Nyhavn, il Porto Vecchio di Copenaghen - Report - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Isola di San Michele (VE) - La ''Memoria'' di Venezia
San Michele è un'isola della laguna veneta, posta tra Venezia e Murano.   È nota in quanto, dal 1807, ospita il cimitero monumentale di Venezia e la grande quantità di personaggi illustri ivi sepolti ne fa uno
Fonte: wikipedia.org e Nautica Report
Titolo del: 23/05/2019 06:55
Report / Nyhavn, il Porto Vecchio di Copenaghen
Nyhavn, il Porto Vecchio di Copenaghen

Nyhavn, il Porto Vecchio di Copenaghen

di Fabrizio Fattori

A dispetto del nome (porto nuovo), questo porto canale di Copenaghen è tra gli approdi più antichi della città. Le prime costruzioni, risalgono alla fine del XVII secolo e costituivano un ibrido tra abitazioni e magazzini.

 

Malgrado oggi, sia diventato uno delle mete più frequentate dai turisti, conserva ancora il fascino dei luoghi intensamente vissuti da una umanità eterogenea come sanno essere i marinai provenienti da ogni parte del mondo. I magazzini, i postriboli e le birrerie hanno ceduto il posto a pub e ristoranti oltre che ad abitazioni rese romantiche dal tempo ed il cui profilo è inalterato da secoli.
 


 

Hans Christian Andersen ha abitato a lungo in varie case prospicienti il canale e vi ha scritto alcune delle fiabe conosciute in tutto il mondo, trovando in questo ambiente sicure ispirazioni.

 

Navigare il breve canale offre la prospettiva migliore. Gli approdi sono costellati da imbarcazioni d’epoca che, pur non vedendo il mare aperto da tempo, conservano la loro solenne dignità di strumenti essenziali ed insostituibili alle attività marinare.
 


 

La nave faro, le barche da pesca all’aringa, le navi abitazione, le piccole scialuppe. I nomi delle barche rimandano a quell’immaginario apotropaico, mitologico ed affettivo che è il principio fondante del navigare in sicurezza ed in piena fiducia : Wotan,  Hanne…

 

Oggi il piccolo porto è fermo nel tempo, offre attracchi ai barconi dei turisti per il giro nei canali della città. D’altra parte tutte le attività commerciali che caratterizzavano il profilo di Copenaghen con gli immensi magazzini dalle enormi finestre, oggi trasformati in abitazioni di lusso, si sono trasferite ai suoi margini, in porti funzionali ed efficienti ma privi di quel fascino legato all’eterogeneo mondo della marineria.

 

Fabrizio fattori
 

Fonte: Nautica Report
Titolo del:

Tags

Danimarca, Hans Christian Andersen, porto di Copenaghen
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

L'anima dei grandi alberghi di mare e dei laghi. il Grand Hotel Miramare di Santa Margherita Ligure

Di Vittorio Pedrotti

Una storia affascinante di un Grande Albergo vicino a Portofino, a ...

Il Signor Ole - L’uomo che inventò il primo motore fuoribordo, Ole Evinrude

Dal romanzo di Luca Berretta

Ole e Bess Evinrude sono i protagonisti di una avventura nei primi ...

Le piscine di Parigi

di Fabrizio Fattori

Molte delle grandi metropoli del mondo devono il loro sviluppo ad u...

Olivier de Kersauson, la passione per gli oceani

Olivier de Kersauson de Pennendreff, nato 20 luglio 1944, è uno skipper francese...

U-Boot: cacciatori silenziosi

U-Boot è il termine tedesco per indicare genericamente sommergibili. Gli unici U...

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI