Vela - Il sondaggio B&G e i risultati in termini di sicurezza a bordo - Tecnica e manutenzione - NAUTICA REPORT
Tecnica e manutenzione / Vela - Il sondaggio B&G e i risultati in termini di sicurezza a b...
Vela - Il sondaggio B&G e i risultati in termini di sicurezza a bordo

Vela - Il sondaggio B&G e i risultati in termini di sicurezza a bordo

Il leader mondiale nell’elettronica per la vela chiede agli armatori una miglior preparazione in materia di sicurezza prima della stagione estiva

Il sondaggio B&G rivela che armatori e proprietari di barche devono fare di più per navigare in sicurezza durante la stagione estiva.

 

Romsey, Regno Unito– B&G®, specialista leader nel mondo in strumentazione e sistemi di navigazione per la vela, consiglia a velisti e proprietari di barche di mettere in atto una migliore preparazione alla stagione in arrivo. Un recente sondaggio B&G ha infatti rivelato che un quarto degli armatori e dei proprietari di barche attuano pochi o addirittura nessun check sull’elettronica o sugli equipaggiamenti di sicurezza dopo i mesi di ormeggio o l’invernaggio della loro imbarcazione. Stando ai dati più recenti relativi ai proprietari di barche in Italia, questo significa che nel nostro paese circa 7.300 yacht non vengono adeguatamente preparati per la stagione di navigazione estiva.

 

Il sondaggio B&G ha coinvolto oltre 700 armatori e proprietari, rivelando che un sorprendente 26% ammette di non aver preparato la propria barca in modo corretto per la stagione estiva, mettendo in atto solo alcune attività di base o addirittura nessuna.

 

“Il fatto che un quarto degli intervistati non faccia nulla o praticamente nulla per preparare la propria barca all’inizio della stagione estiva è allarmante.” Ha dichiarato Roberto SesennaCountry Manager per B&G in Italia, che ha aggiunto, “Il sondaggio non ha però rivelato solo cattive notizie, infatti la grande maggioranza dei velisti prende molto seriamente la sicurezza in navigazione e la preparazione dell’imbarcazione, ma coloro che non lo fanno, si assumono il rischio di trasformare in un disastro il loro viaggio in barca a vela.” 

 

B&G ha inoltre notato che nonostante l’elettronica nautica sia fondamentale per migliorare la sicurezza in mare, il 15% degli intervistati ammette di aver avuto problemi legati al mancato check dell’elettronica all’inizio della stagione estiva. Alcuni esempi di problemi in cui sono incappati i velisti sono la lettura imprecisa dei dati di vento o dei trasduttori a causa di una mediocre calibratura o di fouling, connessioni difettose dovute a corrosione e a un settaggio inadeguato del cablaggio. Tutte queste problematiche potrebbero essere evitate con delle verifiche messe in atto prima dell’inizio della stagione.

 

Il 45% degli intervistati ha poi rivelato di non aver aggiornato il software del proprio sistema elettronico. Questo significa che quasi la metà dei proprietari di barche che hanno preso parte al sondaggio non approfitta delle nuove funzioni e possibilità disponibili per i loro prodotti.

 

Ma c’è anche un lato positivo, ci sono infatti molti armatori responsabili che preparano con attenzione la barca, attuando operazioni di base come applicare l’anti-fouling, pulire il trasduttore, verificare il funzionamento dell’elettronica e, ancora più importante, degli equipaggiamenti di sicurezza presenti a bordo.

 

[2] B&G ha stilato una lista di suggerimenti per aiutare i velisti ad avere una barca davvero pronta per l’estate:

 

La Barca

 

1.Effettuare un’ispezione della barca per verificare le condizioni dello scafo, della superficie del ponte, delle cime e degli equipaggiamenti.

 

2.Se ci sono dubbi nel verificare la condizione della barca in mare, tiratela in secco. Prima di effettuare questa operazione, pianificate il più possibile in anticipo una lista dei lavori che sono necessari, questo vi consentirà di risparmiare tempo e denaro.  

 

3.Se la vostra barca è fuori dall’acqua, pulite e verificate in modo approfondito le condizioni dello scafo.

 

4.Rimuovere eventuali molluschi da scafo ed elica – per facilitare questa operazione, usate un pulitore ad alta pressione mentre la barca è ancora bagnata, in questo modo sarà più semplice eliminare il fouling. Tutto ciò che resisterà all’alta pressione dovrà essere delicatamente grattato via con una spatola piatta. In punti come l’elica in bronzo o l’asse dell’elica in inox, può essere applicato prima l’acido cloridrico o l’aceto, così da ammorbidire il biofouling e facilitarne la rimozione. Se si usano altri prodotti chimici, è importante seguire le istruzioni del produttore e applicare tali prodotti in una zona ben ventilata.

 

5.Se possibile, applicare una vernice anti-fouling – questo è fondamentale quando la barca è fuori dall’acqua ed è un trattamento fortemente raccomandato ogni anno. Una carena molto sporca può ridurre la velocità del 20-25%, con un evidente impatto anche sul consumo di carburante.  

 

6.Controllare la pala all’interno della pompa di raffreddamento del motore. Se la gomma è deteriorata, la pala deve essere sostituita.

 

7.Controllare tutti i tubi e i cavi del motore.

 

8.Verificare i livelli dell’olio, se l’asta di livello risulta sporca, cambiare olio e filtro.

 

9.Controllare le batterie per assicurarsi che queste siano completamente cariche. Se queste non sono di tipo sigillato, controllare il livello dell’elettrolita. Usare un voltimetro per verificare il voltaggio, un buon suggerimento è quello di consumare qualche ampere per vedere se il voltaggio crolla rapidamente; in tal caso potrebbe essere necessario cambiare le batterie.

 

10.Controllare le dotazioni di sicurezza, come giubbotti salvagente, segnalatori, luci e razzi, per assicurarsi che siano aggiornati e perfettamente funzionanti.

 

L’elettronica

 

11.Vi siete chiesti se il vostro attuale sistema di elettronica sarà all’altezza delle vostre aspettative nel corso della nuova stagione? Il vostro VHF funziona bene? E il sistema AIS, il chartplotter, la strumentazione, il sonar e il radar?

 

12.Controllando l’elettronica, verificate anche che il software sia aggiornato. Aggiornare il software vi consentirà di avere l’ultima versione disponibile che potrebbe andare a risolvere eventuali problemi tecnici e – ancora più importante – potrebbe permettervi di installare nuove funzionalità sul vostro equipaggiamento esistente. L’aggiornamento software è di solito un’operazione molto semplice, tuttavia se ci sono dubbi è possibile ottenere utili suggerimenti online sui siti dei produttori o direttamente chiedendo supporto ai dealer locali.

 

13.È fondamentale che i vostri sensori di vento, velocità e bussola siano calibrati in modo corretto perché dati precisi sono la conseguenza di una buona calibratura.

 

14.Verificare di avere la cartografia più aggiornata e se necessario valutare la possibilità di acquistare nuove mappe, specialmente se avete in programma di veleggiare in acque poco note o sconosciute. Se sentite la necessità di avere carte nautiche di riserva, considerate la possibilità di tenerne a bordo anche una versione cartacea.

 

15.Cercate sempre di pianificare in anticipo e registrare le rotte con famiglia e amici per essere sicuri che in caso di emergenza ci sia una traccia registrata della vostra navigazione e assicuratevi di sapere come utilizzare il sistema installato a bordo.

 

Il sondaggio B&G è direttamente collegato all’obiettivo di B&G di garantire una navigazione più sicura, con strumenti semplici da utilizzare, e più divertente sia per i velisti da crociera sia per i regatisti. I rischi in mare possono essere minimizzati seguendo con attenzione alcuni semplici pratiche preparatorie di sicurezza all’inizio della stagione, incluse controllare la barca e il sistema elettronico in funzione del tipo di navigazione che si intraprenderà la stagione successiva. I proprietari delle barche dovrebbero contattare i cantieri e i dealer locali per un supporto professionale in caso abbiano dubbi riguardo alla condizione della loro barca e riguardo alle operazioni di manutenzione che vanno al di là del loro campo di competenza.

 

[1]Dati del 2013 basati sulle statistiche relative al settore della navigazione da diporto prodotte da ICOMIA

 

[2] Questa lista di suggerimenti non è una guida esaustiva delle operazioni necessarie a rendere l’imbarcazione pronta per la stagione. I proprietari sono invitati a consultare una guida completa.

 

Per ulteriori informazioni sull’intera gamma di prodotti B&G, visitare www.bandg.com

 

Informazioni sul campione: Un totale di 732 persone hanno partecipato al sondaggio realizzato da Navico per B&G e Simrad in Europa. La maggior parte delle risposte arriva da Spagna (45%), Germania (20%), Italia (18%) e Regno Unito (16%). L’80% degli intervistati ha una barca a vela, il 20% una barca a motore.

 

Informazioni su B&G: Il brand è di proprietà di Navico, Inc., Navico è una società internazionale a partecipazione privata ed è attualmente la più grande società mondiale produttrice di elettronica per la nautica ed è la casa madre dei marchi: Lowrance, Simrad, B&G e GoFree. Navico dispone di circa 1500 dipendenti in tutto il mondo e distribuisce i suoi prodotti in più di 100 paesi www.navico.com

Titolo del:

Tags

manutenzione della barca, controlli attrzzature a bordo, dotazioni di sicurezza ain barca, elettronica in barca
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Navaltecnosud Boat Stand realizza una nuova cabina per Sanlorenzo Yacht

L'Azienda di Bari capitanata da Roberto e Barbara Spadavecchia, specializzata ...

Safe Nanotechnologies al 61° Salone Nautico di Genova

L'azienda è da sempre specializzata nella preparazione e nella distribuzione...

Tecniche di ormeggio

di Giuseppe Accardi

Ancor prima di prendere il mare, che sia una barca a vela o a motor...

Progetto Green Keel Pack: Un passo verso la rivoluzione del mantenimento della carena

Keelcrab Aeffe s.r.l. in collaborazione con GRUPPO BOERO presenta GREEN KEEL PACK, il p...

Salone Nautico Venezia: Naval Tecno Sud presenta la ''Cabina per rimessaggio''

Naval Tecno Sud parteciperà al Salone Nautico di Venezia, dal 29 maggio al 6 giu...
Turismo e ormeggi
Lusben: a Livorno e Viareggio, la Marina dei Superyacht
Lusben nasce come Lusben Craft nel 1956 dall'acronimo di due imprenditori toscani e sin da subito si è posizionata come leader nell’attività di refit e manutenzione di imbarcazioni fino a 30 metri nel Mediterran
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 08/12/2021 07:20

© Copyright 2011-2021 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI