Archeologia subacquea - Vita subacquea - NAUTICA REPORT
Vita subacquea / Archeologia subacquea
Archeologia subacquea

Archeologia subacquea

Branca dell'archeologia racchiude diversi campi di interesse

L'archeologia subacquea è una branca dell'archeologia che racchiude diversi campi di interesse:
 

archeologia navale:
lo studio della tecnologia riguardante qualunque tipo di imbarcazione e il relativo equipaggiamento;
 

archeologia sottomarina:
la ricerca dei resti materiali dell'uomo e delle sue attività sul mare, ma anche la scoperta di porti, approdi, navi e carichi mercantili;
 

archeologia fluviale: lo studio dei resti materiali dell'uomo e delle sue attività sui fiumi (insediamenti, attracchi navali, imbarcazioni);
 

archeologia lacustre:
lo studio dei resti materiali dell'uomo e delle sue attività sui laghi;
 

archeologia lagunare:
lo studio dei resti materiali dell'uomo e delle sue attività nella laguna;
 

archeologia dei pozzi e degli ipogei:
settore atipico che prende in considerazione strutture artificiali o cavità naturali, legate a forme di antropizzazione particolari.
 

  
 

Baia di Santa Sabina (BR) - Ritrovamenti
 

L'archeologia subacquea, a circa sessant'anni dalla nascita, sta vivendo una tappa importante della sua evoluzione. Lo sviluppo delle conoscenze, sia nel campo della tecnica e dei materiali, quanto in quello della fisiologia, ha consentito il raggiungimento di quote, progressivamente più impegnative, inimmaginabili sino a pochi anni fa.

 

Di conseguenza, il confronto con relitti sempre più profondi è divenuto tale che, lì dove la tecnica dell'immersione umana non è ancora giunta, ma dove arrivano batiscafi o veicoli subacquei filoguidati, è oramai possibile rilevare, documentare e recuperare giacimenti, relitti e reperti, a quote praticamente abissali.
 

  
 

Crotone - Ritrovamenti di marmi

 

Questa affascinante scienza, che spesso viene erroneamente confusa con il solo recupero di antichi oggetti sommersi, è costituita da specifiche fasi, metodi, mansioni, materiali, attrezzature e normative.

 

L'amore per la riscoperta del passato, l'emozione per il rinvenimento di un reperto e la conseguente appassionata opera di ricostruzione e contestualizzazione storica del ritrovamento, necessitano anche di ogni sforzo teso alla tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.
 

  
 

Il ritrovamento dei Bronzi di Riace da parte di Stefano Mariottini in Calabria

 

L'archeologia subacquea, pur ispirata dalle medesime regole che operano in quella terrestre, proprio a causa del diverso elemento nel quale l'operatore esplica l'attività – sott'acqua – comporta difficoltà particolari, tali da rendere problematico ogni intervento di studio, gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio subacqueo ed anche per questo va considerata come scienza autonoma.

 

Il ritrovamento certamente più eclatante dell'archeologia subacquea è consistito nel recupero dei c.d. Bronzi di Riace, due statue bronzee risalenti al V secolo a.C., oggi custoditi nel Museo Nazionale di Reggio Calabria.
 

  
 

Isola di Anticitera - Il relitto

 

Così pure, per importanza ed attualità, è il caso delle ricerche, tuttora in corso, sul relitto di Anticitera, relitto di un naufragio avvenuto nel I secolo a.C. in prossimità dell'isola di Anticitera, ritrovato per caso nel 1900 da un equipaggio di pescatori di perle, a bordo del quale fu ritrovata la Macchina di Anticitera il più antico calcolatore meccanico conosciuto.

 

Titolo del:

Tags

archeologia navale, archeologia sottomarina, archeologia fluviale, archeologia lacustre, archeologia lagunare, archeologia dei pozzi e degli ipogei
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Le Grand Bleu. Un film del 1988 di Luc Besson

» stato il film di apertura del Festival di Cannes 1988

Un fenomenale successo di pubblico in Francia, dove dieci anni dopo...

Siracusa, i tesori sommersi rinvenuti tra Marzamemi e Vendicari

Sono già passati sette anni dal ritrovamento in mare dei resti di una Basilica b...

Eecuperata uníancora di epoca ellenistico-romana nei fondali di San Vito Lo Capo

Nei fondali di San Vito Lo Capo, nel Trapanese, la Soprintendenza del Mare, in collabor...

La Posidonia, il ''Polmone del Mare''

E' una pianta (non Ť un'alga) adattata alla vita sottomarina

E' un elemento chiave per la conservazione degli ecosistemi med...

Il Cariddi, il traghetto che che visse due volte

Il 16 agosto 1943 durante la Seconda guerra mondiale, venne affondata.

Il Cariddi è stato un traghetto di tipo ferroviario costruit...
Turismo e ormeggi
Il lago di Garda (BS) (VR) (TN)
Il Lago di Garda, o Benaco, è il più grande dei laghi italiani.   A sud si trova circondato dalle colline moreniche lasciate dal ritiro dei ghiacci e, nella parte a nord più alta e stretta, avvolto dalle alte cate
Fonte: visitgarda.com - Nautica Report
Titolo del: 14/07/2020 06:40

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI