Kipawa, 1938 - Barche e Navi d'Epoca - NAUTICA REPORT
Barche e Navi d'Epoca / Kipawa, 1938
Kipawa, 1938

Kipawa, 1938

SLOOP MARCONI O BERMUDIANO

Kipawa, costruzione in legno numero 433 del cantiere norvegese Soon Slip, doveva rappresentare l’evoluzione del 9 Metri Stazza Internazionale Tamara IX, essere più grande, adatto alla crociera e dotato di motore.

 

Di barche appartenenti a questa classe, i 10 metri al galleggiamento, ne vennero costruite sei, contraddistinte dalla lettera F sulle vele: Tamara X (F20), Gannet II (F21), Gannet III (F25), If III (F22), Gratia (F23) e Kipawa (F24).
 


 

Nel 2003 Kipawa è stata oggetto di un restauro integrale eseguito dal cantiere Tecnomar di Fiumicino, mentre l’albero in silver spruce è stato realizzato dalla Nautica Lavazza del Lago Maggiore.

 

Nel 2007 si è aggiudicato il premio Yacht Digest per il miglior restauro e nel 2009, al raduno delle Vele Storiche Viareggio. 
 


 

Oltre a vincere nella propria classe, ha battuto in tempo reale scafi Ior in vetroresina di recente generazione.

 

Caratteristiche

 

ANNO 1938
CANTIERE A/S SOON SLIP (SON – NORWAY)
PROGETTO CHRISTIAN JENSEN (NORWAY)
LUNGHEZZA F.T. 16,40 m
LUNG. AL GALLEGGIAMENTO 10,40 m
LARGHEZZA 3,30 m
PESCAGGIO 2,40 m
DISLOCAMENTO 14 tons
SUPERFICIE VELICA 124 m²

 

Titolo del:

Tags

Soon Slip, Norvegia, 9 Metri Stazza Internazionale, Tecnomar di Fiumicino, Nautica Lavazza del Lago Maggiore, Yacht Digest
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Victory, 1884

CUTTER AURICO

Quando nel 2011 è giunta in Mediterraneo per partecipare all...

Umiak, 1954

KETCH MARCONI O BERMUDIANO

Umiak è un motorsailer in fasciame di iroko con la popp...

Miss Brenda Dae, 1910

YACHT CRUISER

Costruito nel 1910 sulle rive del lago Ontario Canada, Miss Brenda ...

Rainbow, 1934

SLOOP MARCONI O BERMUDIANO

Rainbow la J-Class disegnata da William Starling Burgess e cos...

Royono, 1936

YAWL MARCONI O BERMUDIANO

Il nome di questa imbarcazione, nata con il nome di Mandoo II, prog...
Turismo e ormeggi
Punta Palasća o Capo d'Otranto (LE)
Il punto più orientale d'Italia
« I pescatori del tratto di mare tra la Torre del Serpe e la Palascìa raccontano che in certe giornate, quando le nuvole in cielo sono gonfie di pioggia e il sole le illumina come fossero vele, sulla superficie dell'acqua si pu&og
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 18/11/2019 08:45

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI