Originali recuperi archeologici - Report - NAUTICA REPORT
Report / Originali recuperi archeologici
Originali recuperi archeologici

Originali recuperi archeologici

di Fabrizio Fattori

La storia dei recuperi archeologici subacquei offre infinite storie tutte strettamente legate all’evolversi delle tecniche di scandaglio, mappatura, studio e recupero, e tutte condizionate dalle difficoltà ambientali alle quali, nel tempo, si è cercato di attenuare con soluzioni, a volte, brillanti.

 

Ma forse l’originalità del recupero effettuato dai giapponesi alla metà dell’ottocento è certamente quello che merita l’unanime riconoscimento di “problem solving” dell’intelligenza umana.

 

Una giunca imperiale con il ponte carico di preziosi vasi, aveva fatto naufragio nelle non facili acque del Mar del Giappone e adagiata a notevole profondità.

 

L’Imperatore aveva espresso il desiderio di recuperarli, o meglio aveva imposto, come in uso degli imperatori, il loro recupero.

 

I subacquei, per quanto esperti, valutarono l’impresa ben al di sopra delle loro possibilità e con l’obiettivo di non contrariare il “Figlio del Cielo” escogitarono una brillante soluzione.

 

Un numero considerevole di polpi venne catturato nella consapevolezza che, secondo le loro abitudini comportamentali, si sarebbero insediati all’interno dei vasi prendendone possesso energicamente con i loro molteplici tentacoli.

 

Assicurati ad una cima vennero calati sul relitto e, come da previsione, in tempi relativamente brevi tutti i preziosi vasi vennero recuperati per la non trascurabile gioia dell’Imperatore.

 

Fabrizio Fattori

 

In copertina di Kazahaya Shōshō - The Japanese book "天皇一二四代 (Tennō hyakunijūyondai)", in Bessatsu-Taiyo, Heibonsha, 1988, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=7738317

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Reginald Aubrey Fessenden, la determinazione delle proprie idee

di Fabrizio Fattori

La storia è piena di geni incompresi, capaci di avere idee t...

Norbert Casteret dalle vette alle grotte

di Fabrizio Fattori

Perlustrare cavità sotterrane, spesso allagate, è for...

La guerra delle perle

di Fabrizio Fattori

Il fascino delle perle è stato subito per millenni da tutto ...

I bastimenti dell'emigrazione italiana

Milioni d'italiani alla ricerca di fortuna

Furono molti i bastimenti che trasportarono nei loro viaggi transoc...

Istanbul e il suo porto

Una città carica di storia e brulicante di vita

"L'enormità di quelle tre città scaglionate,...
Turismo e ormeggi
Punta Palascìa o Capo d'Otranto (LE)
Il punto più orientale d'Italia
« I pescatori del tratto di mare tra la Torre del Serpe e la Palascìa raccontano che in certe giornate, quando le nuvole in cielo sono gonfie di pioggia e il sole le illumina come fossero vele, sulla superficie dell'acqua si pu&og
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 24/09/2021 07:35

© Copyright 2011-2021 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI