STED, protesta delle scuole nautiche per l’inserimento dei raccomandatari marittimi - Patente nautica - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Lido di Venezia
Il Lido di Venezia è una sottile isola che si allunga per circa 11 km tra la laguna di Venezia ed il mare Adriatico.   Delimitata dai porti di San Nicolò e Malamocco è 
Fonte: wikipedia.org e Nautica Report
Titolo del: 22/03/2019 07:00
Patente nautica / STED, protesta delle scuole nautiche per l’inserimento dei raccom...
STED, protesta delle scuole nautiche per l’inserimento dei raccomandatari marittimi

STED, protesta delle scuole nautiche per l’inserimento dei raccomandatari marittimi

Roma, 1 MARZO 2019

Proteste da parte dei titolari delle agenzie nautiche e degli studi di consulenza per l’inserimento in extremis, all’interno della Gazzetta Ufficiale, della figura dei raccomandatari marittimi quali titolari dello Sportello Telematico del Diportista.

 

Una misura, inserita nella Riforma del Codice della Nautica, che sulla carta avrebbe dovuto contrastare le truffe sulle immatricolazioni delle imbarcazioni da diporto, e che “con l’inserimento di figure con conflitti di interessi - sostiene la Confarca (la confederazione che rappresenta scuole nautiche e studi di consulenza) - rischia di legittimare un sistema già denunciato negli anni scorsi”.

 

“Lo Sportello Telematico è nato per semplificare le procedure con l’unione di tutti gli archivi – afferma Adolfo D’Angelo, segretario nazionale della sezione nautica della Confarca – Di fatto, uno strumento innovativo che sarebbe dovuto nascere per aumentare la sicurezza, grazie ad una norma inserita all’ultimo momento, rischia addirittura di essere indebolito: i raccomandatari non sono figure super partes, perché è noto che rappresentano un centro di potere”.

 

Secondo D’Angelo, “i raccomandatari marittimi sono stati inseriti fuori la delega di Governo come titolari dello sportello telematico del diportista, ciò vuol dire che anche loro potranno svolgere pratiche amministrative usufruendo dell’archivio centrale messo a disposizione dal Ministero dei Trasporti e della Navigazione”. “C’è stata una forzatura voluta da qualcuno – conclude il segretario nazionale della Confarca – Questa figura professionale cura gli interessi degli armatori e non è terza, come ad esempio possono esserlo gli studi di consulenza. Per questo chiediamo di rivedere questa norma che rischia di far tornare indietro l’intero comparto”.

 

Ufficio Stampa Confarca

ufficiostampa.confarca@gmail.com

Fonte: Ufficio Stampa Confarca
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Sportello Telematico del Diportista: le preoccupazioni degli studi di consulenza a “Lease 2019”

Milano, 21 marzo 2019

Lotta alle frodi prioritaria e affermazione del principio di terzie...

Patente nautica, si cambia: procedura unica in tutto il Nord-ovest

Roma, 18 febbraio 2019

L’allineamento degli uffici periferici con un gruppo di lavor...

Esami per la patente nautica tutto l’anno, se ne discute a Milano all’assemblea della Confarca

Milano, 5 ottobre 2018

Al via oggi l’incontro interregionale: tra le novità i...

Incidenti in mare ad agosto, bilancio negativo Confarca: ''Patenti anche per motori da 10 cavalli''

Roma, 4 settembre 2018

La proposta del segretario nazionale D’Angelo: semplificare e...

Patenti nautiche, bilancio positivo per la Motorizzazione di Milano: garantite le sedute d'esame anche in estate

Roma., 31 luglio 2018

Morana (Confarca): “Piano anti-caos ha funzionato, il nostro ...

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI