H2Boat, l段drogeno per la nautica - Sostenibilita' - NAUTICA REPORT
Sostenibilita' / H2Boat, l段drogeno per la nautica
H2Boat, l段drogeno per la nautica

H2Boat, l段drogeno per la nautica

di Fabrizio Fattori

La consapevolezza che i comportamenti affatto virtuosi del genere umano hanno prodotto danni all’ambiente al punto da modificarne i millenari modelli climatici, ha spinto parte della ricerca più sensibile a queste tematiche ad incrementare gli studi sull’utilizzo di fonti energetiche alternative e rinnovabili con lo scopo di limitare almeno in parte la produzione di CO2 relativa alle attività diportistiche.

 

All’interno di questo quadro appaiono interessanti e suscettibili di futuri sviluppi pratici le applicazioni derivanti dalla tecnologia dell’idrogeno sviluppata all’interno di specifici gruppi di lavoro dell’Università di Genova.

 

Al 58° Salone di Genova, da poco concluso, è stata presentata, da una start-up collegata all’Università, una realizzazione pratica di produzione di energia applicata alle imbarcazioni, specie quelle a vela, derivante dall’idrogeno.

 

I componenti, relativamente semplici, non ingombranti e silenziosi, si avvalgono di un elettrolizzatore che ricava idrogeno dall’acqua utilizzando energia rinnovabile (sole,vento), di stoccarlo in tutta sicurezza garantendo una riserva utilizzabile in autonomia e trasformandolo in energia elettrica attraverso una cella a combustibile.

 

L’H2boat ha presentato il tutto in un pratico “Energy pack 1” modulabile secondo le esigenze e gli spazi di bordo, cui è collegata una brillante soluzione di stoccaggio all’interno del bulbo con annesse funzionalità inserite nella deriva della stesso.

 

Tale sistema, brevettato, non appesantisce l’imbarcazione ne né limita le prestazioni ed offre l’indiscutibile vantaggio di mettere a disposizione energia pulita a bordo (a 230v) da utilizzare per tutte le necessità di navigazione, dalla strumentazione, alle manovre, all’aria condizionata e alla propulsione dell’imbarcazione in ausilio od in sostituzione.

 

Riqualificare i bisogni energetici di un’imbarcazione all’interno di uno scenario di rispetto ambientale appare una pratica virtuosa e degna di essere amplificata in tutti i settori del trasporto marino e non solo.

 

h2boat.it/it

 

Fabrizio Fattori

 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Via la plastica dall'acqua: dal mare ai fiumi. L'esempio di Ferrara

di Gian Basilio Nieddu

Quando si parla di plastica il riferimento è quasi esclusiva...

La corsa per una Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Oceano parte da Genova

The Ocean Race ha dato il via a una serie di workshop con l'ambizioso obiettivo di ...

The Ocean Race Summit Seychelles invita il mondo a unirsi per proteggere l'oceano

L'evento, tenutosi ieri lunedì 21 marzo, ha visto la partecipazione di Wavel...

22 marzo: World Water Day

di Fabrizio Fattori

Siamo fatti d’acqua per un buon 75 %, e dell’acqua non ...

Mare responsabile: riciclare i gusci dei crostacei per la bioplastica

di Gian Basilio Nieddu

Non si butta nulla, non solo dal maiale, come dice il detto, ma pur...
Turismo e ormeggi
Parco Nazionale del Golfo di Orosei e Gennargentu (NU)
Il Parco Nazionale del Golfo di Orosei e Gennargentu non esiste, ma è vivo e vegeto il territorio descritto sulla carta. L'area protetta è stata istituita nel 1998 ma l'opposizione della popolazione locale ha congelato l
Fonte: agraria.org e Nautica Report
Titolo del: 23/05/2022 08:00

© Copyright 2011-2022 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI