Parco sommerso di Baia (NA) - Vita subacquea - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Isola di Ustica (PA) Tra le più belle e incontaminate isole del Mediterraneo
Ustica è un comune della provincia di Palermo in Sicilia che coincide con l'isola omonima.   Tra le più belle e incontaminate isole del bacino del Mediterraneo. Pittoresca e coloratissima, anche nei murales che decor
Fonte: sicilia.it e Nautica Report
Titolo del: 15/01/2019 07:00
Vita subacquea / Parco sommerso di Baia (NA)
Parco sommerso di Baia (NA)

Parco sommerso di Baia (NA)

Il parco sommerso di Baia è un'area marina protetta localizzata sulle coste della provincia di Napoli a nord del Golfo di Napoli.

 

Istituita nel 2002 con decreto congiunto del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e di quello per i Beni e le Attività Culturali, l'area rappresenta, assieme al Parco sommerso di Gaiola, un esempio unico in ambito Mediterraneo di protezione archeologica e naturalistica subacquea.



 

Città sommersa di Baia

 

Le due aree protette, inserite a terra nel più vasto contesto del Parco dei Campi Flegrei di competenza della Regione Campania, si propongono appunto la tutela e lo studio dei reperti archeologici sommersi in tali aree congiuntamente alla salvaguardia degli ecosistemi marini e costieri.

 

La particolarità di tali zone è legata al fenomeno vulcanico del bradisismo che ha interessato da sempre l'intera costa nord della Provincia di Napoli. Tale fenomeno ha causato movimenti verticali dell'area con escursioni in positivo ed in negativo di molti metri provocando negli ultimi 2000 anni l'inabissamento della linea di costa romana di circa 6/8 metri.
 


 

Scultura sommersa

 

Intorno al primo secolo a.C. infatti l'intera zona costiera a nord di Napoli era una fiorentissima stazione climatica, resa alla moda anche dalla presenza di una villa imperiale, il Pausilypon appunto che dette il nome al Promontorio di Posillipo, costruita dal ricco liberto Publio Vedio Pollione. Costui alla sua morte, nel 15 a.C., nominò Augusto erede di tutti i suoi beni, Pausilypon compreso. In seguito ingrandita ed abbellita come proprietà imperiale, tale luogo pare abbia visto il tragico concludersi della congiura contro l'imperatore Nerone.

 

Inoltre si trovano sommersi su tale costa i resti dei porti commerciali di Baia (Lacus Baianus) ed il Portus Julius. Più a nord aveva sede il Porto di Capo Miseno sede storica della Flotta Imperiale Romana.



 

Mosaico della Villa a Protiro (Foto di Nicola Severino)

 

Lo straordinario valore di tali siti è dato sia dal notevole stato di conservazione dei reperti archeologici, oltre che dal loro valore storico archeologico oggettivo. Mosaici, tracce di affreschi, sculture, tracciati stradali e colonne, sono sommersi a circa 5 metri sotto il livello del mare tra anemoni stelle marine e branchi di castagnole.

 

 

Inoltre la presenza di ecosistemi sommersi di pregio come il fondale a precoralligeno e comunità di fanerogame marine (essenzialmente Posidonia oceanica e Cymodocea nodosa) fanno di tali luoghi ambienti di valore naturalistico rilevante, riconosciuti come tali sia dalla legislazione nazionale italiana, sia da quella Comunitaria. Il luogo è straordinariamente suggestivo, e fa di questo tratto dei fondali una piccola Atlantide romana.
 

 

Le due aree protette sono ora sottoposte alla gestione provvisoria della Soprintendenza Archeologica di Napoli, in attesa dell'individuazione da parte del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio di un ente gestore definitivo.

 

www.areamarinaprotettabaia.eu

 

Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del:

Tags

Napoli, Golfo di Napoli, Parco dei Campi Flegrei, il Pausilypon, Promontorio di Posillipo, Atlantide romana
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Subacquea: il relitto della Draga di Gargnano nel Lago di Garda

di Andrea Murdock Alpini

Due rette parallele s’incontrano all'infinito, questo...

Il batiscafo Trieste

Il Trieste è stato un batiscafo equipaggiato per resistere alle enormi pressioni...

I vulcani sottomarini del Tirreno

Il bacino tirrenico è la parte più profonda del Mediterraneo Occidentale:...

L'ammiraglio Orazio Nelson e la Battaglia di Capo Noli alla ribalta di Eudi Show 2019

Uno dei pregi dell'archeologia è quello di dare corpo alla storia dando nuov...

Subacquea - Il ''Glorioso'' Piroscafo Plinio

di Andrea "Murdock" Alpini

1902, la Compagnia Navigazione Laghi del Lario commissiona alla dit...

© COPYRIGHT 2011-2018 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI