Torna l’International Hannibal Classic per vele d’epoca, dal 10 al 12 settembre 2021 a Monfalcone - Barche e Navi d'Epoca - NAUTICA REPORT
Barche e Navi d'Epoca / Torna l’International Hannibal Classic per vele d’epoca, dal 10 ...
Torna  l’International Hannibal Classic per vele d’epoca, dal 10 al 12 settembre 2021 a Monfalcone

Torna l’International Hannibal Classic per vele d’epoca, dal 10 al 12 settembre 2021 a Monfalcone

- Tornano le vele d’epoca a Monfalcone in occasione della quinta edizione dell’International Hannibal Classic – Memorial Sergio Sorrentino, terza tappa della Coppa AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca) dell’Adriatico 2021.

 

- Organizzazione a cura dello Yacht Club Hannibal, con la partecipazione della Società Nautica Laguna. Come lo scorso anno, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, le due regate previste si svolgeranno su percorsi a triangolo senza la prevista tappa a Portorose, in Slovenia.

 

- La flotta verrà ospitata presso il Marina Hannibal di Monfalcone, main sponsor della manifestazione. La rinnovata gestione del Marina promette un’edizione indimenticabile.

 

L’INTERNATIONAL HANNIBAL CLASSIC FESTEGGIA IL PRIMO LUSTRO

 

 

Vele d'epoca in regata all'Hannibal Classic di Monfalcone (Foto P. Maccione)

 

Nonostante la pandemia l’International Hannibal Classic, in programma a Monfalcone dal 10 al 12 settembre 2021, è riuscita a non saltare una edizione di quella che anno dopo anno sta diventando una delle più importanti regate nazionali dedicate alle vele d’epoca. E l’obiettivo raggiunto del primo lustro rappresenta oggi un piccolo, ma significativo traguardo. La manifestazione è organizzata dallo Yacht Club Hannibal (www.yachtclubhannibal.it), diretto da Loris Plet, con la partecipazione della Società Nautica Laguna, il patrocinio della FIV, Federazione Italiana Vela, e dell’AIVE, l’Associazione Italiana Vele d’Epoca anche responsabile della stazzatura delle imbarcazioni.

 

L’International Hannibal Classic è terza tappa della Coppa AIVE dell’Adriatico 2021, l’annuale trofeo che si conclude ogni anno a ottobre presso lo Yacht Club Adriaco di Trieste con il Trofeo Città di Trieste (2-3 ottobre) e la Barcolana Classic (9 ottobre), dove verranno decretati i vincitori stagionali. Da quest’anno l’evento monfalconese diventerà inoltre parte del neonato “Trofeo dei due guidoni”, istituito in collaborazione con il suddetto Yacht Club Adriaco, che terrà conto dei risultati conseguiti in occasione dell’Hannibal Classic e del Trofeo Città di Trieste. Immutata la dedica della regata al velista Sergio Sorrentino, il campione della classe Dragone scomparso nel 2007, fondatore del Marina Hannibal di Monfalcone dove si svolgerà l’evento.Tutto sarà organizzato nel rispetto della normativa per il contrasto e contenimento della diffusione del Covid-19.

 

LE CLASSI DI IMBARCAZIONI PARTECIPANTI

 

 

Sagittario (1972), la barca scuola della Marina Militare assidua partecipante all'Hannibal Classic (Foto P. Maccione)

 

 

Gilla (1950), yawl bermudiano costruito in Germania nel 1950 su progetto di Henry Gruber (Foto P. Maccione)

 

Alla manifestazione potranno iscriversi gli yachts in legno o in metallo di costruzione anteriore al 1950 (Yachts d’Epoca) e al 1976 (Yachts Classici), nonché le loro repliche individuabili secondo quanto disposto dal “Regolamento per la stazza e le regate degli Yachts d’Epoca e Classici - C.I.M. 2018-2021”.

 

Anche quest’anno, considerata l’emergenza sanitaria in corso”, ha ricordato il direttore Plet, “siamo dispiaciuti di non fare tappa in Slovenia presso lo Yacht Club Marina Portorož, motivo per cui le due regate di sabato e domenica si svolgeranno su percorsi a triangolo tra Punta Sdobba e il Golfo di Trieste”. Le barche che non hanno mai avuto un certificato di stazza CIM e che intendessero richiederlo, potranno concordare con gli organizzatori il giorno in cui fare stazzare la propria imbarcazione.

 

GLI “SCIARRELLI”, LE “PASSERE”, GLI “ARPÈGE”, LE “ALPA 9” E I 50 ANNI DEL “PASSATORE”

 

 

Tiziana IV, un progetto di Carlo Sciarrelli varato nel 2002 (Foto P. Maccione)

 

Previste classifiche separate per gli Yachts progettatida Carlo Sciarrelli, per la categoria “Passere” e per il raggruppamento “Arpège” (www.arpege.it), la famosa imbarcazione lunga 9,25 metri nata dalla matita del francese Michel Dufour e prodotta in oltre 1.500 esemplari, di cui si calcola navighino in Italia circa 120 scafi.

 

Benvenute all’evento anche le barche della classe ‘Alpa 9’ e i ‘Passatore’ (www.congregadelpassatore.net), il monotipo in legno da crociera/regata costruito in 136 esemplari dal Cantiere Sartini di Cervia tra il 1971 e il 1983, che quest’anno festeggia mezzo secolo. Il Passatore ha già ricevuto il titolo di “Barca di interesse storico”. L’ammissione di altre tipologie di imbarcazioni come gli ‘Spirit of Tradition’ verrà valutata a insindacabile giudizio del comitato organizzatore.

 

IL POSTO BARCA GRATUITO E LE SERATE PER GLI EQUIPAGGI

 

 

Sorella (1858), il più antico cutter aurico del Mediterraneo (Foto P. Maccione)

 

In occasione dell’International Hannibal Classic le barche potranno sostare gratuitamente presso le banchine del raduno da venerdì 10 settembre, giornata dedicata alla formalizzazione delle iscrizioni, fino a lunedì 13 settembre. Sempre nel pomeriggio di venerdì armatori ed equipaggi potranno partecipare a una conferenza legata a temi marinareschi, che comprenderà la presentazione del libro ‘Il punto più alto’ del Capitano di Vascello Gianfranco Bacchi, comandante dell’Amerigo Vespucci.

 

Seguirà cocktail di benvenuto. Sabato 11 settembre, dopo la prima regata, si terrà la serata conviviale per gli equipaggi e domenica pomeriggio la cerimonia di premiazione. Durante l’intera manifestazione sono previste iniziative in banchina per quella che si preannuncia come un’indimenticabile edizione celebrativa, con intrattenimenti serali, omaggi e sorprese per i partecipanti.  

 

W-EYE, L’OCCHIALE DELL’ANNIVERSARIO REALIZZATO CON IL LEGNO DI UNA BARCA D’EPOCA

 

 

Il primo lustro di una manifestazione velica rappresenta un importante traguardo, che non poteva non essere celebrato in maniera speciale. Ecco perché W-eye, l’azienda udinese di occhiali da sole e da vista, ha voluto realizzare un manufatto unico nel suo genere da donare alle imbarcazioni partecipanti. È stato infatti chiamato ‘Mari 1938’ il modello unisex di occhiale da sole di media grandezza disegnato dallo Studio Matteo Ragni Design, caratterizzato da una dolce curva lungo le astine che richiama la chiglia lunga delle imbarcazioni d’epoca. La struttura portante è composta da 5 fogli di tranciato di mogano Sapelli e due sottili fogli di alluminio, mentre il rivestimento esterno/interno è costituito da fogli di legno di teak ricavati da vecchie tavole di uno scafo d’epoca degli anni Trenta donate a W-eye dal Cantiere Francesco Del Carlo di Viareggio, maestro nel restauro di imbarcazioni storiche.

 

Ogni occhiale monterà lenti ZEISS polarizzate di colore grigio adatte alla visione in mare. In questa edizione W-eye è affiancata da altri sponsor, tra i quali lo stesso Marina Hannibal di Monfalcone, la Regione FVG, lo Studio Attuariale Visintin & Associati e l’azienda friulana CRUNA DI SUBIDA_Wine Country House di Cormons, in provincia di Gorizia, che metterà in palio diversi premi tra i quali alcuni soggiorni presso la loro incantevole struttura nel verde. 

 

INFORMAZIONI, ISCRIZIONI E BANDO DI REGATA

 


www.yachtclubhannibal.it

E-mail: segreteria@yachtclubhannibal.it

Tel. +39 366 7179633

 

Ufficio Stampa 

Paolo Maccione e Sandro Bagno
 
In copertina Santa Maria Nicopeja, 1901 (Foto P. Maccione)
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Al na' ir, 1960

CUTTER MARCONI O BERMUDIANO

Antonio (Toni) Pierobon. Un nome che per l'Italia e gli italian...

Vistona, 1937

CUTTER AURICO

Vistona è appartenuta a un ufficiale in pensione della ...

Belle Aventure, 1929

KETCH MARCONI O BERMUDIANO

Varata con il nome di Eileen e con un armo aurico, è stata t...

Esterel, 1912

CUTTER AURICO

Esterel è un 8 Metri Stazza Internazionale con velatura auri...

Aeolus, 1904

CUTTER AURICO

Aeolus è un cutter aurico costruito in California nel 1904, ...
Turismo e ormeggi
Isola di Dino (CS) - L'isola che c'č
L'isola di Dino è la maggiore delle due isole calabresi; l'altra è l'Isola di Cirella. Sorge sulla costa nord occidentale del Tirreno calabrese, di fronte l'abitato di Praia a Mare in Provincia di Cosenza, davanti Cap
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 22/05/2022 07:30

© Copyright 2011-2022 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI