Le Repubbliche Marinare - Report - NAUTICA REPORT
Report / Le Repubbliche Marinare
Le Repubbliche Marinare

Le Repubbliche Marinare

La definizione nacque nel 1800

La definizione di repubbliche marinare, nata nel 1800, si riferisce alle città portuali italiane che nel Medioevo, a partire dal IX secolo, godettero, grazie alle proprie attività marittime, di autonomia politica e di prosperità economica.
 

La definizione è in genere riferita in particolare alle quattro città italiane i cui stemmi sono riportati nelle bandiere della Marina Militare e della Marina Mercantile: Amalfi, Genova, Pisa e Venezia. La bandiera della marina si fregia degli stemmi di queste quattro città dal 1947. Oltre alle quattro più note, tra le repubbliche marinare si annoverano però anche Ancona, Gaeta, Noli e la repubblica dalmata di Ragusa; in certi momenti storici esse ebbero un'importanza non secondaria rispetto ad alcune di quelle più conosciute.



 

Mappa di tutte le repubbliche marinare

 

Elementi che caratterizzarono una repubblica marinara sono:
 

l'indipendenza (de iure o de facto);

autonomia, economia, politica e cultura basate essenzialmente sulla navigazione e sugli scambi marittimi;

il possesso di una flotta di navi;

la presenza nei porti mediterranei di propri fondachi e consoli;

la presenza nel proprio porto di fondachi e consoli di città marinare mediterranee;

l'uso di una moneta propria accettata in tutto il Mediterraneo e di proprie leggi marittime;

la partecipazione alle crociate e/o alla repressione della pirateria.

 

Localizzazione e antichi stemmi delle repubbliche marinare
 

Venezia

La Repubblica di Venezia, detta "La Serenissima", ebbe per secoli un ruolo fondamentale nel commercio tra l'Europa e il Mediterraneo orientale; nel momento della sua massima espansione territoriale era riuscita a conquistare gran parte dell'Italia del Nord-Est, arrivando a pochi chilometri da Milano. Lungo le coste mediterranee si impossessò della penisola istriana, dell'intera Dalmazia (ma Ragusa fu veneziana solo per centocinquant'anni) e di vaste regioni della Grecia: le isole Ionie, la Morea (attuale Peloponneso, anche se solo temporaneamente), Creta, Cipro, Negroponte (attuale Eubea) e diverse altre isole dell'Egeo.
 

 
Genova

L'antagonista per eccellenza di Venezia fu Genova che nel 1298 sconfisse la flotta veneziana. La Repubblica di Genova ebbe vari epiteti in base alle proprie caratteristiche economiche, commerciali e navali: La Superba, La Dominante, La Dominante dei mari e La Repubblica dei Magnifici. Oltre ad una presenza significativa in Oriente e nel Mar Nero, aveva il monopolio dei commerci nel Mediterraneo occidentale. Notevole la sua massima espansione territoriale, che oltre alla Liguria e l'Oltregiogo, comprese Corsica, Sardegna, Crimea, Tabarca, Rodi, Creta, vaste aree della Grecia e della Turchia, Gibilterra, alcune zone della penisola Iberica, della Sicilia, alcune isole dell'Egeo e Pera, la colonia nell'odierna Istanbul di Galata a Costantinopoli.
 

 
Pisa

La Repubblica di Pisa ebbe una notevole importanza, anche per le conquiste territoriali che nel momento della sua massima espansione comprendevano la Sardegna, la Corsica e le isole Baleari; era attiva soprattutto in Occidente; la rivalità con Genova e le guerre con Firenze le furono fatali.
 

 
Amalfi

Amalfi ebbe una storia gloriosa e precoce di potenza marittima, e le navi amalfitane battevano i mari insieme a quelle veneziane quando le altre repubbliche ancora dovevano affermarsi. La città campana non occupò mai vasti territori ma ebbe il dominio commerciale nel Mediterraneo meridionale ed orientale molto prima di Venezia. Se la sua storia di indipendenza e di navigazione iniziò molto presto, anche la decadenza arrivò presto, principalmente a causa dell'arrivo dei Normanni nel Meridione, che soppressero le autonomie locali per dar vita al grande stato del Regno di Sicilia, oltre che per la rivalità delle nascenti repubbliche di Pisa e Genova.

Gaeta ebbe una storia marinara parallela a quella di Amalfi: entrambi ducati bizantini dipendenti da quello di Napoli, ottennero l'autonomia negli stessi anni e collaborarono nella lotte contro i Saraceni, come ad esempio nell'849 nella Battaglia di Ostia, volta ad impedire il saccheggio di Roma. Entrambi, inoltre, furono assorbite dalla potenza normanna.
 

Titolo del:

Tags

Venezia, Genova, Pisa, Amalfi, Battaglia di Ostia,
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Fiumicino - L'Oasi di Porto e il Lago di Traiano

Tracce affascinanti della storia sulla riva destra del Tevere

A pochissimi chilometri da Roma  L'Oasi di Porto  off...

Eugne Cornu, architetto di ''Stelle''

Nel 1943 progett il famoso Blouga

Eugène Cornu è stato un architetto navale francese, n...

Port Royal il covo sicuro dei pirati

di Fabrizio fattori

Ancora oggi il nome di questa cittadina della Giamaica evoca un pas...

Dalla Senna a Versailles, la Macchina di Marly

Il percorso delle acque per alimentare le fontane della Reggia

La macchina di Marly situata nell'odierno comune di Bougival ne...

La mummia del Titanic - Fantasie, maledizioni e premonizioni

di Claudio Bossi

Facciamo un salto al Cairo nell'anno 1910, due anni prima ...
Turismo e ormeggi
Isola di Pantelleria (TP) - Perla Nera del Mediterraneo
Pantelleria, la più grande tra le isole che circondano la Sicilia, si trova al centro dell'omonimo canale, a circa metà strada tra questa e il continente africano.   Si estende per 83 kmq e raggiunge la sua
Fonte: Giovanni Rallo per Diportisti e Nautica Report
Titolo del: 12/07/2020 06:50

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI