Litorale romano covo del tursiope - Sostenibilita' - NAUTICA REPORT
Sostenibilita' / Litorale romano covo del tursiope
Litorale romano covo del tursiope

Litorale romano covo del tursiope

Di Marta Frigerio

Il tursiope (Tursiops truncatus) sembra avere una particolare predilezione per le acque del litorale romano. Dal mese di gennaio, infatti, sono stati avvistati ben 145 di questi delfini, molti dei quali erano femmine con i propri piccoli.

 

Complessivamente, i ricercatori di Oceanomare Delphis hanno percorso in mare oltre 2mila chilometri, scattando 14mila foto che hanno permesso anche di foto-identificare 59 nuovi individui.

 

Alcuni degli animali sono stati ricatturati fotograficamente più volte (13 tursiopi sono stati ripersi ben 6-9 volte), segno dell’elevato grado di fedeltà all’area.

 

Dal 2008 ad oggi, inoltre, sono state individuate e censite 17 femmine, che durante la stagione estiva sono state osservate in compagnia di neonati. Si tratta di un dato importante dal punto di vista scientifico, dal momento che la presenza regolare di coppie composte dalla madre e dal piccolo permette di caratterizzare l’area marina non solo come sito di alimentazione, ma anche come luogo di riproduzione e allevamento dei cuccioli.

 

Per questo motivo, la zona abitata dai tursiopi potrà anche essere inclusa all’interno dell Direttiva Comunitaria Habitat e di conseguenza venire assoggettata a specifiche misure di tutela.

 

Animali da tutelare

 

Gli avvistamenti hanno permesso di constatare come alcuni animali riportassero ferite recenti, con ogni probabilità riconducibili a urti e collisioni con le eliche dei natanti.
Un dato, questo, che evidenza come ci sia ancora tanto da fare per tutelare e proteggere dagli impatti antropici sull’habitat di questi cetacei.

 

Ammirare i delfini in libertà

 

Per promuovere la tutela e la conservazione in libertà di questi animali – che sono la specie più utilizzata nei delfinari – Oceanomare Delphis organizza anche una serie di uscite guidate. Partendo dal porto di Ostia, si potrà partecipare al progetto “Delfini Capitolini” con escursioni giornaliere in barca a vela alla ricerca dei tursiopi.

 

Per prenotare le uscite è possibile contattare l’indirizzo mail: postmaster@oceanomaredelphis.org

 

Marta Frigerio

 

Tratto da: www.rivistanatura.com

Titolo del:

Tags

delfini, mar tirreno, aimali marini da tutelare
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Via la plastica dall'acqua: dal mare ai fiumi. L'esempio di Ferrara

di Gian Basilio Nieddu

Quando si parla di plastica il riferimento è quasi esclusiva...

La corsa per una Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Oceano parte da Genova

The Ocean Race ha dato il via a una serie di workshop con l'ambizioso obiettivo di ...

The Ocean Race Summit Seychelles invita il mondo a unirsi per proteggere l'oceano

L'evento, tenutosi ieri lunedì 21 marzo, ha visto la partecipazione di Wavel...

22 marzo: World Water Day

di Fabrizio Fattori

Siamo fatti d’acqua per un buon 75 %, e dell’acqua non ...

Mare responsabile: riciclare i gusci dei crostacei per la bioplastica

di Gian Basilio Nieddu

Non si butta nulla, non solo dal maiale, come dice il detto, ma pur...
Turismo e ormeggi
Isola di Burano (VE) - L'Arte Centenaria del Merletto
Burano è un'isola (o meglio, un insieme di isole) di 2.724 abitanti della laguna di Venezia settentrionale, su cui sorge l'omonimo abitato, località del comune di Venezia.   È collegata da un pon
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 19/05/2022 07:28

© Copyright 2011-2022 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI