Il ''cristallo magico'' degli antichi marinai nordici - Report - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Cala dell'Argentiera (SS)
L'Argentiera è una frazione di Sassari ubicata nel nord-ovest della Sardegna. Dista 43 km da Sassari e 34 da Alghero.
  La località è una delle più suggestive della Sardegna per la particolare belle
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 21/04/2018 07:20
Report / Il ''cristallo magico'' degli antichi marinai nordici
Il ''cristallo magico'' degli antichi marinai nordici

Il ''cristallo magico'' degli antichi marinai nordici

di Fabrizio Fattori

Stabilire la rotta, fare il punto nave, arrivare così a destinazione sono stati nei millenni bisogni prioritari di ogni uomo, più o meno audace, che si avventurasse per mare.

 

Ogni navigante ha cercato espedienti per assicurarsi la buona riuscita del viaggio.

 

Dalla naturale predisposizione dei Fenici capaci di “sentire” la rotta in tutte le condizioni meteo, allo studio della direzione del volo degli uccelli marini, alle rotte migratorie dei grandi cetacei, o alla conformazione delle nuvole al di sopra delle terre oltre l’orizzonte, oltreché all’osservazione del sole e delle stelle, sino alle prime rudimentali bussole cinesi del XIII° secolo.

 

Recenti ipotesi hanno individuato nello spato islandese (calcite trasparente, forma cristallina del carbonato di calcio) la capacità di polarizzare la luce solare, anche se minima, in modo da consentire di individuare la posizione del sole anche in presenza di nuvole o nebbia. La polarizzazione consiste nella scomposizione della luce che diverge attraversando questo particolare cristallo, e che con le opportune tarature e rotazioni, consente di conoscerne la fonte.

 

Questa ipotesi rimanda alla “solarsteinn” delle saghe nordiche, la pietra del sole più volte citata nei miti vichinghi. Come, ad esempio, i racconti relativi alla vita di Sant’Olaf re di Norvegia (995-1030). L’utilizzo di questa pietra, solo parzialmente testimoniato da controversi ritrovamenti archeologici, avrebbe consentito ai naviganti nordici di esplorare, in relativa sicurezza, ampie porzioni di oceano e forse spingersi in terra americana con molti secoli di anticipo su Colombo.

 

Di indubbio interesse è il ritrovamento di un frammento del cristallo in argomento nel relitto di una nave inglese (la Alderney) naufragata nel canale della Manica alla fine del XVI° secolo la cui presenza è stata giustificata con la necessità di verificare e correggere la posizione data da una bussola magnetica visto che la sola esistenza a bordo di una massa metallica relativa ad un solo cannone era in grado di alterarne sensibilmente la correttezza dell’indicazione ottenuta tradizionalmente.

 

Recenti testimonianze di “archeologia sperimentale” hanno dimostrato l’affidabilità di questa tecnica mantenendo il margine di errore, rispetto alle misurazioni effettuate con una bussola, all’interno di variazioni minime.

 

Malgrado questo non si hanno, al momento, certezze tali da poter affermare con sicurezza quanto ipotizzato da alcuni ricercatori, rimane, quindi, ancora ancorata al mito, la grande capacita a navigare delle popolazioni nordiche.

 

Fabrizio Fattori

 

Foto in copertina da The Natural History Museum/Ala

 

Fonte: Nautica Report
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Le navi a remi degli antichi Romani

Di Giulio Galassi

Le navi Romane erano essenzialmente di due tipi: le grosse navi da ...

Tore Holm, marinaio e costruttore navale svedese

Tore Anton Holm (25 novembre 1896 - 15 novembre 1977) è stato uno yacht designer...

Fourni e l'estetica dell'autentico

Di Francesca Carignani - Foto di Giovanni Rinaldi

Solo adesso, con così tanta Grecia nel mio portfolio di viag...

Mal di mare, conoscerlo per evitarlo

Di Isabella Foderà

Clinicamente si scrive "cinetosi", ma si legge "mal ...

60 anni di Costa Smeralda

Tra le località turistiche più note in Sardegna e nel mondo, spicca senza...

© COPYRIGHT 2011-2018 - NAUTICA REPORT - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N.314 DEL 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - PUBBLICITA' - LAVORA CON NOI