La manutenzione del carrello portabarca - Tecnica e manutenzione - NAUTICA REPORT
Tecnica e manutenzione / La manutenzione del carrello portabarca
La manutenzione del carrello portabarca

La manutenzione del carrello portabarca

Il rimorchio necessita periodicamente di un controllo della bulloneria e di ingrassaggio così come di un'attenzione particolare alla pressione dei pneumatici, dello stato dei cuscinetti o dell'efficacia dei freni. Qualche consiglio e il buon senso aiuteranno a viaggiare in tutta sicurezza, ma non potranno sostituire una manutenzione annuale effettuata da un tecnico competente.

 

La testa del repulsore deve essere mantenuta costantemente e perfettamente ingrassata.

 

La ripresa del gioco sulla sfera è automatico. Poiché è munito di un dispositivo di comando di frenatura, occorre provvedere all'ingrassaggio regolare della guida di scorrimento (2 lubrificatori posti sul corpo galvanizzato), a una tensione corretta della barra di frenatura (4 o 5 denti max. per azionare il freno a mano), a un buono stato dell'ammortizzatore (dei colpi sensibili all'inizio della frenatura ne rivelano l'usura).

 

Per la sicurezza è bene rispettate la procedura della messa in acqua facendo attenzione a non immergere mai nell'acqua i mozzi del rimorchio. Controllo annuale ad inizio stagione: verificare con cura, dopo aver tolto ogni ruota con l'aiuto di un cric, che questa giri liberamente, senza irregolarità, senza gioco laterale sul fuso dell'assale, senza rumore ne' sfregamenti.

 

E' imperativo procedere immediatamente allo smontaggio, pulizia e sostituzione del lubrificante (in caso di cuscinetti senza rondella di protezione) e, se necessario (cuscinetti ossidati o rovinati) al cambio dei cuscinetti. Se il rimorchio è munito di freni, questi devono essere mantenuti in perfetto stato.

 

I cavi delle guaine, le camme, le ganasce e le molle sono più soggette all'ossidazione rispetto ai cuscinetti. Qualsiasi immersione in ambiente salino provocherebbe un blocco rapido del sistema.

 

Accantonare il rimorchio alla fine della stagione senza averlo risciacquato né effettuato una seria manutenzione, può causare, all'inizio della stagione successiva, un blocco completo del treno delle ruote o una totale assenza del sistema di frenatura. L'ammortizzatore del comando dei freni, che è collocato all'interno o sotto il corpo del repulsore, deve funzionare senza contraccolpi.

 

La barra deve essere sufficientemente tesa : 4 o 5 denti devono essere sufficienti per bloccare il freno a mano. Una corsa troppo grande causerebbe la distruzione prematura dell'ammortizzatore.

 

Una regolazione più spinta dell'equilibrio tra ogni ruota necessita una sistemazione in altezza del rimorchio: è consigliabile affidare questa operazione indispensabile almeno una volta all'anno a un tecnico specializzato.

 

La pressione dei pneumatici  devono figurare su una etichetta gialla posta sul telaio del rimorchio. I cerchi del rimorchio, in vista dei forti carichi, sono specifici. Non bisogna mai utilizzare dei pneumatici per auto.

 

Inoltre, in caso di sostituzione o di acquisto di una ruota di scorta, è necessario fare attenzione a mantenere lo stesso tipo di pneumatico. Non solo per quanto riguarda le dimensioni, ma anche per gli indici di carico e di velocità.

 

Per evidenti ragioni di precisione, i cerchi non possono essere zincati. Malgrado una mano di aggrappante, una di vernice epossidica interna e due esterne, dopo alcune immersioni inizia una ossidazione rapida (in particolare alle giunture del disco e della valvola.

 

E' necessario verificare l’impianto frenante prima di ogni partenza ed il corretto funzionamento di tutti i fanali: posizioni, frecce, stop e antinebbia.

 

Essendo particolarmente sensibili alla corrosione (all'interno dei fanali e nelle prese), conviene mantenerle i contatti elettrici, in ottone o in rame, in buono stato.

 

Ricordare di mantenere tutte le funzioni di segnaletica al loro stato di origine, sia per il funzionamento dei fari, per tutti i catadiottri sia per quanto riguarda la leggibilità della placchetta del costruttore.


L’argano deve essere in buono stato e sempre ingrassato. Il cavo deve essere arrotolato regolarmente intorno al tamburo. Gli elementi vitali, longheroni, corpo dell'assale e traverse, sono galvanizzati a caldo. Hanno una durata di vita relativamente lunga in atmosfera neutra (da 50 a 60 anni). Tale durata può ridursi a 10 anni in ambienti corrosivi.

 

La bulloneria  è in genere zincata, e molto più sensibile al sale. E' quindi raccomandabile sciacquare il rimorchio sotto un getto di acqua dolce dopo ogni utilizzo. Fatta eccezione per le viti delle ruote, tutta la bulloneria è montata con dadi di sicurezza autobloccanti e non bisogna dimenticare di cambiare questi dadi dopo 2 o 3 cicli di "avvitamento-svitamento".

 

Verificare al primo utilizzo, e in seguito periodicamente ogni 500 km, il serraggio delle colonnette delle ruote e della bulloneria in generale.

 

 

Titolo del:

Tags

carrello barca, carrello traino barca, pulizia carrello portabarca
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Navaltecnosud Boat Stand realizza una nuova cabina per Sanlorenzo Yacht

L'Azienda di Bari capitanata da Roberto e Barbara Spadavecchia, specializzata ...

Safe Nanotechnologies al 61° Salone Nautico di Genova

L'azienda è da sempre specializzata nella preparazione e nella distribuzione...

Tecniche di ormeggio

di Giuseppe Accardi

Ancor prima di prendere il mare, che sia una barca a vela o a motor...

Progetto Green Keel Pack: Un passo verso la rivoluzione del mantenimento della carena

Keelcrab Aeffe s.r.l. in collaborazione con GRUPPO BOERO presenta GREEN KEEL PACK, il p...

Salone Nautico Venezia: Naval Tecno Sud presenta la ''Cabina per rimessaggio''

Naval Tecno Sud parteciperà al Salone Nautico di Venezia, dal 29 maggio al 6 giu...
Turismo e ormeggi
Sorrento panorama
Sorrento (NA)
Sorrento è un comune della provincia di Napoli in Campania.   Il nome "Surrentum" sembra collegato al Mito delle Sirene, creature marine metà donne e metà pesci, che ammaliavano i naviganti con il loro c
Fonte: cultura-italiana.it-schools.com e Nautica Report
Titolo del: 02/12/2021 07:30

© Copyright 2011-2021 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI