Promuovere la ''Cultura del Mare'' per rilanciare la Nautica. Di Carlo Enrico Bazzani - News - NAUTICA REPORT
News / Promuovere la ''Cultura del Mare'' per rilanciare la Nautica. Di ...
Promuovere la ''Cultura del Mare'' per rilanciare la Nautica. Di Carlo Enrico Bazzani

Promuovere la ''Cultura del Mare'' per rilanciare la Nautica. Di Carlo Enrico Bazzani

L'esempio di "Afrodite Sailinglife"

Il superamento della crisi della nautica è certamente legata al miglioramento del clima generale del Paese, ovvero  della situazione politica economica e sociale, ma si concretizzerà solo se contemporaneamente sarà promossa fin dai banchi di scuola e a tutti i livelli, la cultura del mare.

 

L'Italia, infatti, pur essendo una penisola, non ha una radicata e diffusa cultura marina. Al di là della retorica 'muscolare' fondata su qualche esempio illustre, non siamo un popolo di "santi, di eroi e di navigatori, tutt'altro. Spesso molti di noi, chi più chi meno, trattano il mare come una discarica gettandovi di tutto: dalla sigaretta al sacco della spazzatura, dagli oli combusti ai pneumatici, dalle batterie esauste alle bombole del gas, a masserizie e ogni altro tipo di rifiuto.

 

In aggiunta ci si mette anche madre natura che attraverso i fiumi riversa in mare tronchi, fango, pietre e altri materiali di risulta strappati al territorio. Ricordo che solo qualche anno fa la rotta Civitavecchia/Golfo Aranci era segnata da una lunga striscia di casse, cassette della frutta, bottiglie, ortaggi e vari scarti alimentari.  

 

Oggi, fortunatamente, pare che ciò non accada più o, comunque molto meno, ma in generale ancora non si guarda al mare come a una risorsa da rispettare e salvaguardare; ipocritamente, però, ci lamentiamo se le nostre spiagge e l'acqua non sono pulite e ci sdegniamo davanti alle drammatiche immagini della marea di plastica che soffoca gli oceani. Perché il mare entri nella coscienza e nella testa degli italiani come un bene prezioso, occorre dunque farlo conoscere come elemento essenziale del ciclo vitale 'umano con il quale entrare in rapporto diretto per una corretta fruibilità.

 

In pratica occorre diffondere tra la gente una "cultura del mare" e - aggiungiamo - dell'andar per mare, Vanno promosse, e supportate, specie dalla pubblica amministrazione ( le associazioni di settore fanno già molto), tutte quelle iniziative, eventi e manifestazioni  che avvicinano, idealmente  e praticamente, la gente al mare. In questo quadro vanno incentivate le attività 'marine' come la nautica (specie la piccola), la vela, gli sport acquatici, la pesca in mare, il nauticamping ( di cui scriveva 30 anni con passione pionieristica l'impareggiabile compianto collega, Franco Bechini), il charterismo nautico,il turismo marino e la navigazione costiera, intesa anche come mezzo di trasporto.

 

In particolare porti, porticcioli, marina e approdi devono diventare attori protagonisti di questa  azione di rilancio 'culturale' fondato su un rapporto più maturo e consapevole tra popolazione e mare, tornando a essere la porta della città, punto d'incontro e di conoscenza, ovvero motori di sviluppo integrati nel tessuto sociale ed economico dei territori. Fortunatamente non siamo più all'anno zero e non mancano esempi trainanti come - solo per citarne alcuni - il marina di Varazze che ha un ricco calendario  annuale di eventi; il marina d'Arechi di Salerno, che da qualche anno in ottobre organizza un apprezzato boat show; la rete Marinedi, ricca di iniziative in tutti i suoi 13 porticcioli, segnatamente quelli di Procida (eventi culturali di grande richiamo), Ischia, Villasimius e Capo d'Anzio ( campionato italiano di acquascooter, charter etc).

 

Ma un esempio forse meno 'patinato' ma davvero emblematico delle possibili, molteplici azioni di promozione culturale del mare viene, come spesso accade, dalla passione, dalla creatività e dall'impegno delle singole persone, non necessariamente di natura marina. E' il caso di due abruzzesi, o meglio marsicani (sic!), Susanna di Toro e Massimo De Filippis che, scesi dai natii monti all'Adriatico "selvaggio", sono approdati nel Gargano, a Manfredonia, con la loro "Afrodite" (uno Jeanneau Sun Odissey).
 

 


 

Susanna Di Toro - Afrodite Sailinglife

 

Sono rimasti ammaliati da quei luoghi e hanno deciso di fermarvisi per realizzare un progetto coraggioso, "Afrodite Sailinglife": dare a tutti, specie ai neofiti e ai loro corregionali abruzzesi, la possibilità di vivere il mare dal mare, ovvero da un nuovo punto di vista. "La voglia di scoprire il Gargano e le sue meraviglie naturalistiche, culturali e artistiche - dice Susannafa si che la vela e il mare si possano unire al territorio, come nuova forma di turismo esperenziale".Vela, turismo e scoperta del territorio, ma non solo: Susanna intende 'restituire' un qualcosa al mare e offre la sua Afrodite anche come laboratorio di idee e luogo di sperimentazione dall'anima green, per testare l'ecosostenibilità di nuovi materiali e strumenti nonché per verificare e ridurre al minimo  l'impatto ambientale della presenza umana a bordo. "Ci vuole veramente poco per aiutare il pianeta", dice. "Bastano piccoli gesti che ripetuti nel tempo possano diventare sane abitudini" e cita l'utilizzo di saponi bio e di stoviglie compostabili, la riduzione dell’uso della plastica; la raccolta differenziata dei rifiuti, la riduzione allo stretto necessario della propulsione a motore.  

 

Ultima chicca, nell’equipaggio di Afrodite è presente anche una veterinaria, Monica Gramenzi, con il compito di monitorare la fauna marina incontrata in navigazione. Insomma idee innovative che Susanna spera raccolgano l'interesse della gente e, perché no, di vari sponsor. Non paga di questo già intenso impegno in favore del mare, Susanna ha lanciato recentemente tramite la piattaforma change.org e con il sostegno dell'avv. Antonio Bufalari, esperto di diritto marittimo e nautica da diporto, una raccolta di firme per una petizione al Governo volta a istituire il Ministero del Mare, del resto, già esistente in passato con il nome di Ministero della Marina Mercantile. (A titolo di cronaca, l'estate scorsa è stato reintrodotto anche ln Francia)  "L’Italia – spiega  Susanna - con le sue coste, i suoi mari e suoi territori al centro del Mediterraneo, ha bisogno di un Ministero esclusivamente dedicato al Mare, che possa elaborare e attuare in modo uniforme e coordinato una politica organica volta alla salvaguardia e valorizzazione della risorsa mare e allo sviluppo sempre più sostenibile dell'economia che essa genera in vari settori, primo tra tutti, il turismo".

 

 

Insomma Susanna è un esempio di promoter della cultura del mare, un vero e proprio 'vulcano marino'… come Afrodite dea dell'amore e della bellezza, nata dalla schiuma del mare fecondata dall'Olimpo!  

 

Carlo Enrico Bazzani

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Oceanic Yachts 140' Fast Expedition by Canados: la costruzione è già in fase avanzata

- Venduto il primo Oceanic 140’;   - Consegna prevista a Marzo 2022...

Cesare Bozzetti sul tetto del mondo nella classe Swan 50

Venezia, 21 ottobre 2020 - E con questa fanno 13. La Swan 50 ha ormai un unico protagon...

Yacht Club Italiano - GP d'Italie Mini 6.50 - Coppa Alberti: i primi risultati

Ventone sulla flotta dei Mini 6.50 per l’ultima notte di regata. Primi al traguar...

Motonautica, tutto in un week-end: Diego Testa sogna il “triplete”

Napoli, 21 Ottobre 2020 - Mondiale, europeo e campionato italiano. Quest’anno la ...

Seacily 2020: il Coronavirus impone un rinvio del Salone Nautico

Palermo, 21 ottobre 2020 – Seacily 2020, il Salone della Nautica in programma al ...
Turismo e ormeggi
Margherita di Savoia (BT) La città del sale
Margherita di Savoia è un comune della provincia di Barletta-Andria-Trani, in Puglia. Fino al 2004 ha fatto parte della provincia di Foggia.   Il centro abitato sorge in riva al mare Adriatico, in una zona pianeggiante, un temp
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 21/10/2020 07:20

© Copyright 2011-2020 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Conc. Pubb. Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI