Quando la radio VHF ti salva la vita: cronaca di una tragedia sfiorata a Ostia - Tecnica e manutenzione - NAUTICA REPORT
Tecnica e manutenzione / Quando la radio VHF ti salva la vita: cronaca di una tragedia sfi...
Quando la radio VHF ti salva la vita: cronaca di una tragedia sfiorata a Ostia

Quando la radio VHF ti salva la vita: cronaca di una tragedia sfiorata a Ostia

di Giuseppe Accardi

Sabato 6 Febbraio 2016, alla foce del Tevere, due pensionati su un'imbarcazione da diporto, sono stati salvati da un naufragio grazie all'intervento del Servizio Navale Carabinieri della Compagnia di Ostia. 
 

La giornata era soleggiata, quasi primaverile, 

 

Un venticello di libeccio di 8-10 nodi, la solita barra all’uscita di Fiumara, responsabile di un moto ondoso che comunque non crea condizioni impegnative, ha invogliato tutti ad uscite per mare.

 

Tante le barche che escono dal fiume per una gradevole passeggiata, anche un piccolo cabinato a motore di 9 metri, con a bordo due signori di 81 e 63 anni, che hanno deciso di godersi la bella giornata.

 

Verso le ore 10 due barche a vela, uscendo dalla foce, si rendono conto che questo piccolo natante, con il motore in panne, viene lentamente trascinato dalle onde e dalla corrente verso gli scogli. La barca a vela non può avvicinarsi, per via dei bassi fondali, ma istruisce un gozzo di passaggio per un intervento.

 

Il tempo passa, sono ormai la 11, si sono persi minuti preziosi, la barca sbatte sugli scogli che lentamente la divorano, fino a farla affondare.

 

I due pensionati sono ancora a bordo del relitto semiaffondato, ma risalire i grandi massi scivolosi dell’argine è quasi impossibile, specie in considerazione dell’età dei due diportisti.

 

Anche la vedetta della Capitaneria di Porto, arrivata verso le 11, allertata con il 1530, non può avvicinarsi agli scogli, così come neppure un mezzo dei carabinieri intervenuto nel frattempo.

 

Fortunatamente un giovane carabiniere si tuffa in mare ed aiuta i due malcapitati a risalire sugli scogli e mettersi in salvo.

 

I due pensionati erano partiti di buon mattino e il problema al motore è insorto subito dopo essere usciti dal fiume, ma ancora ben distanti dalla scogliera.

 

Sarebbe stato sufficiente avere a bordo una piccola radio portatile VHF per chiedere soccorso in modo adeguato alle innumerevoli barche che erano nelle vicinanze.

 

Il problema non avrebbe avuto nessuna conseguenza. Si sarebbe salvata la barca e l’avventura avrebbe dato modo di meditare sulle scarse competenze nautiche.

 

La richiesta di soccorso telefonica al 1530 non garantisce l'immediato intervento della Guardia Costiera e delle Capitanerie, mentre un Mayday inviato con la radio VHF può essere ricevuto da tutte le imbarcazioni presenti nella zona, in tempo per dare assistenza al natante quando è ancora in acque sicure.

 

La realtà è che ben pochi sanno utilizzare correttamente una radio VHF e moltissimi diportisti di piccoli natanti, non la tengono accesa, non l’hanno a bordo o non sanno neppure dove è stata stivata.

 

P.s. Per l’utilizzo a bordo di una radio VHF è sufficiente essere in possesso di un certificato (RTF) che in Italia si consegue con il semplice pagamento di un bollettino postale. Tale prassi disinteressa molte volte il diportista ad acquisire le necessarie competenze.

 

In qualsiasi paese europeo è invece fatto obbligo a sostenere un esame teso alla verifica delle capacità dell’utilizzatore.

 

Giuseppe Accardi

Presidente UniversoMare

Associazione per la Nautica

www.universomare.com

Mob. 3923344258

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Navaltecnosud Boat Stand realizza una nuova cabina per Sanlorenzo Yacht

L'Azienda di Bari capitanata da Roberto e Barbara Spadavecchia, specializzata ...

Safe Nanotechnologies al 61° Salone Nautico di Genova

L'azienda è da sempre specializzata nella preparazione e nella distribuzione...

Tecniche di ormeggio

di Giuseppe Accardi

Ancor prima di prendere il mare, che sia una barca a vela o a motor...

Progetto Green Keel Pack: Un passo verso la rivoluzione del mantenimento della carena

Keelcrab Aeffe s.r.l. in collaborazione con GRUPPO BOERO presenta GREEN KEEL PACK, il p...

Salone Nautico Venezia: Naval Tecno Sud presenta la ''Cabina per rimessaggio''

Naval Tecno Sud parteciperà al Salone Nautico di Venezia, dal 29 maggio al 6 giu...
Turismo e ormeggi
Sorrento panorama
Sorrento (NA)
Sorrento è un comune della provincia di Napoli in Campania.   Il nome "Surrentum" sembra collegato al Mito delle Sirene, creature marine metà donne e metà pesci, che ammaliavano i naviganti con il loro c
Fonte: cultura-italiana.it-schools.com e Nautica Report
Titolo del: 02/12/2021 07:30

© Copyright 2011-2021 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI