Ravello (SA) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Ravello (SA)
Ravello (SA)

Ravello (SA)

Ravello è un comune della provincia di Salerno in Campania, appartenente geograficamente alla Costiera amalfitana.

 

Famoso e panoramico centro turistico, scoperto e frequentato da numerose personalità di ogni arte, attratte dal suo richiamo intellettuale e dal fascino delle sue architetture e delle sue famose ville.
 


 

Ravello - La terrazza panoramica della costiera amalfitana

 

Ravello è situato su di una ripida rupe all'altitudine di 315 m slm; sovrasta Maiori e Minori e gode di una famosa vista panoramica sul Mare Tirreno e sul golfo di Salerno. È situata di fronte ai Monti di Scala, con cui il confine coincide col corso del Torrente Dragone

 

Storia

 

Ravello fu fondata nel V secolo come luogo di rifugio dalle scorrerie dei barbari che segnarono la caduta dell'Impero romano d'Occidente, ma per leggenda vi immigrarono dei patrizi amalfitani in seguito a uno scontro tra più fazioni della classe alta amalfitana, che sfociò quasi in una guerra civile.

 

La cittadina crebbe in popolazione, prosperando con l'arte della lana e con il commercio verso il Mediterraneo e Bisanzio e raggiunse il suo massimo splendore dal IX secolo, sotto la Repubblica marinara di Amalfi e il Principato di Salerno.
 


 

Ravello antica

 

Per volere del normanno Ruggero, figlio di Roberto il Guiscardo, Ravello divenne sede vescovile nel 1086 per porla a contrasto della troppo potente Amalfi.

 

Al volgere del XII secolo la città giunse a contare una popolazione di oltre 25.000 abitanti.

 

Nel 1135 riuscì a sostenere gli attacchi portati dai Pisani al Ducato di Amalfi, ma due anni dopo, nel 1137, dovette soccombere, fu saccheggiata e distrutta.
 


 

Ravello - Il Duomo

 

A seguito delle devastazioni iniziò il suo declino economico e demografico: a partire dal XIV secolo molti dei suoi abitanti si trasferirono a Napoli e dintorni anche se nel 1400 i patrizi ravellesi erano ancora molto attivi: esempio ne erano i Rufolo, banchieri del Regno di Napoli, all'epoca potentissimo (vedi Ladislao di Durazzo, Re di Napoli); fu il pesantissimo sistema fiscale dell'inefficiente governo spagnolo che ne determinò la decadenza, durata sino alla fine del XVIII secolo.

 

Dal XIX secolo, riscoperta da intellettuali e artisti, riacquistò la sua importanza come luogo di turismo culturalmente elitario.

 

Celebri visitatori di Ravello

 

Wagner Nel 1880, mentre soggiornava ad Amalfi, fece una visita di poche ore a Ravello, ma contrariamente alla tradizione non vi trasse alcuna ispirazione per il Parsifal, che aveva già composto.
 


 

Richard Wagner

 

Si compiacque, visitando i giardini di villa Rufolo, di trovare un luogo che sino ad allora era esistito solo nella sua fantasia e che aveva perfettamente descritto componendone il testo e la musica nella sua ultima opera, e cioè il giardino del mago Klingsor.

 

Lo lasciò scritto nel libro dei visitatori: "Abbiamo trovato il giardino di Klingsor", non perché lo cercasse o desiderasse qualche motivo di ispirazione, ma concedendo, nel suo egocentrismo geniale, che qualcosa da lui immaginato esistesse già.
 


 

Ravello - Villa Rufolo con i suoi magnifici giardini

 

Anche Giuseppe Verdi e Arturo Toscanini vi soggiornarono attratti dal fascino del luogo. Ma questa consuetudine di visitatori illustri, artisti, musicisti, attori, politici ed intellettuali data da lungo tempo e continua ininterrottamente.

 

L'elenco, certamente incompleto, comprende, tra i tanti "turisti famosi": Virginia Woolf, John Maynard Keynes, André Gide, Henrik Ibsen, Edvard Grieg, David Herbert Lawrence, Maurits Cornelis Escher, Paul Valéry, Leopold Stokowski, Greta Garbo, Igor Strawinsky, Graham Greene, Alcide De Gasperi, Tennesse Williams, Joan Mirò, Eduardo de Filippo, Truman Capote, John Huston, Gina Lollobrigida, Humphrey Bogart, George Sanders, Maurice Rostand, Curzio Malaparte, Luigi Einaudi, Winston Churchill, Ingrid Bergman, Roberto Rossellini, Emilio Vedova, Totò, Federico Fellini, John Kennedy, Vittorio Gassman, Romy Schneider, Corrado Alvaro, Barbra Streisand, Mia Martini, François Mitterrand, Uto Ughi, Gore Vidal, Leonard Bernstein, Giovanni Spadolini, Domenico Rea, Zubin Mehta, Peter O'Toole, Paul Newman, Noel Gallagher, Ben Stiller, Nicolas Cage, Steve Jobs, Martha Argerich, John Corigliano.
 


 

Ravello - Villa Sgrosso

 

Turismo

 

Dopo la passeggiata tra le chiese e le ville di Ravello, la visita continua tra i vicoli del borgo, dove immediatamente si è pervasi dal profumo dei celebri limoni e dai colori sgargianti dei vigneti circostanti.

 

Accarezzate dal sole, prosperano a Ravello prelibate uve che nelle cantine locali divengono profumati vini. Eccellenti vini bianchi, rossi, rosè, che hanno di recente ottenuto la certificazione DOC, vengono ancor oggi prodotti conciliando le più avanzate tecnologie con l’amore e la cura artigianale di un tempo. 
 


 

Ravello - Il borgo

 

Una sosta al Museo del Corallo Camo, nato nel 1986, consentirà, così, di ammirare cammei, madreperle e tanti altri manufatti in corallo, realizzati dall’epoca romana sino al secolo scorso.

 

Tappa obbligatoria nelle tante botteghe artigiane dove è possibile ammirare splendidi esempi dell’antica arte della lavorazione della ceramica: anfore, vasi, vassoi e tanti altri piccoli oggetti. (www.salernoturismo.it)
 


 

Ravello - Steve Jobs e la famiglia in vacanza

 

Eventi

 

Ravello ospita ogni anno il rinomato Ravello Festival, dedicato a Richard Wagner e tenuto in quella Villa Rufolo che contrariamente alla tradizione non lo aveva ispirato nella creazione del suo ultimo capolavoro, il Parsifal.

 

L'opera infatti era già stata precedentemente composta in lunghi anni di studio e lavoro, e all'epoca della breve passeggiata di Wagner a Ravello attendeva solo di essere completata nella sua orchestrazione, operazione che nulla condivide con l'ispirazione.
 


 

Ravello - Il suggestivo palcoscenico del Ravello Festival

 

La Festa di San Pantaleone, patrono di Ravello, si celebra il 27 luglio.

 

Festa della Madonna Addolorata di Torello. Alla fine della festa liturgica si può assistere a uno spettacolo pirotecnico unico al mondo. Si celebra nella seconda domenica di settembre.

 

Varie Feste come S. Luigi,Maria SS. del Carmine, Maria SS. del Lacco, SS. Cosma e Damiano, Maria SS. delle Grazie, Maria SS. della Rotonda.

 

Cucina

 

Piatto tipico della gastronomia della costiera amalfitana e di Ravello sono gli scialatielli, listarelle di pasta fatta a mano con farina di grano duro, acqua, prezzemolo tritato, pepe e formaggio grana. Vengono conditi con sugo di pomodorini freschi e frutti di mare.
 


 

Scialatielli alle cozze e pomodorini - Ricetta

 

Seguono tutte le specialità di mare della cucina amalfitana. Per terminare in bellezza un pasto non c'è di meglio che bere un limoncello gelato, prodotto tipico della costiera.

 

Il porto 

 

Il porto più vicino: Amalfi
 

Titolo del:

Tags

Campania, Costiera amalfitana, Maiori, Minori, Monti di Scala, golfo di Salerno
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Porto Badisco (LE) - L'approdo di Enea

Porto Badisco è una nota località balneare situata nel territorio del com...

Vieste (FG)

Vieste è un comune della provincia di Foggia, in Puglia. Stazione balneare garga...

Isola di Ventotene - I. Pontine (LT)

Ventotene e la vicina isola minore di Santo Stefano, entrambe appartengono all'arci...

Castelsardo (SS)

Castelsardo è un comune della provincia di Sassari in Sardegna. Si affaccia...

Porto Cervo (OT)

Porto Cervo è una frazione del comune di Arzachena, in provincia di Olbia-Tempio...
Turismo e ormeggi
Porto Badisco (LE) - L'approdo di Enea
Porto Badisco è una nota località balneare situata nel territorio del comune di Otranto, in provincia di Lecce.   Meta turistica di notevole interesse storico-paesaggistico, si affaccia sul mar Adriatico e dista meno di
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 13/11/2019 06:50

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI