata da Stefano Vinciguerra, istruttore direttivo coordinatore delle operazioni in immersione e rilievo foto e video, in collaborazione con il gruppo subacqueo di BCsicilia, coordinato dall’ ing Gaetano Lino, insieme ai volontari Salvatore Ferrara e Giampiero Tomasello. Era inoltre presente il segnalatore Marcello Basile conoscitore del sito.
 


 

Il reperto è stato recuperato ad una profondità di circa 20 metri. Sul posto è stata collocata una targhetta ed è stata inoltre rilevata la posizione con il GPS.

 

L’interessante reperto è stato successivamente trasportato a Palermo nella sede della Soprintendente del Mare.

 

BCsicilia

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Le Grand Bleu. Un film del 1988 di Luc Besson

Č stato il film di apertura del Festival di Cannes 1988

Un fenomenale successo di pubblico in Francia, dove dieci anni dopo...

Siracusa, i tesori sommersi rinvenuti tra Marzamemi e Vendicari

Sono già passati sette anni dal ritrovamento in mare dei resti di una Basilica b...

Archeologia subacquea

Branca dell'archeologia racchiude diversi campi di interesse

L'archeologia subacquea è una branca dell'archeologi...

La Posidonia, il ''Polmone del Mare''

E' una pianta (non č un'alga) adattata alla vita sottomarina

E' un elemento chiave per la conservazione degli ecosistemi med...

Il Cariddi, il traghetto che che visse due volte

Il 16 agosto 1943 durante la Seconda guerra mondiale, venne affondata.

Il Cariddi è stato un traghetto di tipo ferroviario costruit...
Turismo e ormeggi
Isola di Mazzorbo (VE) - Un recupero storico e sociale
Mazzorbo è un'isola della Laguna Veneta ad est di Burano. Ne è divenuta una sorta di appendice da quando un ponte l'ha collegata a quest'ultima.   Vi si trovano il centro sportivo, opera dell'architetto G
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 06/07/2020 06:50

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI