Praticare sport acquatici nell’arco di un viaggio in Madagascar? - Report - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Barcola (TS)
Barcola è una frazione del comune di Trieste, tra Roiano e Miramare. Nota come Valicula (Piccola Valle) in epoca romana, ospitò una delle più sfarzose ville della regione.
 
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 24/09/2017 07:50
Report / Praticare sport acquatici nell’arco di un viaggio in Madagascar?
Praticare sport acquatici nell’arco di un viaggio in Madagascar?

Praticare sport acquatici nell’arco di un viaggio in Madagascar?

Kayak, canoa o rafting, i fiumi e corsi d’acqua del Madagascar consentono la pratica di attività dalle forti sensazioni.

 

Sfidare le acque vive del Madagascar

 

Gli amanti di sport acquatici non saranno messi da parte sull'isola rossa. In effetti, molti luoghi sono adatti alla pratica di kayak, di canoa così come di rafting. Fiume più lungo del paese, il Mangoky è di difficile accesso a causa dello stato della pista, ma promette una sessione piena di sensazioni in kayak. Situato tra Fianarantsoa e Manakara, il corso d’acqua Faraony riserva a sua volta belle sorprese per gli amanti di canoa.
 

>
 

Il fiume Mangoky - Foto da Kayak Madagascar

 

La soluzione migliore per godere appieno del viaggio è quella di acquistare un biglietto del treno. Sempre nella regione di Fianarantsoa, ​​il Parco Ranomafana è sede del piccolo fiume di Andranoroa dove è possibile svolgere una sessione di kayak di quattro ore, per osservare la foresta da una diversa angolazione. E’ anche l'opportunità di incrociare i lemuri più timidi. Per un viaggio di sport e di scoperta, recatevi su www.madagascar-destination.com

 

Una discesa eccezionale lungo il Maningory

 

Per le discese, il Maningory rimane all’altezza delle aspettative degli sportivi, poiché procura delle sensazioni forti in piena foresta dell’est. Il rafting è molto praticato qui, per ragioni di sicurezza. Tuttavia, possono sorgere onde impressionanti che richiedono una padronanza delle manovre più complesse.
 


 

Rafting sul fiume Mangoky - Foto da Boogie Events

 

Con una lunghezza di circa 40 chilometri, questo fiume ha molte rapide e la discesa può durare da 2 a 3 giorni. Di notte, a causa della mancanza di infrastrutture alberghiere, gli atleti devono bivaccare nel cuore della foresta, un'altra avventura da sperimentare con piacere.

 

Una deviazione verso ovest, in direzione di Ampefy.

 

Se si dispone di un solo giorno verso la fine di un viaggio in Madagascar, la “chute de la Lily” a 135 km dalla capitale è una destinazione ideale per vivere momenti magici. Nella regione Itasy, i turisti approfitteranno del loro viaggio per fare un’escursione nell’ ilot de la vierge o verso i Geyser, testimoni della natura vulcanica della regione. Per una discesa più tranquilla, il Katsaoka è maggiormente indicato.

 

Foto di copertina da: africageographic.com

 

Fonte: viaggio-madagascar.com e Nautica Report
Titolo del:

Tags

Madagascar, fiumi del madagascar, kayak, canoa, rafting, sport acquatici
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Salone Nautico di Genova: tutti i convegni e gli eventi di oggi

Genova, 24 settembre 2017

Oggi, domenica 24 settembre, il programma dei convegni del 57° ...

Barcolana 49, l'Albo d'Oro

Trieste, 29 settembre - 8 ottobre 2017

La Barcolana è una storica regata velica europea, nata nel 1...

Il Codice Molfino

Di Fabrizio Fattori

L’avv. Matteo G. Molfino  viene in possesso, all’i...

Salone di Genova: Nautica&FIsco convegno e nuova guida, a cura di UCINA e Agenzia delle Entrate

Genova, 23 settembre 2017

La guida editata da UCINA Confindustria Nautica e Agenzia delle Ent...

E l'Ulisse di Ponza trovň una gemella tunisina

Di Paolo Fallai - L'altra isola: la colonia fondata da Antonio D'Arco ŕ la Galite

Silverio era un diacono di Ceccano, nel frusinate, con due problemi...

© COPYRIGHT 2011-2017 - NAUTICA REPORT - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N.314 DEL 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - PUBBLICITA' - LAVORA CON NOI