Velista dell'Anno TAG Heuer 2020: vince Ambrogio Beccaria. Tutti i premiati - News - NAUTICA REPORT
News / Velista dell'Anno TAG Heuer 2020: vince Ambrogio Beccaria. Tutti ...
Velista dell'Anno TAG Heuer 2020: vince Ambrogio Beccaria. Tutti i premiati

Velista dell'Anno TAG Heuer 2020: vince Ambrogio Beccaria. Tutti i premiati

Svelati i vincitori dell’Oscar della Vela: Ambrogio Beccaria è il Velista dell’Anno TAG Heuer 2020. Premiati Patrizio Bertelli, il “boss” di Luna Rossa e Marco Gradoni, il giovane velista italiano più forte di sempre.

 

Sabato 6 giugno alle 21, il marinaio milanese che ha osato battere i più grandi navigatori francesi vince il premio più prestigioso della vela. L’Italia della vela finalmente dà il giusto tributo a Patrizio Bertelli, patron di Luna Rossa, la barca italiana più famosa della storia che cerca di vincere la mitica regata Coppa America. Tra gli altri premiati, Elio Somaschini che gira il mondo facendo la rotta con le mani e Marco Gradoni, il 16enne italiano che potrebbe vincere un Olimpiade. Un premio anche agli 80 ragazzi del Politecnico che hanno costruito da soli una barca riciclabile al 75%.

 

È Ambrogio Beccaria, 29 anni, milanese, il Velista dell’Anno TAG Heuer 2020. Per la seconda volta consecutiva, vince il premio più prestigioso della vela italiana (organizzato dal 1991 dalla storica rivista Il Giornale della Vela): è il marinaio più forte del momento, l’erede di Giovanni Soldini. Ha vinto la Mini Transat, l’impegnativa transatlantica in solitario dalla Francia ai Caraibi su microbarche di 6,50 metri, primo italiano ad esserci riuscito, in barba ai francesi. “Vincere la seconda volta? È stato come vivere un déjà-vu”, ha detto nel corso della Serata dei Campioni, in onda sabato 6 giugno su tutti i canali web e social del Giornale della Vela. “La Mini Transat già appartiene al passato, ora partono le mie nuove avventure”.

 

Patrizio Bertelli, patron di Luna Rossa e AD di Prada, ha ricevuto il premio alla carriera Tribute: “Questo premio credo vada attribuito al team allargato di Luna Rossa, composto da tutte le persone che ci hanno lavorato, negli ultimi 20 anni. Sono i miei amici, sono i velisti che vanno in barca con me. Siamo un team nel team. Ci riconosciamo da lontano. E dedico il premio a mia moglie Miuccia, che mi ha sempre sostenuto e spronato nella nostra avventura di Coppa America”.

 

Gli altri premiati

 

Marco Gradoni, 17 anni, tre volte Campione Mondiale della classe giovanile Optimist, primo nella storia della vela mondiale ad esserci riuscito, ha vinto il premio TAG Heuer Young, riservato ai giovani talenti della vela. Fabrizio Olmi e Davide Di Maria, velisti disabili vincitori del campionato del mondo RS Venture, hanno vinto il TAG Heuer #don’tcrackunderpressure, assegnato a chi riesce a superare qualsiasi difficoltà, anche se sembra insormontabile. Il premio TAG Heuer Performance è andato a Elio Somaschini che ha girato il mondo per 20 anni su una barca, usando solo le mani e un orologio per orientarsi nell’immensità dell’oceano.

 

Al team di 82 ragazzi del PoliTo Sailing Team del Politecnico di Torino, che hanno vinto la 1001VELA Cup con una barca da loro costruita al 75% in materiali riciclabili, è andato il premio TAG Heuer Innovation, riservato a chi ha dato un particolare contributo nel mondo della progettazione e dell’innovazione. Il più votato dal pubblico nelle due fasi votazioni online, con 11.054 voti, è stato Andrea Barbera, che ha circumnavigato la Sicilia su un piccolo catamarano di 5 metri non abitabile: a lui il premio TAG Heuer Most Voted. Il premio speciale TAG Heuer Passion, dedicato a chi ha fatto della vela la sua professione di successo, senza mai perdere la passione, è andato a Francesca Clapcich, ex velista olimpica con esperienza oceanica che ora sta lavorando sodo per mettere su un team tutto femminile per il prossimo giro del mondo.
 

 

L'evento velico più seguito di Italia


Il Velista dell’Anno TAG Heuer, in questa sua inedita veste online, è stato l’evento velico più seguito di Italia ha fatto registrare un vero e proprio boom di contatti. Le interviste ai dieci finalisti e la Serata dei Campioni sono state seguite da un’audience totale di 1,2 milioni di utenti. I voti del pubblico sul sito velistadellanno.giornaledellavela.com, con cui sono stati decretati i dieci finalisti tra i cento candidati iniziali, sono stati 78.000.
Il Velista dell’Anno è organizzato dal Giornale della Vela (rivista leader della vela italiana dal 1975) con il naming partner TAG Heuer, noto brand svizzero di orologeria di precisione e in collaborazione con B&G Italia

 

Ufficio Stampa Il Velista dell’Anno TAG Heuer
Eugenio Ruocco 
 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Conclusione del concorso Attitude Ocean Award e premiazione

Quattro classi appartenenti ad altrettanti istituti delle scuole medie sarde si sono ag...

Vendée Arctique Les Sables d’Olonne: prima regata dell’anno per Pedote e Prysmian Group

Oggi sabato 4 luglio, al largo di Les Sables d'Olonne, venti navigatori solitari, i...

Solaris Yachts cala un poker d’assi sul 2020

Quattro nuovi modelli nei prossimi tre mesi. È il segnale di impegno e...

Vendée Globe - Meeting Armel Tripon

MY JOURNEY Born August 11, 1975 Lives in Nantes   My studies: &...

Palumbo Superyachts: renewed 21-Year state concession to PSY Refit Marseille

Palumbo Superyachts Marseille has been awarded the tender called by the GPMM in Februar...
Turismo e ormeggi
Isola di San Domino - I. Tremiti (FG)
L'isola di San Domino è un'isola dell'arcipelago delle Isole Tremiti (o Diomedee) nel mar Adriatico.   È per superficie la prima isola pugliese oltre che dell'arcipelago tremitese. Rientra amministrativam
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 04/07/2020 07:05

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI