La Liburna di Fiumicino - Report - NAUTICA REPORT
Report / La Liburna di Fiumicino
La Liburna di Fiumicino

La Liburna di Fiumicino

di Fabrizio Fattori

Un interessante esercizio di archeologia sperimentale è in corso, ormai da molto tempo, nei cantieri Carmosini a Fiumicino.

 

Si tratta di ricostruire, a grandezza naturale, una Liburna, nave da guerra romana, a lungo utilizzata nelle acque mediterranee, prima dai pirati illirici (Liburni) e poi, data la sua efficienza e manovrabilità, dalla marina romana. Anche grazie a questo tipo di imbarcazione Roma considerò a lungo il mediterraneo “Mare nostrum”.

 

Riprodotta sulla base di quanto rappresentato sulla colonna Traiana, e da altre fonti storiche, sarebbe destinata ad essere esposta permanentemente nel Museo delle Navi Romane a Fiumicino, peraltro ancora in via di completamento e forse di prossima inaugurazione.  

 

 
 

Liburna romana

 

I maestri d’ascia l’hanno impostata nel suo insieme : uno scafo di oltre trenta metri con strutture a poppa e prua atte ad alloggiare il comando o ai combattimenti; postazioni per due ordini di rematori per un totale di sessanta vogatori, un rostro a prua, un solo albero e altri particolari che sono ancora in corso di definizione.

 

Infatti tale progetto, dovuto alla ferrea volontà dei Carmosini, langue, malgrado i molti apprezzamenti, e necessita di fondi per essere portato a termine. L’iniziativa è sostenuta dal “Saifo” comitato che mira alla realizzazione di un parco archeologico Ostia-Fiumicino, ma anche da facoltà universitarie (Sapienza e Roma tre), Assonautica, Comune e Regione, e ora anche da estimatori cinesi.

 

Malgrado questo sostegno “morale” sia di ampia soddisfazione per gli ideatori del progetto, è necessario reperire fondi che portino, nel più breve tempo possibile, al varo dell’imbarcazione completa, nella certezza che certo non mancheranno i sessanta volontari vogatori che le consentiranno un trionfale viaggio inaugurale nelle acque del Tevere.

 

La Liburna di Fiumicino

 

Fabrizio Fattori

 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Donoussa. Convocati dall'isola del Diavolo

di Francesca Carignani - Foto di Giovanni Rinaldi

''Più vado per mare, più lo capisco: nulla &e...

La goletta ''N° 5 Elbe'' la banalità della sfortuna

di Fabrizio Fattori

Si sa navigare è pieno di imprevisti ma a volte a questi si ...

Capitan Bavastro, intrepido corsaro nizzardo

Giuseppe Bavastro nacque a Sampierdarena da madre genovese e padre spagnolo. Il momento...

Londra 1665, barche e navi nell'anno della peste

di Manuela Revello

Di Daniel Defoe tutti conoscono il personaggio di Robinson Crusoe, ...

Isole Vergini: in nome di Sant'Orsola

Colombo chiaṃ l'arcipelago "Sant'Orsola e le 11.000 Vergini"

Le Isole Vergini sono un arcipelago nel Mar dei Caraibi, situate ad...
Turismo e ormeggi
Manfredonia (FG) Porta del Gargano
Manfredonia è un comune della provincia di Foggia, in Puglia.   In fondo al Golfo omonimo, accarezzata dalle spumeggianti onde azzurre del Mare Adriatico, difesa dal Gargano, la Montagna
Fonte: comune.manfredonia.fg.it e Nautica report
Titolo del: 09/05/2021 07:05

© Copyright 2011-2021 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI