La Grande Onda di Kanagawa. The Eye of Hokusai - Barche e Navi d'Epoca - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Imperia, cittÓ dai due volti
Imperia è un comune della Liguria, capoluogo dell'omonima provincia   Imperia nasce dalla fusione di due città (ed altri nove comuni), Oneglia e Porto Maurizio, due territori storicamente e g
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 19/06/2018 06:50
Barche e Navi d'Epoca / La Grande Onda di Kanagawa. The Eye of Hokusai
La Grande Onda di Kanagawa. The Eye of Hokusai

La Grande Onda di Kanagawa. The Eye of Hokusai

Di Fabrizio Fattori

Nella sua lunga carriera (circa sessant’anni) Katsushika Hokusai (1760-1849) ha prodotto migliaia di opere. Alla pittura ha alternato la grafica applicando sempre precisione e meticolosità nel disegno e nella ricerca del colore appropriato.

 

Autoritratto di Hokusai, 1830 

Ma la sua fama più immediata è affidata alle sue stampe riconoscibili per lo stile inconfondibile e capace, non solo,  di generare un’ampia scuola di seguaci ma anche di essere uno dei maggiori artisti capace di influenzare, con le sue opere diffuse dai rinnovati commerci con il Giappone, la cultura estetica occidentale dando luogo al fenomeno del “Japonisme” ed alimentando un collezionismo quasi maniacale.

 

Verso la  fine dell’ottocento, infatti, artisti come Van Gogh, Manet, Degas e molti altri e non solo in Francia, subirono il fascino di una cultura raffinatissima che appagava pienamente il bisogno di un colto esotismo facendone oggetto nei loro quadri e della loro ricerca stilistica.

 

La natura ha rappresentato per Hokusai una fonte tardiva di ispirazione sebbene sempre presente. Il paesaggio, specie nelle caratteristiche più salienti come il monte Fuji o i boschi, i fiumi più o meno impetuosi, il mare in tutti i possibili stati, rappresenta insieme alla, meticolosamente descritta, fauna e flora locale, il fulcro della sua produzione matura.

 

La grande onda di Kanagawa (1830) è forse l’opera che riassume pienamente questo bisogno di natura divenendo per la sua bellezza e perfezione l’icona assoluta dell’opera del maestro.

 

Dopo Londra e Milano la mostra “Hokusai sulle orme del maestro” approda dal 12 ottobre al 14 gennaio 2018, al Museo dell’Ara Pacis di Roma

 

Fabrizio Fattori

 

Fonte: Nautica Report
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Amadour, 1938

CUTTER MARCONI O BERMUDIANO

Amadour, lunga 17,30 metri compreso il bompresso, è costruit...

Alcor Secondo, 1959

YAWL MARCONI O BERMUDIANO

È la costruzione numero 102 dello storico Cantiere Sang...

Clio (ex Sheevra), 1921

SLOOP MARCONI O BERMUDIANO

Clio, costruzione numero 686 del cantiere Fife, venne varata come b...

Aile VI, 1928

SLOOP MARCONI O BERMUDIANO

Nell’anno del varo, il 1928, l’8 Metri S.I. (Stazza Int...

A day at the Races, 1966

SLOOP MARCONI O BERMUDIANO

A Day at the Races è stata progettata per Sir Owen Aisher pe...

© COPYRIGHT 2011-2018 - NAUTICA REPORT - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N.314 DEL 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - PUBBLICITA' - LAVORA CON NOI