Isola di San Secondo (VE) - Forse il recupero... - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Isola di San Secondo (VE) - Forse il recupero...
Isola di San Secondo (VE) - Forse il recupero...

Isola di San Secondo (VE) - Forse il recupero...

San Secondo è un'isola della Laguna Veneta. Sorge tra San Giuliano e Venezia ed è facilmente individuabile in quanto si trova a soli 114 m a sinistra del Ponte della Libertà per chi va verso Venezia.

 

Inizialmente l'isoletta fu chiamata Sant'Erasmo perché nel 1034 la famiglia Baffo vi costruì una chiesa e un convento di monache benedettine per custodirvi un'immagine sacra raffigurante appunto sant'Erasmo, molto venerata dai pescatori ma fino a quel momento esposta a qualsiasi intemperia.
 


 

Guardi Giacomo , Veduta della laguna di Venezia con l'isola di S. Secondo - Da catalogo.fondazionezeri.unibo.it

 

Il nome attuale venne aggiunto al primo a partire dal 1237, quando vi furono portate da Asti le reliquie di San Secondo d'Asti. «Posteriormente poi, abbandonato il primo, si ritenne soltanto il nome di quest'ultimo, ed isola di s. Secondo fu sempre poscia chiamata.»

 

Nel 1533 alle benedettine successero i domenicani, che provvidero a vari restauri. A partire dal 1569, in seguito all'incendio dell'Arsenale, la Serenissima decise di trasferire le polveriere in varie isole della Laguna e così fu anche per San Secondo. Nel 1576, allontanati i religiosi, l'isola divenne lazzaretto per gli appestati e, al loro rientro, i domenicani dovettero riattare il monastero e riedificare la chiesa, che fu consacrata nel 1608.

 


 

San Secondo visto da un aereoplano a metà del secolo scorso - Foto da oliaklodvenitiens.wordpress.com

 

Due secoli dopo, subito un primo allontanamento di pochi mesi nel 1797 a causa dell'occupazione francese, in seguito agli editti napoleonici del 1806 la comunità religiosa si dovette trasferire nel convento dei Santi Giovanni e Paolo (così ufficialmente, ma di fatto venne aggregata al convento dei Gesuati alle Zattere) e l'isola fu adibita a presidio militare.

 

Di esso oggi non resta traccia (già all'inizio dell'Ottocento la chiesa era stata demolita, lasciando sull'isola solo la funzione di polveriera) e attualmente San Secondo è completamente ricoperta dalla vegetazione.
 


 

Il progetto dell'architetto Patrizio Corrò

 

Lo scorso anno, febbraio 2018, nel Bando Valore Paese Fari, la società veneziana Tecnologie Ecologiche Venezia (Tev srl) ha ottenuto dal demanio il preventivo consenso al progetto dell’isola di San Secondo firmato dall’architetto Patrizio Corrò che rispecchia la sensibilità di chi conosce la laguna e non ne può più di vedere sempre nuovi alberghi di lusso.

 

«Abbiamo pensato di rivolgerci a una fetta di turismo che non è ancora presa in considerazione, quella dei ciclisti, e ai veneziani che potranno accedere alla piscina, alla sala conferenze e al posto di ristoro» spiegano Pellay e Corrò «Tutto è ecosostenibile, dagli alloggi al sistema fognario.

 

Il progetto totale costerebbe 5 milioni, con un canone di 60 mila euro all’anno per 50 anni». Se così fosse nel 2020 l’isola vicino al Ponte della Libertà diventerebbe fruibile da ciclisti e veneziani, con acqua potabile ricavata dalla laguna e una piscina a cielo aperto, separata dall’acqua salmastra solo da un vetro trasparente.

 

COORDINATE
SAN SECONDO

45°27′04″N 

12°18′27″E
 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

La Riviera del Brenta con le sue Ville (PD)

Le splendide dimore sul fiume che collegava Venezia a Padova

Lungo l'asta del fiume Brenta, vero e proprio cordone ombe...

Il Lago di Varano (FG)

di Giulio Galassi

Questo lago ha la forma grossolana di un trapezio, largo una decina...

Costa degli Infreschi e della Masseta (SA)

Viaggio in uno degli ultimi paradisi d'Italia

Siamo sulla costa che va dalla Torre dello Zancale (Marina di Camer...

Sanremo (IM) - CittÓ dei Fiori, della Musica e del Mare

Città dei fiori, Città della musica, il mitico Festival della canzone, e ...

Isola di Murano (VE) - Tra Acqua e Fuoco

Murano è un'isola della Laguna Veneta, situata a nord-est di Venezia, lungo ...
Turismo e ormeggi
La Riviera del Brenta con le sue Ville (PD)
Le splendide dimore sul fiume che collegava Venezia a Padova
Lungo l'asta del fiume Brenta, vero e proprio cordone ombelicale che collegava Venezia alla Riviera e alla colta Padova, sorgono le splendide ville circondate da parchi che hanno reso famosa questa verde località. &n
Fonte: turismovenezia.it - Nautica Report
Titolo del: 01/06/2020 07:10

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI