''Krassin'' un potente angelo salvatore - Report - NAUTICA REPORT
Report / ''Krassin'' un potente angelo salvatore
''Krassin''  un potente angelo salvatore

''Krassin'' un potente angelo salvatore

di Fabrizio Fattori

L’impresa di Umberto Nobile culminata con la conquista del polo nord (maggio 1928) con un innovativo mezzo di trasporto, il dirigibile “Italia”, diede luogo ad uno dei più drammatici interventi di salvataggio internazionale, conclusosi, per i pochi sopravvissuti, felicemente grazie al rompighiaccio russo “Krassin”.

 

Come noto l’aeronave dopo aver sorvolato il polo Nord ed impossibilitata a prender terra per le avverse condizioni atmosferiche, proseguì il viaggio in completa balia del mal tempo che, a causa del ghiaccio formatosi, la abbatté sulla banchisa abbandonando parte del suo equipaggio in condizioni estremamente precarie.

 

La “Tenda rossa”, come venne definito il riparo improvvisato, venne forzato ad alloggiare i nove superstiti, compresi i due feriti, e costituì il punto di riferimento per le iniziative di soccorso che presero avvio allertate dagli incerti SOS lanciati dal marconista.
 


 

Tali operazioni generarono a loro volta tragici eventi, come la scomparsa dell’idrovolante “Latham 47” di Amundsen, compagno di Nobile in precedenti avventure polari. Anche i tentativi di salvataggio con aerei adatti allo scopo permisero il salvataggio del solo Nobile.

 

Per gli altri angelo risolutore della vicenda fu il rompighiaccio russo “Krassin” che grazie alla potenza della sua struttura ebbe ragione del pack il cui spessore raggiungeva in alcuni punti i 4/5 metri, che riuscì a raggiungere la “tenda Rossa” dopo aver raccolto i due sopravvissuti di una estemporanea spedizione di salvataggio partita dal campo pochi giorni prima.

 

Costruito in Gran Bretagna per conto della marina imperiale russa venne varato nel 1916 ed impiegato in varie attività di ricerca scientifica e militari. E’ oggi ancorato a San Pietroburgo, lungo la Neva, dove è possibile visitarlo.

 

Chi sa se nella scelta di Nobile, dopo le aspre polemiche sulla vicenda da lui drammaticamente vissuta, di porre al servizio della Russia la sua esperienza ingegneristica nello specifico settore dei dirigibili, non abbia avuto un ruolo la componente di riconoscenza verso questa nazione che aveva reso possibile il salvataggio di parte del suo equipaggio.

 

Fabrizio Fattori

 

Foto in copertina da In Your Pocket Icebreaker Krassin (www.krassin.ru)
 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Dal blues allo spazio: Alan Lomax, l'uomo che registr˛ il mondo

Con il padre John la grande ricerca culturale del Sud degli Stati Uniti

Tutto il blues nasce e si sviluppa in seguito alla schiavitù...

Lancastria: una tragedia dimenticata

di Tealdo Tealdi

Lancastria. Nessuno ricorda questa nave da crociera varata nel 1922...

La mania dei tulipani

Dal 1636 i bulbi di tulipano vennero scambiati in borsa

La storia del tulipano affonda le radici non in Olanda, bensì...

Violet Costance Jessop: quando si dice aver fortuna

di Fabrizio Fattori

Avere la fortuna dalla propria parte, averne ripetuta certezza, sap...

Amsterdam, la Venezia del Nord

Le case e i canali

Sui canali di Amsterdam nel “Secolo d’Oro” l...
Turismo e ormeggi
Costa degli Infreschi e della Masseta (SA)
Viaggio in uno degli ultimi paradisi d'Italia
Siamo sulla costa che va dalla Torre dello Zancale (Marina di Camerota) a Scario nel Golfo di Policastro.   Macchia mediterranea, oliveti, vigneti, il tutto lambito da un mare che, secondo gli orari, assume gradazioni di verde diverse
Fonte: hermes.campania.it e Nautica Report
Titolo del: 30/05/2020 07:05

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI