SS Nomadic, il tender del Titanic - Barche e Navi d'Epoca - NAUTICA REPORT
Barche e Navi d'Epoca / SS Nomadic, il tender del Titanic
SS Nomadic, il tender del Titanic

SS Nomadic, il tender del Titanic

NAVE A VAPORE TENDER

L'SS Nomadic è una nave a vapore della White Star Line, inaugurata il 25 aprile 1911 a Belfast.

 

Fu costruita come tender per le navi RMS Olympic e RMS Titanic, ed è l'ultimo vascello fra quelli costruiti per la White Star Line ancora galleggiante.
 


 

SS Nomadic

 

Storia

 

La chiglia del Nomadic fu posata nei cantieri Harland and Wolff di Belfast nel 1910 (pennant number 422). Inaugurata il 25 aprile 1911 e consegnata alla White Star Line il 27 maggio, la nave misurava 67 metri (220 piedi) di lunghezza e 11.3 metri (37 piedi) di larghezza, ed aveva una stazza lorda di ben 1,273 tonnellate. Aveva eliche a tre pale che la portavano a una velocità massima di 12 nodi.

 

Con la sua nave gemella SS Traffic, il Nomadic fu usato come tender per il Titanic e per l'Olympic a Cherbourg in Francia. Il Nomadic fu arredato con lussuosi interni e fu quindi usato per i passeggeri di prima e seconda classe, mentre il Traffic serviva per i viaggiatori di terza.
 


 

SS Nomadic

 

Durante la Prima guerra mondiale il Nomadic fu in servizio per il trasporto delle truppe americane a Brest (Francia). Nel 1927 fu venduto alla Compagnie Cherbourghoise de Transbordement e successivamente venduto ancora alla Société Cherbourghoise de Remorquage et de Sauvetage nel 1934. Quindi con il nome di Ingenieur Minard, servì nuovamente come nave per le truppe durante la Seconda guerra mondiale.

 

Dopo la Guerra riprese il servizio di tender per la Cunard Line (le due compagnie si erano fuse nel 1934) fino al novembre 1968. Quindi servì la RMS Queen Elizabeth per l'ultima volta. Nel 1974 fu acquistato da un privato e trasformato in un ristorante lungo la Senna a Parigi, dove rimase attraccato ridotto quasi a un relitto dopo la chiusura del ristorante, fino a che fu spostato al porto di Le Havre nel 2003.
 


 

SS Nomadic - Ristorante sulla Senna a Parigi

 

Preservazione del Nomadic

 

Un pubblico appello per raccogliere donazioni affinché il Nomadic tornasse al cantiere Harland and Wolff per essere ristrutturato fu lanciato dal Belfast Industrial Heritage (BIH), un'organizzazione no-profit sita nell'Irlanda del Nord con la collaborazione di entusiasti sostenitori tramite il "SaveNomadic.com Appeal".

 

Il 26 gennaio 2006, l'SS Nomadic fu messo all'asta a Parigi dal Dipartimento per lo sviluppo Sociale, ramo del Northern Ireland Office. Fu acquistato per 171.320 sterline (con prezzo di riserva 165.000 sterline).
 


 

SS Nomadic in cantiere a Belfast

 

L'SS Nomadic lasciò Le Havre per tornare a Belfast il 12 luglio, dove arrivò il 18 luglio 2006, finalmente vicino al luogo in cui era stata costruita. Il vascello fu accolto dal Ministro dello Sviluppo Sociale David Hanson MP e dal deputato Lord Mayor della città di Belfast, il Consigliere Ruth Patterson, nonché da un cospicuo numero di beneauguranti.

 

Il Nomadic arrivò "sul dorso" di una chiatta di trasporto, che era stata ingaggiata dall'Anchor Marine Transportation Limited. Uno studio del Belfast City Council ha stimato il costo della ristrutturazione del Nomadic intorno ai 7 milioni di sterline.
 


 

SS Nomadic in cantiere a Belfast 

 

La Belfast Harbour Commissioners acconsentì a fornire un ormeggio temporaneo per la nave, e fu anche fondata una società finanziaria per coordinare la raccolta di fondi.

 

Iscritto il vascello nello United Kingdom's National Register of Historic Vessels, il progetto ha incluso una Lotteria Nazionale per assicurarne l'istanza, che ha sostanzialmente incrementato i fondi già esistenti di 60.000 sterline raccolto con un pubblico appello e le 100.000 sterline del Belfast City Council.
 

Il sito del Nomadic Appeal Public ha dato vita alla Nomadic Preservation Society.

 

Luogo

 

Al suo ritorno a Belfast, l'SS Nomadic fu ormeggiato al Queen's Quay proprio fuori dall'Arena Odyssey di Belfast ed aperto per una mostra temporanea. Alla fine del 2008 la nave fu chiusa al pubblico e spostata al molo Barnett per lavori di manutenzione interni, quindi al molo Hamilton Graving per la sistemazione in bacino di carenaggio e completa ristrutturazione.
 


 

SS Nomadic al molo Hamilton Graving

 

Dopo sette anni di lavoro, la S.S Nomadic è pronta ad aprire al pubblico.

 

Il tender del famoso transatlantico Titanic, affondato la notte tra il 14 e il 15 aprile 1912, è stato completamente ristrutturato per accogliere l’afflusso sempre più crescente di turisti che la capitale dell’Irlanda del nord sta accogliendo dopo aver fortemente rivendicato la paternità del gigante dei mari che ora giace sul fondo dell’oceano Atlantico, inabissatosi dopo aver urtato un iceberg nel corso del viaggio inaugurale da Southampton (Inghilterra) a New York, metà mai raggiunta.
 

Gli ex Ministro del Turismo Arlene Foster, Ministro dello Sviluppo Nelson McCausland e il Dr Denis Rooney CBE, Presidente della SS NomadicCharitable Trust, 
 

Sono serviti circa 8 milioni di euro per rimettere in sesto l’ultimo vascello rimasto della White star Line. Le prime stime prevedono circa 44 mila visitatori nel primo anno di apertura. Come spiegato da Denis Rooney, presidente della compagnia che gestisce la Nomadic Charitable Trust: “I visitatori potranno camminare nello stesso pavimento solcato dai passeggeri del Titanic, toccando gli stessi materiali utilizzati per la realizzazione di quest’ultimo, vivendo un’esperienza molto toccante. È un modo molto efficace per espandere la propria immersione nelle bellezze della città dedicate al relitto“, come riportato da Indipendent.ie.

 

Il Nomadic è ormeggiato al molo Hamilton nel Titanic Quarter, a due passi dai vecchi cantieri della Harlan & Wolff e al museo, per esporre e far rivivere le emozioni di chi ha viaggiato sulla maestosa imbarcazione transoceanica.

 

www.nomadicbelfast.com
 

Titolo del:

Tags

White Star Line, Belfast, RMS Olympic, RMS Titanic, Harland and Wolff di Belfas, Compagnie Cherbourghoise de Transbordement, Société Cherbourghoise de Remorquage et de Sauvetage
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Lulworth, 1920

CUTTER AURICO

"Consumato dal tempo e dall'abbandono".   ...

The Lady Anne, 1912

CUTTER AURICO

The Lady Anne, uno dei rari 15 Metri Stazza Internazionale ancora n...

Tuiga, 1908: vanto dello Yacht Club de Monaco

CUTTER AURICO

Nel 1908 Il re di Spagna Alfonso XIII, grande appassionato di mare,...

Sovereign, 1964

SLOOP MARCONI O BERMUDIANO

Sovereign è un 12 Metri Stazza Internazionale ...

M/Y Madiz, 1902

ROYAL PATROL YACHT

Madiz è un grande yacht in acciaio costruito nel 1902 nei Ca...
Turismo e ormeggi
Porto Badisco (LE) - L'approdo di Enea
Porto Badisco è una nota località balneare situata nel territorio del comune di Otranto, in provincia di Lecce.   Meta turistica di notevole interesse storico-paesaggistico, si affaccia sul mar Adriatico e dista meno di
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 13/11/2019 06:50

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI