Leisure 17 KK: storia di una traversata atlantica in solitario con un 17 piedi di serie nel 1967 - Report - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Rapallo (GE)
Rapallo è un comune della provincia di Genova in Liguria.   La sua area urbana di riferimento si estende su tutto il suo golfo, comprendendo i comuni contigui di Santa Margherita Ligure e Portofino, ad occidente, e Zoagli ad or
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 24/05/2019 07:00
Report / Leisure 17 KK: storia di una traversata atlantica in solitario co...
Leisure 17 KK: storia di una traversata atlantica in solitario con un 17 piedi di serie nel 1967

Leisure 17 KK: storia di una traversata atlantica in solitario con un 17 piedi di serie nel 1967

di Vittorio Pedrotti

La storia del Leisure 17 KK è molto particolare e vorrei descriverla semplificandola, per farvi vivere un’avventura di un grande navigatore oceanico e di una ditta che ha avuto un grande successo a seguito della traversata atlantica di John Adam.
Tutto ha inizio nel 1966 quando Arthur Howard di Cobramold chiede a Bryan Meerloo di realizzare gli stampi e il progetto per un Cruiser a vela da 17 piedi, progetto sviluppato da AC Howard.
A differenza di alcune start-up nel mondo della nautica, Cobramold aveva già quasi 10 anni di esperienza nella tecnologia della vetroresina e questo si rifletteva nella qualità costruttiva delle loro barche dove, l'obiettivo era quello di produrre L 17 completa a 4.495 sterline, all'incirca lo stesso prezzo di una Mini Minor della BMC con motore Austin.
Nel 1967 Cobramold espone al London Boat Show il Leisure 17KK con uno stand vicino a Yacht & Yachting e fu un grandissimo successo con l’ordine di 420 Leisure 17, dove, il primo costruito andò nel Galles.
Un mese dopo il London Boat Show a Earls Court del 1967 Bryan ricevette una telefonata dalla Germania da un marinaio della marina mercantile che aveva visto l'articolo del Leisure 17 in Yacht & Yachting, il suo nome era John Adam e propose di attraversare l’Atlantico con il Leisure 17 e arrivare in tempo per il 1968 al Boat Show di New York dove la pubblicità generata avrebbe creato un grandissimo salto di immagine per la piccola barca a vela.
Su un giornale nazionale tedesco, fu scritto che un ufficiale della marina mercantile tedesca di 28 anni John Adam partirà da Weymouth con uno yacht di 17 piedi in fibra di vetro e inizierà da solo la traversata dell'Oceano Atlantico il 13 settembre.
Lo yacht sarà la prima barca di serie, in fibra di vetro, a tentare la traversata. Lo yacht è stato realizzata da Cobramod LTD il viaggio di cinquemila miglia è previsto che prenda 3 mesi e mezzo e la destinazione sarà il Salone Nautico di New York. A febbraio il Signor Adam, della Marina Mercantile che abitava a Moline, un villaggio vicino ad Amburgo, ha programmato il viaggio da tre anni scrupolosamente con passaggio attraverso la Spagna e le Canarie e poi fare il crossing Atlantico.
Il viaggio è stato pianificato in grande dettaglio e John stava aspettando la barca giusta quando ha visto la recensione di questa barca su Yacht & Yachting, l'ha testata e ha deciso di usarla per il viaggio.
Importante è la richiesta fatta da John Adam per la traversata atlantica alla ditta Cobramold e specificatamente:
  • Rinforzo delle superfici trasparenti in quanto la tendenza di allora era di non avere aperture, per la sicurezza in mare, come aveva impostato Blondie - Hasler, grandissimo uomo di marina inglese e grande navigatore che con il suo Jester aveva fissato dei punti importanti per la sicurezza nelle traversate oceaniche;
  • Riempimento con polistirolo del gavone ancora di prua;
  • Timone a vento.
Tutto è stato eseguito secondo le richieste ed il John impiegò 32 giorni per la traversata atlantica con scalo ad Antigua.
Il tempo stringeva per l’arrivo al Boat Show di New York e John aveva solo 25 giorni per arrivare a New York e il Boat Show sarebbe durato 10 giorni.
Purtroppo John non arriva, sebbene fosse stato organizzato tutto per il suo arrivo.
John Adam è stato sequestrato dalla polizia di Cuba pensando che fosse una spia e fu imprigionato.
Fortunatamente Brian di Cobramold ne era venuto a conoscenza ed attraverso il consolato tedesco, dopo aver verificato l’innocenza di John, lo stesso fu rilasciato con una importante spesa e John potè ritornare in Germania.
Il sospetto che John fosse stato una spia è che il giornale di bordo è stato scritto con stenografia, incomprensibile per la Polizia cubana ritenendo che fosse stato un messaggio in codice.
Il fatto curioso è che il Leisure 17, EVE, è stato poi usato da Cuba per addestrare i cadetti militari e sono stati richiesti a Cobramold parti dell’attrezzatura che erano state rovinate contro la barriera corallina!
 
Alla fine John Adam con il Leisure 17 KK di Nome EVE ha percorso:
5190 Miglia totali
1600 miglia da Weymouth alle isole Canarie
2590 miglia dalle Canarie ad Antigua
1000 miglia da Antigua a Cuba
A seguito di questa incredibile storia la produzione del Leisure 17 è decollata.
Riporto le caratteristiche del Leisure 17 che ritengo siano interessanti per capire che anche barche a vela di piccole dimensioni, ma molto ben progettate, possono fare cose straordinarie. La doppia chiglia, realizzate in acciaio inox avevano la caratteristica di appoggiare la barca sul fondo in caso di basse maree e di arrivare molto vicino alla riva in caso di esigenze date dal cattivo tempo o per altro.
Naturalmente lo Skipper è tutto come è stato nel nostro caso.
 
Vittorio Pedrotti Architetto

www.vittoriopedrotti.it

 

In coperitna John Adam con la sua barca Eve

Fonte: Nautica Report
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Donoussa. Convocati dall'isola del Diavolo

Di Francesca Carignani - Foto di Giovanni Rinaldi

Più vado per mare, più lo capisco: nulla è cas...

L'anima dei grandi alberghi di mare e dei laghi. il Grand Hotel Miramare di Santa Margherita Ligure

Di Vittorio Pedrotti

Una storia affascinante di un Grande Albergo vicino a Portofino, a ...

Il Signor Ole - L’uomo che inventò il primo motore fuoribordo, Ole Evinrude

Dal romanzo di Luca Berretta

Ole e Bess Evinrude sono i protagonisti di una avventura nei primi ...

Le piscine di Parigi

di Fabrizio Fattori

Molte delle grandi metropoli del mondo devono il loro sviluppo ad u...

Olivier de Kersauson, la passione per gli oceani

Olivier de Kersauson de Pennendreff, nato 20 luglio 1944, è uno skipper francese...

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI