Al Polo Sud con la nave ''Le Boréal'' - Report - NAUTICA REPORT
Report / Al Polo Sud con la nave ''Le Boréal''
Al Polo Sud con la nave ''Le Boréal''

Al Polo Sud con la nave ''Le Boréal''

Per chi ama il fascino dell’Antartide

La nave “Le Boréal” è stata costruita ad Ancona dalla Fincantieri S.p.A. e per l’arredamento interno è stata scelta la qualità italiana del Gruppo Lemi; è una nave “verde” che può arrivare là dove altre navi devono fermarsi.

 

La particolare struttura della prua e dell’opera viva ne fanno in pratica una nave rompighiaccio.
 


 

Le Borèal con la sua struttura di prua da rompighiaccio

 

Per chi ama il fascino dell’Antartide, per chi non resiste alla tentazione d’immergersi nella natura più selvaggia e incontaminata del mondo,  per chi  vuole provare le emozioni che solo una crociera ai confini del pianeta può regalare,  ecco una proposta a cui è davvero difficile, se non impossibile, dire no. È quella fatta dalla Compagnie du Ponant, che invita i croceristi più avventurosi a percorrere le rotte dell’Antartide a bordo di Le Boréal. 

 

Una nave che concentrando tutto il meglio della tecnologia, consente di navigare in acque caratterizzate da ecosistemi molto fragili, in aree dove sono state introdotte misure talmente restrittive da impedire l’accesso alle  navi di molte compagnie.
 

  
 

Le Borèal tra i ghiacci del polo sud

 

Il pregio della sua ecosostenibilità  è dato dall’impiego di biocombustibili e di energia elettrica come fonte di alimentazione e propulsione, riducendo così quasi a zero l’emissione di gas esausti; merito  sia del sistema di posizionamento dinamico grazie al quale non è più necessario utilizzare le ancore quando la nave arriva in prossimità di una rada, sia dei tanti accorgimenti che consentono di vivere una crociera in Antartide da rispettosi ospiti di un ambiente unico al mondo.

 

Una passeggiata sul ghiaccio in compagnia di pinguini e foche leopardo si può realizzare salendo a bordo de Le Borèal e salpando da Ushuaia, in Argentina, per raggiungere gli angoli più remoti del continente di ghiaccio: il canale di Drake a Neko Bay.
 

  
 

Ushuaia - Argentina

 

Grazie ai robusti gommoni Zodiac in dotazione della nave, i passeggeri  possono  vivere l’emozione di toccare il suolo antartico e camminare circondati da colonie di pinguini Gentoo e foche leopardo; dallo Stretto di Gerlache  a Deception Island, l’isola dell’Inganno, dove si possono visitare ancora i bollitori, i magazzini, i serbatoi che i balenieri utilizzavano per la lavorazione dell’olio di balena. La rotta della nave prevede il passaggio di Capo Horn, incubo di ogni marinaio.

 

Luoghi  dal fascino unico, così come assolutamente unica e affascinante è la natura dell’Antartide, con le sue colonie di pinguini, otarie e leoni marini.

 

Un viaggio al Polo Sud significa scoprire una terra lontana e misteriosa, la terra dei ghiacci.
 

  
 

Le Borèal  e il magnifico scenario del polo

 

Il volume della calotta glaciale dell’Antartide è di circa 28 milioni di chilometri cubi. Se si sciogliesse interamente, il livello dei mari si alzerebbe di oltre 70 metri. Rappresenta il 90% del ghiaccio totale della Terra e il 70% delle riserve globali di acqua dolce.  Terra di banchise che rappresentano l’11% dell’area dell’Antartide. Le due più grandi sono la banchisa di Ross (mezzo milione di chilometri quadrati ) e la banchisa di Ronne. Più piccole sono le banchise di Larsen, Abbott e Getz nell’Antartide Occidentale e quelle di Shackleton e Amery nell’Antartide Orientale. Ovviamente, terra di iceberg.

 

Un’esperienza irripetibile è vedere queste enormi masse di ghiaccio da vicino e dal basso, girandoci intorno con i tender della nave, i gommoni Zodiac  dalla particolare e resistente struttura. Gli iceberg emergono solo per 1/9 del loro volume, ad un certo punto si capovolgono rendendo visibile la parte che prima era sott’acqua e che è stata col tempo consumata e scolpita dalle correnti. Dal colore si può provare a indovinare l'età: sono molto vecchi se hanno un intenso colore blu e più giovani se sono più bianchi.
 

  
 

Le Borèal - Escursioni sui ghiacci

 

Esiste in questa particolare unità navale la figura apposita del “Capitano del ghiaccio” che dalla cabina di comando osserva la situazione.

 

Antartide, terra di iceberg e di pinguini. Sono questi i veri padroni di queste latitudini (rappresentano il 90% degli uccelli – considerati così anche se non volano - in Antartide) e, ovviamente, sono vestiti in frac: bianco davanti e nero dietro.

 

Questo mega-yacht da 120 metri è sinonimo di atmosfera unica, connubio tra lusso, intimità e benessere. Grazie alle sue “ridotte” dimensioni  l’imbarcazione permette infatti di raggiungere i porti più segreti e più nascosti nelle mete più esclusive, inaccessibili alle grandi navi da crociera.

 

Ecco alcuni dati tecnici :

 

Anno:

Armatore:

Costruzione:

Lunghezza:

Larghezza:

Ponti:

Cabine esterne:

Passeggeri:

Membri di equipaggio:

Velocità media:

2010

Compagnie du Ponant

Fincantieri Ancona

120 m

18 m

6

132

Da 224 a 264

140

16 nodi

 

Per info: en.ponant.com/le-boreal-bo-2

 

Titolo del:

Tags

Fincantieri S.p.A, Gruppo Lemi, nave rompighiaccio, Antartide, Compagnie du Ponant,
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Una casa galleggiante sulla Senna

Vivere in una 'péniche' nel centro di Parigi

Una volta ultima frontiera del lusso, negli ultimi anni con il cres...

Alla ricerca della longitudine

di Fabrizio Fattori

Navigare in mare aperto ha comportato sempre moltissimi rischi. Il ...

La portaerei Cavour, orgoglio della Marina Militare Italiana

La prima missione operativa della Cavour ad Haiti nel 2010 colpita dal terremoto

Nave Cavour (CVH 550) è una portaerei STOVL italiana entrata...

Abu Simbel, un trasloco 'Faraonico'

In seguito alla costruzione della diga di Assuan nel 1964-1968 il tempio fu 'traslocato'

Abu Simbel è un sito archeologico dell'Egitto che s...

Paul Elvstrøm: ''Sportivo danese del secolo''

In ricordo di un grande campione

Si spegneva a dicembre di tre anni fa, ad Hellerup, in Danimarca, a...
Turismo e ormeggi
Isola del Giglio - Arcipelago Toscano (GR)
Isola del Giglio è un comune della provincia di Grosseto in Toscana.   Prende il nome dall'omonima isola dell'Arcipelago Toscano e comprende anche l'Isola di Giannutri, situata alcune m
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 22/11/2019 07:20

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI