Spaghettini con Longobardo e Ovuli - Ricette in barca - NAUTICA REPORT
Ricette in barca / Spaghettini con Longobardo e Ovuli
Spaghettini con Longobardo e Ovuli

Spaghettini con Longobardo e Ovuli

Il Longobardo altro non è che l’Astice o Astaco che ad Imperia chiamiamo con questo nome di medioevale memoria

 

Ingredienti: spaghettini ASSOLUTAMENTE NO A SPAGHETTI GROSSI, uno o più longobardi a seconda di.....quanto si è disposti a spendere, ovuli freschi, olio extravergine di oliva di Imperia, olio di oliva di qualità, aglio, scalogno, burro, prezzemolo, pomodoro cuore di bue o marmanda, vino bianco io uso un Pigato ligure.

 

Preparazione: sciacquiamo e tagliamo il Longobardo  in due metà, rompiamo con uno schiaccianoci le chele e la testa in modo che quanto in esse contenuto possa fuoriuscire e contribuire a formare il sugo durante la cottura.
 

Tritiamo finemente 1 o 2 spicchi d’aglio (dipende dalle dimensioni) e 2 scalogni
 

In padella facciamo scaldare un poco d0olio d’oliva e una noce di butto e facciamo soffriggere il trito di aglio e scalogno.
 

Uniamo il Longobardo e tutto quanto può essere fuoriuscito dalla rottura di teste e chele, sfumiamo a fuoco vivo con mezzo bicchiere di  vino bianco.
 

Uniamo il pomodoro che avremo avuto cura di tagliare a dadini molto piccoli.

 

Controlliamo il sale, ma normalmente non serve aggiungerne, i succhi del Longobardo apportano di norma la giusta salinità.

 

Nel frattempo avremo messo in cottura gli spaghettini.

 

Versiamo in padella uno o due mestoli di acqua di cottura (dipende dalla grandezza del mestolo) per allungare il sughetto, copriamo la padella e lasciamo cuocere per 6/8 minuti a seconda delle dimensioni  del Longobardo.

 

Togliamo gli spaghetti due minuti prima della giusta cottura e scoliamoli direttamente nella padella da cui avremo tolto il Longobardo.

 

Facciamo mantecare ed a fuoco spento aggiungiamo una LEGGERA spolverata di prezzemolo tritato finissimo.

 

Impiattiamo gli spaghetti, disponiamo in ogni piatto una metà di Longobardo.
 

Cospargiamo di ovuli tagliati finissimi, ideale è lo strumento per grattare il tartufo e per finire un velo di olio extra vergine.

 

Questo piatto lo accompagno con un Giulio Ferrari Riserva del Fondatore

 

Buon appetito a tutti

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Risotto alla crema di scampi

Il risotto alla crema di scampi è un classico della cucina italiana. Uno di quei...

Carpaccio di polpo

Ingredienti 4 persone: 1 polpo da un kg, 1 cipolla, 2 foglie d’alloro, 1 gamba di...

Il Salmorejo spagnolo

Salmorejo è una ricetta che viene da Cordoba, Andalusia. Si tratta di una zuppa ...

Crudo di Gambero Rosso, sedano al ghiaccio, yogurt salato

Nel pensare a questo piatto, come nella stragrande maggioranza di quelli che faccio, ho...

Nocette di nasello al prosecco

Ingredienti per 2 persone: 700 gr di filetto di nasello pulito, 600 gr di patate, 2 cuo...
Turismo e ormeggi
Il Porto di Alghero, grande ospitalitÓ sulla Riviera del Corallo
Il più ricco approdo della costa occidentale della Sardegna, Alghero, naturalmente scolpito sulla penisola amena, si affaccia sulla Riviera del Corallo lasciando senza fiato tutti coloro che arrivano dal mare.   Il porto natur
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 01/07/2022 10:00

© Copyright 2011-2022 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI