Goro (FE) Tra fiume e mare - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Goro (FE) Tra fiume e mare
Goro (FE) Tra fiume e mare

Goro (FE) Tra fiume e mare

Goro è un comune della Provincia di Ferrara in Emilia-Romagna.

 

L'abitato si formò nella prima metà del XVIII secolo sull'argine destro del Po, tra il fiume e il mare, in un territorio paludoso dove si ergevano dossi.

 

Qui furono costruite le prime abitazioni, i casoni di canna, una tipologia abitativa praticamente invariata dagli albori del popolamento umano nel delta padano, poi sostituiti da case in muratura.
 


 

Goro - I casoni di canna ancora presenti sull'argine del Po

 

Allora erano molto sviluppate le attività di scambio con le navi mercantili e parte degli introiti derivavano dai dazi e dal diritto d’ancoraggio. Dall’inizio del ’600 il porto si spostò progressivamente verso sud-est per il rapido avanzamento della costa che arrivò, un secolo dopo, all’altezza dell’attuale abitato di Goro, iniziando la formazione dell’attuale nota "Sacca di Goro".

 

La storia di Goro è caratterizzata dalla continua lotta dell'uomo contro le acque del mare e del fiume. Ne sono testimonianza gli antichi manufatti di regimazione idraulica, come Torre Palù, Torre Abate, Balanzetta e la chiavica dell'Agrifoglio, e i fari, che dimostrano l'incessante modificarsi del territorio.
 


 

Goro - Il Faro e la sacca di Goro - Foto di Papagolf da panoramio.com

 

Nel 1962 Goro, fino ad allora frazione di Mesola, divenne comune autonomo.

 

Oggi Goro è un porto moderno che conserva tratti del borgo peschereccio di un tempo. La pesca e mitilicoltura sono al primo posto nell'economia locale e la locale flottiglia supera le 2.500 imbarcazioni.

 

Da vedere

 

La Lanterna Vecchia, è l'antico faro che un tempo illuminava la via dei marinai. La lanterna fu costruita nel 1864, in prossimità della foce, ma i progressivi depositi fluviali lo allontanarono sempre più dal mare (dista 4 km), rendendolo inutile. Oggi la lanterna è stata recuperata ed è utilizzata come osservatorio naturalistico sulla sacca di Goro; è raggiungibile a piedi e in bicicletta attraverso un percorso naturalistico o via mare con partenza dal Porto di Gorino.
 


 

Goro - La Vecchia Lanterna

 

Casa del Popolo (XIX secolo).

 

Il Faro di Goro (1950), realizzato sull'Isola dell'Amore, per sostituire l'ottocentesca Lanterna Vecchia. Di base cilindrica, è alto circa 22 metri ed è sormontato da una lanterna che ha un fascio luminoso di 10 miglia.

 

Porto di Goro, che costituisce la parte più interna dell'omonima Sacca.
 


 

Goro - Il faro

 

Il mercato ittico, nel quale ogni giorno viene battuta l'asta del pescato "ad orecchio": per ogni partita di pesce i commercianti interessati annunciano sommessamente il prezzo d'acquisto all'astatore il quale, al termine delle contrattazioni, cede la merce al miglior offerente.

 

Economia e turismo

 

L'economia di Goro è principalmente basata sulla pesca ed in particolar modo su quella delle vongole.
 


 

Goro - Pescatori di vongole

 

Goro infatti è fra i primi paesi in Europa per l'esportazione della vongola e a tal proposito è stata creata la "sagra della vongola" che ha luogo ogni anno nel terzo fine settimana di luglio. Molto sviluppato a Goro è il turismo che, soprattutto nel periodo primaverile, attrae molte persone desiderose di visitare il delta del Po e di osservare da vicino le numerose specie di animali che lo popolano.
 

Nel periodo maggio – giugno è possibile gustare i numerosi piatti del luogo alla "sagra del pesce" che si tiene nella vicina frazione di Gorino. Ulteriore festività è la "fiera di S.Antonio", Santo Patrono dei pescatori, che si tiene a Goro la domenica successiva al 13 giugno.

 

Cucina

 

Le Vongole di Goro sono uno dei piatti tipici ferraresi più conosciuti. Nelle sacche di Goro infatti avviene la pesca di queste vongole, così rinomate da divenire una delle 17 perle dei prodotti tipici ferraresi.
 


 

Crescione di zucca e patate - Da crumpetsandco.wordpress.com

 

Tra i piatti tipici: la Bracciadella reggiana, i Cardi alla parmigiana con tartufo, il Crescione di zucca e di patate, le Lasagne al forno alla Ferrarese e gli Scampi al prosciutto.

 

Escursioni

 

Per visite guidate in barca nella Sacca di Gorowww.carcana-deltadelpo.it

 

La Marina di Goro

 

 

La Marina di Goro è un’incantevole porticciolo turistico nel cuore del Parco del Delta del Po, famoso per le spettacolari qualità naturalistiche, uniche nel loro genere. Una natura selvaggia ed incontaminata fa da cornice all’habitat naturale di aironi rossi, folaghe, germani reali e garzette; la fauna ittica, oltre ai mitili da allevamento, è costituita da ostriche, rombi, sogliole, canocchie, anguille, orate e branzini.
 
Goro è ovviamente famosa per le squisite Vongole che qui vengono allevate in quantità tali da soddisfare la quasi totalità del mercato italiano. La pesca e la mitilicoltura sono le principali attività economiche di Goro, svolte con una flottiglia considerata tra le maggiori dell’Alto Adriatico. Da qui la pregiata gastronomia di tutta la zona, caratterizzata da pesce sempre freschissimo, il caratteristico vino Doc del bosco Eliceo, l’asparago Igp di Mesola, il radicchio rosso di Chioggia e i freschissimi cocomeri del Delta.
 


 

Goro - La Marina di Goro 

 

Il Marina può ospitare circa 360 imbarcazioni, fino a 16 mt, con fondali di mt 2,10 garantiti sempre, per info più specifiche contattare la direzione. Venti dominanti dai quadranti meridionali, dominante e traversia a Scirocco, fondali composti prevalentemente da fango e sabbia.

 

Goro è situato a circa metà strada tra Ravenna e Venezia e si può raggiungere:
 
da Ferrara imboccando la SP 15 Strada del Mare, dopo 50 km si arriva a Pomposa e si volta a sinistra, sulla SS 309 Romea. Al bivio di Bosco Mesola seguire a destra; dal centro di questo paese seguire le indicazioni a sinistra e dopo circa 6 km si giunge a Goro;
 
Da Ravenna e da Venezia percorrendo la SS309 Romea e al bivio di Bosco Mesola si seguono le indicazioni come sopra.
 
COORDINATE 
MARINA DI GORO
44°50',25 N 12°17',22 E
VHF canale 16
tel: 0533-995391
E-mail: lanuovamarinadigoro@gmail.com
 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Isola di Levanzo - I. Egadi (TP)

Levanzo è un'isola appartenente all'arcipelago delle isole Egadi, in Sic...

Isola di Favignana - I. Egadi (TP)

Favignana è un'isola appartenente all'arcipelago delle isole Egadi, in S...

Agropoli (SA) - Porta del Cilento

Agropoli è un comune della provincia di Salerno, in Campania.   Imp...

Isola di Capraia - I. Tremiti (FG)

L’isola di Capraia è un'isola facente parte dell'arcipelago delle ...

Isola di Pianosa - I. Tremiti (FG)

L’isola di Pianosa è un'isola facente parte dell'arcipelago delle ...
Turismo e ormeggi
Isola di Levanzo - I. Egadi (TP)
Levanzo è un'isola appartenente all'arcipelago delle isole Egadi, in Sicilia.   Si tratta della più piccola delle Egadi, con una superficie emersa di appena 5 km². Vi si trova la località omonima, fra
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 23/09/2019 07:10

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI