John Voss da avventuriere a marinaio - Report - NAUTICA REPORT
Report / John Voss da avventuriere a marinaio
John Voss da avventuriere a marinaio

John Voss da avventuriere a marinaio

di Fabrizio fattori

Le tante storie di mare, arricchite dalla spesso sfrenata fantasia dei marinai, rappresentano un universo narrativo destinato a non esaurirsi mai. Le molteplici avventure narrate nei porti di mezzo mondo ruotano inevitabilmente intorno a figure che di racconto in racconto diventano mitiche arricchendosi di affascinanti sfumature.

 

John Voss approdato in Canada dalla Germania verso la fine dell’ottocento, falegname poi intrepido marinaio, contrabbandiere di droga e di lavoratori illegali cinesi, cercatore d’oro e di tesori e albergatore, non pago delle non poche avventure, sollecitato dall’eco dell’impresa di Joshua Slocum e dal non trascurabile risvolto economico della sua circumnavigazione in solitario decise di tentare qualcosa di simile cui affidare la propria fama e non solo.

 

Comprata un’ improbabile imbarcazione da un vecchio indiano della Colombia Britannica per pochi dollari e  una bottiglia di buon Whiskey e sottoposta a significativi lavori di adattamento, il “Tilikum”, amico in lingua locale Chinook, prese il largo nel maggio del 1901. Di fatto una piroga in cedro rosso con un apotropaico mascherone a prua, di dodici metri di lunghezza con vele per dodici metri quadrati. Unico compagno di viaggio era un giornalista del Vancouver Sun aspirante scrittore di avventure marinaresche: Norman Luxton.

 

Le avventure iniziarono subito con delle violente tempeste ed un branco di ingombranti balenottere grigie in allegra migrazione. Poi buon tempo, burrasche e bonacce pazientemente sopportate. Incontri, amichevoli e non, con le variegate popolazioni delle isole del Pacifico. Ma il vero problema dell’impresa era costituito dal pessimo carattere di Voss o forse di entrambi sollecitato spesso da formidabili bevute.
 

 

 

A plaque commemorating the boat Tilikum which left Oak Bay, British Columbia on 20 May, 1901.

Agentn2o at the English Wikipedia / CC BY-SA (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)

 

Con frequenti liti sulla rotta o sul da farsi  o su altri futili infiniti motivi. Reciproche minacce, anche a mano armata, resero la navigazione quanto mai spiacevole. Un fortuito incidente, che causò a Luxtun significative ferite ed abrasioni dovute ai coralli su cui la barca rischiò di naufragare, sciolse l’equipaggio. Voss trovò rapidamente un sostituto in Walter Begent scomparso in mare pochi giorni dopo, avvenimento discordante nelle cronache  posteriori: incidente o assassinio?

 

Il viaggio ebbe fine a Londra tre anni, tre mesi e dodici giorni dopo e consacrò Voss ad un effimero successo. Erano stati percorsi migliaia di chilometri dal Canada alle Figi, all’Australia al Sud Africa, al Brasile, alle Azzorre ed infine l’Europa. Alcune conferenze, un libro di memorie di viaggio e il riconoscimento della Royal Gegraphical Society consacrarono l’impresa. Voss mori nel 1922 per, come spesso capita agli avventurieri,  una banale polmonite.

 

Fabrizio Fattori

 

Cover photo: Capt John Voss aboard Tilikum (boat)

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Montecristo un paradiso ritrovato

di Fabrizio Fattori - Foto di Attilio Scataglini©

Sappiamo quanto l’uomo non sia spesso in grado di godere di q...

HMS Belfast e il convoglio artico

di Tealdo Tealdi

Non sono molte le navi militari partecipanti alla II° Guerra Mo...

Viaggio in Vietnam e Cambogia - Khmer, un impero sull'acqua

di Fabrizio Fattori

La disponibilità di risorse idriche ha da sempre condizionat...

Royal Thames Yacht Club - Nessuno come lui!

di Tealdo Tealdi

Primo Yacht Club della storia, fondato nel 1775 dal Duca di Cumberl...

1962 - Il primo Salone Nautico di Genova, oltre sessantanni di storia italiana

27 gennaio 1962 ore 14 inaugurazione del 1° Salone Nautico Internazionale da parte ...
Turismo e ormeggi
Isola di San Domino - I. Tremiti (FG)
L'isola di San Domino è un'isola dell'arcipelago delle Isole Tremiti (o Diomedee) nel mar Adriatico.   È per superficie la prima isola pugliese oltre che dell'arcipelago tremitese. Rientra amministrativam
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 04/07/2020 07:05

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI