Funzioni pubbliche, shipping e marittimità: incontro del Cluster marittimo italiano militare e civile - Porti, Shipping e Logistica - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Lido di Venezia
Il Lido di Venezia è una sottile isola che si allunga per circa 11 km tra la laguna di Venezia ed il mare Adriatico.   Delimitata dai porti di San Nicolò e Malamocco è 
Fonte: wikipedia.org e Nautica Report
Titolo del: 22/03/2019 07:00
Porti, Shipping e Logistica / Funzioni pubbliche, shipping e marittimità: incontro del Cluster ...
Funzioni pubbliche, shipping e marittimità: incontro del Cluster marittimo italiano militare e civile

Funzioni pubbliche, shipping e marittimità: incontro del Cluster marittimo italiano militare e civile

Roma, 1 marzo 2019

Si è tenuto ieri nella sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera a Roma il terzo incontro del Cluster marittimo italiano, rappresentato dalla Federazione del sistema marittimo italiano (Federazione del Mare) e dai Propeller Club nazionali, con i vertici delle Amministrazioni marittime militari e civili.
 
Il workshop “Funzioni pubbliche, shipping e marittimità” è stato introdotto da Umberto MASUCCI, presidente dell’International Propeller Clubs. Si sono poi tenuti gli interventi del Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera,
 
l’Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino, del Comandante in Capo della Squadra Navale, l’Ammiraglio di Squadra Donato Marzano, del Direttore generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne, Mauro Coletta, del Direttore Generale di AssArmatori, Alberto Rossi. I lavori sono stati conclusi da Mario Mattioli, Presidente della Federazione del Mare e di Confitarma.
 
Mario Mattioli ha affermato che “senza il Registro Internazionale oggi non saremmo qui a parlare dei successi della nostra flotta mercantile, la quale - nonostante la crisi dei mercati che dura da più di dieci anni - è ancora in grado di competere sui mercati internazionali”.
 
“Grazie alla legge 30 del 1998 la flotta di bandiera italiana è più che raddoppiata (con posizioni di leadership o di assoluto rilievo nei settori più sofisticati, quali unità Ro-Ro, navi da crociera, navi per prodotti chimici e petroliferi) ed è tornata ad essere competitiva nei traffici internazionali e nel grande cabotaggio dove l’occupazione italiana e comunitaria in venti anni è aumentata del +140%. Oggi le navi di bandiera italiana sono al primo posto in Europa per numero di marittimi italiani e comunitari occupati”.
 
Infine, il Presidente Mattioli ha messo in evidenza la necessità di “un Ministero del Mare che possa raggruppare tutte le competenze oggi frazionate in più ministeri ed ha sottolineato l’incongruenza delle divisioni all’interno delle varie attività marittime, divisioni, dalle quali derivano difficoltà di coordinamento che penalizzano l’azione regolatoria delle funzioni pubbliche competenti e di fatto ostacolano la semplificazione normativa che tutti gli operatori richiedono. Ciò naturalmente va a detrimento della competitività delle attività marittime italiane”.
 
Erano presenti tra gli altri Pietro Spirito, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Tirreno centrale, i vertici di Assonave, Assorimorchiatori, Confitarma, Fedepiloti, e Ucina, nonché esponenti dei maggiori centri portuali e logistici italiani, riuniti nell’International Propeller Club.
 
L’occasione ha testimoniato ancora una volta l’unità del Cluster marittimo pubblico e privato e la comune volontà di promuovere in Italia la marineria, secondo le tradizioni e gli interessi del Paese.
 
Segretariato Federazione del Mare
 
Fonte: Segretariato Federazione del Mare
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

TRANSPOGOOD: la piattaforma online al servizio del trasporto multimodale

Venezia, 19 febbraio 2019

Per presentare in anteprima la piattaforma TRANSPOGOOD, il CFLI sce...

Tirrenia lancia due nuovi collegamenti Genova-Napoli e Livorno-Napoli

Milano, 6 dicembre 2018

Due nuove linee merci del Gruppo Onorato, sulle rotte delle autostr...

I porti siciliani negano il ruolo di Assoporti sulla portualità del Sud

Palermo, 27 novembre 2018

Linea strategica per la portualità del sud? Ma se Assoporti ...

I sogni infranti della città di Cagliari e del suo porto industriale

di Nicola Silenti

Qualcuno salvi dal tracollo il Porto canale di Cagliari. Un allarme...

Vincenzo Onorato: ''In vigore la Cociancich, ma gli armatori continuano a violare la legge''

Roma, 19 giugno 2018

“La Legge Cociancich è vigente dall’11 giugno sc...

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI